Archivi tag: Rachelina

dreamin’

Non ricordare nemmeno più un sogno vorrà dire cosa? Che sono talmente brutti da essere cesoiati dal ‘conscio’ non appena sveglia? Che sono talmente insignificanti da assomigliare ad un tiggì di Studio Aperto? Che sono talmente particolari e dettagliati da essere visibili solo nello stato di trance onirico?

E in quest’ultimo caso, allora, che faccio? Sniffo funghetti allucinogeni?

si beve dalla tazza, eh?

Resta-il-resto che, al momento per l’umanità occidentale tutta, è un lungo e non riconosciuto lavoro casalingo, che si dipana tra computer lenti per ricerca nuovi posti di lavoro, occasionali visite/uscite con amiche in congedo maternità o con lavori flessibili (mai avuto il piacere), lunghe liste di cose da stirare-cucinare-mettere a posto-riparare. Chiaramente ‘on top’ c’è sempre la Rachelilla. Lei, quando è a casa, tollera pochissimo non essere al centro perenne del mondo di chiunque deambuli nei pressi. Ben contenta di avere riportato in auge la parola ‘schiavismo’, guarda la su’ mamma farsi spesso zerbino e credo stia sviluppando una perfidia che solo i bambini esercitano come solida corrente artistica. 🙂

Detto cio’ ormai stiamo unpezzo avanti e:

  • la sponda del lettino è pronta a finire in soffitta
  • il pannolino è stato tolto quasi due mesi fa con ottimi risultati e non avendo più fatto pipì nemmeno di notte, presumo sia sulla via del non ritorno anche per le ore notturne. Ergo anche il fasciatoio è stato smontato ed è diventato ‘solo’ un mobiletto dove troneggiano paia e paia di scarpe da scegliere al mattino “Mamma, le scappe coi buchini no, vojo le COCCS” (le crocks)
  • le sue preferenze gastronomiche stanno sempre più virando su cose tipo ‘saRciccia con i fagioli’, ‘zucchine si, ma solo trifolate con la cipolletta’, ‘cioccolato oh yeah’ (prima era disgustata). Insomma, un palato fine e delicato come mammà.

Ringrazio d’avere la possibilità di vederla crescere, di seguire questi progressi incredibili che sta facendo, così, di corsa come tutti ci avevano paventato (“ti volti un attimo e vanno già alla materna e tu ti chiedi che fine hanno fatto tre interi anni”), ma parimenti non posso che augurarmi di riprendere a fare anche altro, per la salute finanziaria della famiglia, per la mia salute intellettiva e fisica (provate a stare mesi e mesi a casa e poi vorrete andare a lavorare in miniera, piuttosto 😀 ), per diversificare le giornate ed avere quei contatti umani che ci fanno più ricchi e, vabbè pure, più incazzosi ma anche interattivi.

Come ho scritto da ‘altre parti’ Michela morde, piuttosto che demordere

 

Annunci

16 commenti

Archiviato in "ma ci dica qualcosa di lei", de gravidantia... & poi, mi salta in mente, Quotidianità?

martedì grasso

“e martedì mettete alle vostre bambine una maglietta rossa e sotto delle calze color panna o comunque colori chiari, che li vestiamo con le gonnelline di carta e le facciamo diventare ‘Pierina la Topolina’ !”

Si, si ok, ma intanto sabato siamo uscite già e alla festa nella piazzetta noi s’è sfoggiato il nostro primo costume, eh? Indovina un po’ da cosa?? Ma chiunque mi conosca PROVI ad indovinare???….

🙂

musetto racheletto

20 commenti

Archiviato in Animali, de gravidantia... & poi, Società e costume

‘e mentre attende, può sfogliare le nostre riviste’

(Dicevo che a Rachele piace sfogliare le riviste.

A volte, può accadere un piccolo incidente di percorso.

Questo però, è stato un caso e un ‘danno’ talmente creativo da dover essere testimoniato in qualche modo)

DSC04393

19 commenti

Archiviato in Arte e cultura, de gravidantia... & poi, Scemitudine, Senza Categoria

cose da portare in vacanza

-seggiolino che si attacca a quasi tutti i tavoli tranne a quelli che servono a te

-coniglietto da ninne, che senza addormentarsi è una tragedia

-libretti da sfogliare: come sfoglia Rachelina mia, nessuno mai è stato capace

-scatafascio di omogeneizzati salmone e verdure, tra i preferiti del suo regal palato

-costumini 1) interi 2) mutandina 3) coi volant 4) colli pupazzetti….tanti, a gogò. Stare senza quella palla di pannolino (che ha imparato a togliersi da sola) per qualche tempo le farà solo bene

-sapone al ph un po’ più acido consigliato da un pediatra, che la sabbia non giova a ‘Rachele pelle di pesco’ (figlia della famosa Barbie fiori di pesco)

-lettino da campeggio, il cui ingombro in macchina farà si che, nè mamma nè papà, possano andare oltre ad un mini-bagaglio comprendente: du’ mutande, du’ pantaloncini, un paio di scarpe, un paio di ciabatte, du’ majette (nu’ ginz e ‘na majEtt’, cantava Nino D’Angelo…)

-i suoi bicchierini ‘antigoccia’ dai quali beve da sola reclamando “DADDA-DADDA!!” (trad: “acqua”)

-la sua mamma per cantarle le canzoncine e darle supporto nei momenti di tregenda

-il suo papà per giocare e  fare la buffoncella

puzzolilla: prove tecniche di insabbiamento

puzzolilla: prove tecniche di insabbiamento

SIGNORI, NEL WEEK END SI PARTE!

Ci si rivede a fine Agosto, su questi stessi schermi.

25 commenti

Archiviato in de gravidantia... & poi, Salute e benessere, Scemitudine, Viaggi

SCENE PASQUALI

Colazione di Pasqua 2009

Colazione di Pasqua 2009

bimba con papà

bimbina R. col papà

32 commenti

Archiviato in "ma ci dica qualcosa di lei", c'è post in cucina?, de gravidantia... & poi, Quotidianità?, Salute e benessere

si va crescendo

“ma com’è, ma come sarà, mappercheppoi, macchilosà. Mi fanno male le braccia e poi il polso…uhm…che strano e le dita, come se mi fossero state piegate all’ingiù. Ahi, il bicipite e questo crack alla schiena?? Uhm…ma che succede?”

Succede che la tortellona ha raggiunto i 10 chili e 200 grammi, ecco che. Te stupisci, Michè?

“…datele anche i legumi, ma passati, non frullati e la sera il pesce o il formaggio tipo ricotta, crescenza, parmigiano, che ancora non ha messo i denti e quindi…Carne una sola volta al giorno e poi il latte, meglio ancora quello in polvere, arricchito di vitamine ed altri elementi. Fino all’anno, diciamo”

Tiè, becca su nonna A e nonna B, senza manco saperlo, solo andando d’istinto, stavo già decidendo per il meglio, pepperepèèèèèèèèèèèè!! Mamma: 1, Nonne: 0.

…e oggi o forse lunedì, andrò nel negozio di scarpe qui sotto, che ha una vetrina zeppa di sandalini, babbuccette, scarponcini, mini-all star, stivaletti … AWWWWWW!!! Ad una mamma in scarpaforìa già de suo, non può che provocare una entusiasmante apertura a cataratta del portafoglio. Sic est, perchè la pupa VUOLE stare in piedi e muove i primi -2- passi. E’ ora di tenere bene saldo il collo del piede con una scarpina di quando in quando, oltre agli amati calzettoni antiscivolo, intendo.

E c’è tutto un week end di fronte per rinnovare con gioia l’incriccamento totale. Evviva! Evviva! Incriccamenti per tutti! (così, per non sentirmi sola)

http://www.polyvore.com/cgi/img-thing?.out=jpg&size=l&tid=52789

24 commenti

Archiviato in de gravidantia... & poi, Salute e benessere

Racheluzza-News

Esigensi post sulla puzzacchiona.

innanzi tutto due comunicazioni pratiche: “MAMME! I pannolini della GS so’ miTTiCCi!”: no sederino babbuino, ma roseo come petalo di fior di ciliegio; no effetto evasione-pipì, con conseguente faSHtidioso inzaccheramento mani nell’atto del ti-prendo-in-braccio perchè frigni…oh, ecco perchè! Perchè sei fraSHica; no esborso di sangue direttamente dalla vena-aorta per un pacco da 24. Successone dell’economia domestica spicciola.

Poi.

Siete disperate perchè vi siete dimenticate a casa la-qualsiasi cosa che possa sollazzare il vostro pargolo tra, diciamo, i 4 e gli 8 mesi?? Ravanate nella borsa, ma nulla, mettete sotto sopra la macchina, ma niente? Girando le orbite l’unica cosa che vedete è quella farmacia che al suo interno ha disposti in bella vista giochini a 24 carati, dai 38 euro in su? Niente paura! Irrompete in un bar o in un supermercato ed acquistate immantinente una scatolina di tic-tac. A Rachele piacciono quelle nella confezione blu. 🙂 Successone dell’economia domestica spicciola number 2.

Finito.

Ora vado a fare un piccolo memo delle performances Rachelinesche. Innanzi tutto ci sono due cose che non ha smesso di fare col passare dei mesi e cioè: roteare furiosamente i piedini quando VUOLE qualcosa ed emettere una sorta di pernacchia modulata in due modi diversi 1) tipo imitazione di una moto (orgoglio di papà) 2) con annessa voce a registro soprano, ergo ne deriva un trillino, uhm, come dire? “convincente”.

Indi.

I vestiti le sfuggono tanto quanto a me il capire perchè Emilio Fede stia ancora in video. Per fortuna c’è una pletora di cugine alla lontana e alla vicina, conoscenti, benefattori nonne e zie, le quali stanno rifornendo il suo guardaroba fino ad anni-4. Non sto scherzando. Ho indumenti fino al 2012 e capisco ancora di più che avrebbe bisogno -di già?- di un armadio più grande. In aggiunta, che vuoi togliere ad una mamma (io) il piaciUerUe di acquistare per la propria pargola capi in saldo? Eeeeh…da Zara poi…. certe cosine….e da Grain De Blé? ^_^

Pare apprezzare il box, se utilizzato in maniera oculata e se, soprattutto, le si dà la possibilità di starci in piedi, sorretta in parte ed attaccata ai maniglioni. Eh si perchè, fosse per lei, questa faccenda del culotto a terra sarebbe già archiviata da tempo, ma vaglielo a spiegare che c’ha le zampette toste si, ma ancora malferme e che magari se prima si degnasse di non stressarsi appena la si mette carponi sarebbe meglio. Odia stare a pancia in giù. Ergo non gattona, ergo nun ze sposta.

Nel bagnetto non c’è cosa migliore che ingollarsi la spugna, preferibilmente con bagnoschiuma annesso. Lei si che sa come dare più gusto alla vita. Abbiamo deciso che con la stagione calda, la portiamo alla piscina vicino casa, dove c’è una vasca dedicata agli infanti ed alle loro immersioni con mamma e papà. 🙂

guanciottona già 2 mesi fa

guanciottona già 2 mesi fa

è che di piccole cose “inutili” potrei riempire pagine e pagine web, quindi mi autocensuro e la finisco qui…fino alla prossima volta, beninteso.

29 commenti

Archiviato in "ma ci dica qualcosa di lei", de gravidantia... & poi, Quotidianità?