Archivi tag: garbo

Borsalino

Stamattina, ‘trafelandomi’ al lavoro dopo un discreto numero di cartellini degli imprevisti del Monopoli, mi sono imbattuta in un uomo davvero bello.

Alto il giusto, capelli mossi e scuri, ravvivati da quelli che imbiancano, leggera stempiatura che però dici “beh ormai verso i 40 e passa mica gliene cadranno tanti altri no?”, vestito con un elegante abito scuro, fronte un po’ corrucciata, espressione seria e compresa, occhi blu-cobalto. Aveva una piccola valigia e il passo cadenzato, largo, deciso. Ed in effetti mi ha colpito una cosa precisa: l’eleganza, la compostezza.

Quanti ne sono rimasti, di uomini col cappello? Quelli delle scenette de La Settimana Enigmistica, gli uomini ‘di un tempo’ quelli che ti cedono il passo o che trovano spregevole veder arrancare una donna senza nemmeno fare il gesto di darle una mano. Quanti ce ne sono che sorridono al posto di sghignazzare, quanti parlano al posto di urlare, quanti ancora spengono il cellulare perchè una chiamata improvvisa non turbi un pranzo o una cena.

E da così desolatamente pochi esseri umani (ovvio, non mi riferisco solo al sesso forte) proviene il garbo. Vorrei che fosse naturale fare strada e non pretendere che tutti si spostino. Vorrei che guardare in volto la gente quando ci si parla non fosse opzionale, ma un sentimento di necessità impellente.

https://i2.wp.com/www.millerhats.com/productimages/1198.jpg

Annunci

11 commenti

Archiviato in mi salta in mente, Senza Categoria, Società e costume