Archivi tag: foreste primarie

LE SALVI CHI PUO’

QUANTO RIPORTATO DI SEGUITO LO SCRIVE UN GIORNALISTA, UN AMICO, UN UOMO CHE CREDE IN CIO’ CHE DICE, CHE METTE LA PASSIONE IN CIO’ CHE FA E NELLA SALVAGUARDIA DELL’AMBIENTE IN CUI VIVIAMO.

“L’associazione Melacotogna ha organizzato a Roma dal 26 al 29 ottobre prossimi, una mostra evento dal titolo “Le Salvi Chi Puo’“, cioe’ le foreste primarie africane, amazzoniche, indonesiane, canadesi, siberiane, tutte quelle che vengono triturate per fare, tra l’altro, carta igienica (ancora non siamo capaci di pulirci il sedere con nessuna altra cosa). La mostra vuole spiegare cosa possiamo fare tutti noi, in piccolo e in grande, per proteggere i pilastri del cielo. Quindi denuncia con dati e cifre aggiornati ma anche volonta’ propositiva per uscire dal solito impasse: ma beh allora noi che possiamo fare? Venite alla mostra, che poi girera’ l’Italia e capirete.
Andate sul sito www.lesalvichipuo.it e troverete l’indirizzo esatto della mostra, una splendida arancera del Comune di Roma.
Nota Bene: Melacotogna si e’ mobilitata, nel suo piccolo, e giorno dopo giorno ha ottenuto l’adesione incondizionata di Greenpeace, della FSC, l’associazione che certifica la provenienza del legno, del Wwf, del Corpo Forestale dello Stato, di Universita’ e Giardini Botanici, di Survival, l’associazione internazionale che protegge i popoli tribali, quelli che nelle foreste ci vivono da sempre. Adesioni ripeto moltissime, entusiaste. Soldi pochissimi, nessuna lira dal ministero dell’Ambiente che ha dato pero’ il suo patrocinio.
E’ cosi’ che gira il mondo. Ma la mostra e’ pronta, bellissima, fatta con due lire, con tanta passione, con la ricostruzione di una foresta possibile e vera, con foto grandi, con video esaltanti e drammatici. Con le istruzioni per sapere se il legno che usiamo e’ piantato, cresciuto, controllato e non distrugge le foreste piu’ belle del mondo; oppure viene da taglio illegale e poi scivola via, triangolato, camuffato, fino all’importatore che non sa, o fa finta di non sapere”.

GRAZIE.

8 commenti

Archiviato in Attualità, Solidarietà