Archivi categoria: viaggi con foto

ogni luogo ha il suo cappuccino.

EEEEEEEE mo’ mo’, ma che è ‘sta fretta? Guardate che noi casalinghe dell’ultima ora c’abbiamo i nostri tempi, chéttecredi?

Affermiamo quindi che una cosa, rispetto ‘all’altra vita’, non cambia: il punto fermo di un buon cappuccino. E’ grazie a lui se sono qui, diciamola tutta.

Mi aggiravo ciabattando sulla via del ritorno dopo aver accompagnato la puzzolilla al nido (si, è ricominciato ieri e per questi 3 giorni farà un orario corto corto, diciamo un due ore e mezza….SANTE per me. SAAAANTE) ed essere passata dal macellaio (chi ricorda il concetto di cambiare negozio e non pigliare tutto dagli scaffali di un supermercato? Io me l’ero dimenticato, così tanto pe’ dì) e vengo calamiticamente attratta dall’insegna già di suo è, per quanto mi riguarda, una promessa da panacea di tutti i mali: ‘Bar‘.

Temeraria, ordino un cappuccino. Ahò, è bbòno.

Posso quindi finalmente promulgare il fatto di essermi riappacificata col concetto di ‘fine delle vacanze’ ed essere pronta per tutta una serie di ritorni o, se piace pensarla così, di rigurgitini, come li peperoni a mezzanotte.

I’ll be back, intanto ecco qualche foto.

spiaggia de 'la tonnara' in corsica

corsica, rocher du lion...e laggiù la spiaggia di roccapina

Annunci

23 commenti

Archiviato in mi salta in mente, viaggi con foto

quando eravamo in vacanza….

…poi non ho più detto nulla della seconda parte della vacanza.

Il problemino è che non ho molto tempo, in questi giorni. Però vorrei fare un po’ di sana e giusta pubblicità all’Albergo Il Girifalco (http://www.ilgirifalco.com/ita/index.php) che merita davvero 3 minuti di attenzione e un notes su cui segnarsi i riferimenti e i punti salienti.

Innanzi tutto si parla di un ‘due stelle sup.’ che è di gran lunga migliore di moooolti 3 stelle e 4 stelle (ebbene si) dove sono stata.

In primis è PULITO. In secundis se magna be-nis-si-mo: la colazione, ricca, è compresa nel prezzo e per cena puoi scegliere tra un menù turistico a 14 euro e uno del giorno a 18. Per intenderci si mangiano i loro prodotti, la cacciagione, i funghi raccolti nel bosco…e non aggiungo altro.

Hanno una piscina che affaccia su una vallata verde.

Hanno un piccolo parco giochi per i bimbi.

Hanno la gentilezza e l’essere alla mano di chi è parte di una ‘conduzione familiare’.

Hanno il centro storico di Massa Marittima (non fatevi ingannare dal nome, è in collina e, in pieno Agosto, abbiamo dormito sonni freschi e beati senza aria condizionata) ad un tiro di schioppo ovvero ci si arriva by feet – a fette –

Hanno le spiagge di Follonica e quelle di Torre Mozza a 10-15 minuti di macchina. Vi sembrano tanti? Non lo sono. Una volta là, anche con bambini piccoli, è una pacchia: la pineta ripara dal sole e il mare ha la bandiera blu.

Hanno avventori che tornano, che si riconoscono anno dopo anno e che fanno comunella. Persone che, (chevvelodicoaffà) hanno eletto Racheluzza bimba of the year inondandola di attenzioni. Puzzolilla Superstar.

😛

Volete vedere delle foto del posto? Cliccate sulla nuvoletta qui sotto!

lago dell'accesa, vicino al nostro albergo!

lago dell'accesa, vicino al nostro albergo!

12 commenti

Archiviato in "ma ci dica qualcosa di lei", Senza Categoria, viaggi con foto

qualche foto-tattà

Ri-tento l’inserimento del link (<–cliccare) della neonata paginetta flickr…

Per qualche assaggino di Sharm a Febbraio!

🙂

E buon inizio settimana a tutti!

18 commenti

Archiviato in viaggi con foto

nel suo cuore c’è anche questo

fogtree.

..

“Cosa c’è di più bello dell’andarsene a zonzo?”

ora saprei cosa rispondere:

“La strada che porta a Zonza (*)

Perchè la Corsica vista solo dal mare non è Corsica abbastanza. Ci si deve ritagliare una strada verso il suo interno, la si deve imboccare rispettosi e un po’ paurosi, facendosi ombra con le nuvole scure che si attorcigliano alle cime di monti vellutati di muschi verdissimi, carezzati da torrenti e fiumi a specchio, bombati di pietre tonde.

E poi cosa accade? Di ritrovarsi in mezzo ad una di quelle nuvole che s’erano viste poco prima. I contorni, scomparsi; l’aria salmastra, evaporata; il sole, etereo come una ninfa dei boschi. Appaiono dal nulla tutti i tedeschi che ti chiedevi che fine avessero fatto. Ma che ne so, magari richiamati dal clima natìo, valli a capire.

E ti volti, pelle umida di nebbia e arricci il naso e le ciglia per guardarti intorno. E vedi cose come quell’albero là. E come ci si può sentire, se non una fatina della foresta?

(*) paesino nell’entroterra corso. Continuando, si arriva a Bonifacio, sparati come una freccia, a tagliare in due l’isola.

21 commenti

Archiviato in viaggi con foto

Corsica! E uno.

Come primissima cosa, la Corsica mi ha fatto venire da ridere. E già si può tirare una bella linea e piazzarci il punto 1, nei pregi di questa vacanza. Dopo una traversata di quattro ore, preceduta da una Roma-Livorno in moto, siamo arrivati a Bastia con la coppia di amici automuniti (grazie GGGesù! W W i portatori sani di bagagliaio e sedile posteriore disponiBBOLI). Da là, un altro paio d’ore scarse  di strada per approdare alla Ghisonaccia. Inutile cercarlo sulle mappe “di massima” della Corsica e dei suoi luoghi “da visitare”: nun ce sta (e già un dubbio sorgerebbe…). 

Insomma: appena ri-rimesso il deretano sul sacro sellino motociclistico (odio inveterato da parte mia per le fibbie delle borse laterali che mi hanno tatuato il sedere) si ri-riparte ed ecco che i primissimi cartelli annunciano gioiosi alle eventuali signorine di passaggio: “CASA ZITELLINA”  e subito accanto “HOTEL PORETTA”.

E poi, giù!, un fottìo di “SCOPA RESIDENCE” (per anziani biscazzieri da baretto in piazzetta o per focose coppie in luna di miele?) e simili, paesi dai nomi ammiccanti quali “MIGNATAJA” per arrivare al “CHIAPPA RESIDENCE”, siori et siore, dove a gran voce si raccomandava ai Signori Clienti, di munirsi del pareo almeno nei bar e nei ristoranti. 

Verso metà strada, decidiamo per una sosta: nel rallentare volto la faccia e vedo una cuccia -si quella che ospita l’amico dell’uomo- APPICCATA a META’ di un albero. Ora so che:

1)      o i cani corsi si arrampicano

2)    o il padrone di quella casa aveva dato troppo da mangiare al canarino

Ma il sole calava, la temperatura anche, e così s’è dato quell’attimuccio di gas (AAAARRRGHHHHH) arrivando al Residence che ormai aveva assunto nei miei bisogni primari il ruolo di comprimario con una dose di cocacola ghiacciata. E quindi eccoci là, sudati e stanchi, scaraventare con grazia elefantiaca i nostri bei bagagliucci e la scorta alimentare della terza divisione dell’armata de noantri, per decidere con baldanza di concederci una cena fuori per festeggiare. Sia io che il lui dell’altra coppia, siamo decisamente cocoacoladipendenti e quindi, avendo ormai raggiunto “casa”, quella tornava la necessità-vitale.

Ne ordiniamo due. “Due Coca’ ?” si sforza di dirci in italiano la camerierina superficherrima. “Oui!”, rispondiamo enfatici. 

Ecco.

cocU

21 commenti

Archiviato in viaggi con foto

breve.

Oggi me ne sto qui. Pensano che abbia il muso, ma mica è vero. E’ solo che non sto sorridendo ogni 3×2, è solo che sto più zittina. E’ solo che non mi va di dare il via a conversazioni… e non sono abituati, realizzo ora.

Ho passato davvero un bel week end, grazie anche e soprattutto ad amici "venuti da lontano" che hanno allietato le nostre ore e che ci hanno permesso di girare Roma con quell’attenzione che troppo spesso non concediamo alla nostra città, meravigliosa tra le belle.

Buona settimana, una in meno che mi separa dalle ferie!

Rrroma Roma_b_and_w Presentazione_500

21 commenti

Archiviato in viaggi con foto

Io l’ho vista -anche- così

Sedicinoni

Si, si è l’ultimo e poi basta!!

…e comunque volevo fare ciao ciao -ex novo- con la manina a Ste965 (the tanned-man), Verdespirito (Violet-hair) e Miss Minnie (ferociousreader), che ho avuto il piacerissimo di incontrare alla Fiera del Libro!Colonna 

PalazzoPiccione:Frutta2-)

    Barattoli

13 commenti

Archiviato in viaggi con foto