Archivi categoria: Natura

Eternity

Quanti sensi ha il tempo rubato, in questa città. Ti incammini calpestando sampietrini sconnessi, che seguono le onde delle radici sommerse. E se il cielo di cobalto ti abbraccia, se il vento è gentile, se veicoli che siano estranei ai tuoi stessi piedi si fermano solo per un bouquet di secondi, allora…

Misurerai i ricordi in pochi passi, avvertendo la storia di chi ha calpestato prima lo stesso percorso, i baci da muretto, gli appuntamenti nascosti, le promesse e i giuramenti, inseguendo direzioni certe e sospirandone altre, incerte, come me in questo momento.

Il lusso della digressione in questa mia Roma si colora di tinte che ciascuno vede a modo suo, si fonde e si lascia mescolare. Roma arancio e ocra, Roma verde nel suo parco a forma di cuore, Roma della gente che tracima, di quella che vuole tornare, di altra che passa senza pensarci troppo, ‘a un passo dal possibile’.

Il senso del respiro di un minuto strappato con garbo alle scadenze.

Solo questo, chiedo.

Annunci

18 commenti

Archiviato in "ma ci dica qualcosa di lei", mi salta in mente, Natura, Salute e benessere

‘se ci fosse la televisione’

di Fabrizio Carbone: un amico prima di tutto, ma anche un pittore, un naturalista, un documentarista, un giornalista, un curioso, un gentile Essere Umano.

'fungo' di Silvano Braido

“Un tempo si diceva: lo ha scritto il giornale. L´ho letto sul giornale. Poi si e’ passati al piu’ famigliare: l´ho visto in televisione, o meglio: lo ha detto la televisione, una sorta di mago di Oz che sentenzia tra falsi fulmini,lampi tarocchi e pioggia virtuale. Sula base di questo ultimo assunto il nostro amato (perche’ lui e’ l’erede del partito dell’amore di Cicciolina Ilona Staller) Utilizzatore finale ha messo a punto la sua macchina delle menzogne veritiere e ha ridotto il Bel Paese a un agglomerato di amebe.
Se ci fosse la televisione, pensavo, come ai tempi di un certo Sergio Zavoli, ai tempi di Arrigo Levi, o del compianto e amatissimo Andrea Barbato, se ci fosse la televisione come dovrebbe essere il servizio dello Stato ai cittadini mi sarebbe piaciuto, e molto, vedere una bella inchiesta sul nucleare. Sulle centrali nucleari. Ma non ideologizzata, politicizzata, infarcita di opinioni. La bella televisione e’ quella che si fa, e si dovrebbe fare, sui fatti. Andiamo allora in Finlandia, dove vivo molti mesi all’anno, e andiamo a vedere dove e come stanno costruendo le due nuove centrali nucleari. Basterebbe raccontare l’ immenso casino in cui si trovano i finlandesi ai quali sono state vendute due centrali diverse con due tecnologie diverse di ultima generazione (ma quale generazione visto che dopo Cernobyl non ne e’ stata costruita nessuna in Europa?). Spese triplicate, blocchi di lavoro, impossibilita’ di tener fede agli impegni presi, mancanza di pianificazione territoriale, inceppamento degli studi di impatto ambientale. Un disastro, soprattutto la centrale Sarko’ come la chiamano i finlandesi perche’ e’ il premier francese che la sponsorizza e tenta di venderla in giro. Proprio quella e’ la tecnologia di ultima generazione che dovrebbe essere usata in Italia per le centrali sparse sul territorio ( e qui voglio proprio vedere che succedera’ quando verranno pubblicizzati i siti ora tenuti segreti nei cassetti del governicchio attuale). Bene io vorrei tanto vedere in tv un bel servizio, lungo magari piu’ di quelli che fanno per gli ingorghi e le code dei rientri dalle ferie, su come stanno costruendo le centrali in Finlandia. Facendo vedere i lavori, i siti, dando i numeri dei costi previsti, dei costi attuali, dei tempi, dei modi, dei ricavi, dell’utilita’ di averle queste centrali, di dove saranno messe, e come le scorie mortali, non dimentichiamolo, MORTALI per noi umani, noi animali, noi piante, noi acqua e noi aria…Vedere un servizio del genere sarebbe istruttivo e chiarificatore. Se poi penso ai finlandesi che hanno le mani nei capelli, loro precisini ed efficienti come sono, faccio mente locale sui venti anni che ci vorrebbero per costruirle in Italia! Venti anni con appalti gonfiati, camorra che se la spassa, la ‘ndrangheta che conta i soldi e i fautori delle grandi opere che “ridono” di notte…”

 

16 commenti

Archiviato in Attualità, Natura, per bocca d'altri, Popoli e politiche, Salute e benessere, Solidarietà, un'accettata, Viaggi

°v°

“ciuìtta ciuìtta” sta per civetta-civetta.

Ci si guarda intensamente negli occhi, mento in giù, sguardo all’insù e avvicinamento naso-naso. L’effetto sarà d’averli grandi e vicini, come uno di questi volatili.

Prendi una bimba, insegnale “ciuìtta ciuìtta” e non farà altro per tutto il giorno.

23 commenti

Archiviato in de gravidantia... & poi, Natura, Scemitudine

anomali-animali-innammUrati

E chi l’ha mai celebrato San Valentino??? Io no, ma mi sa tanto che ‘sti topini qualcosa da festeggiare ce l’hanno!

5 commenti

Archiviato in Animali, Natura, Scemitudine