Archivi categoria: Cinema

la donna con la camicia

La domanda è sgorgata stamattina, biecamente figlia di una classica osservazione femminile viperesca. Ma abbiate pazienza, il ciclo è imminente.

Ossia: ‘anvedi quella che pantaloni a vita alta che c’ha…so’ ascellari, proprio’. E mi è venuta in mente Diane Keaton. Lei è immutata da ormai 15 anni se non di più, credo. Ha lo stesso look e la stessa mise e così appare in quasi tutti i film che ha fatto, dal ‘padre della sposa’ al ‘club delle prime mogli’, passando per ‘tutto può succedere’ e anche, mi sembra, tornando indietro verso ‘Manhattan’: pantalone classico a vita alta, camicia da uomo spesso allacciate completamente o magliette morbide col colletto, scarpe basse maschili, berretti alla francese, occhialini e frangia. I colori rigorosamente chiari, meglio se panna e marroncino.

Beh, però…il risultato è davvero gradevole e sempre …uhm…come dire…’al suo posto’.

E io me lo sono domandato che ‘Signora’ vorrei essere, che cosa mi inventerò per foraggiare comunque il mio lato vanitoso e cosa si dovrà gioco-forza eliminare per non diventare una macchietta di me stessa. Penso agli occhi ingranditi delle Loren ed al suo decolleté, o ai capelli blu della Bosè. Certo c’è chi se lo può permettere tutto sommato e io non so’ ‘na Diva del cinema. Ecco. Però quali escamotages andrò a scovare e quali saranno, che so, i miei colori d’adozione. Il total black che sfina, il panna che ingentilisce o i colori…e quali? Da piccola ne avevo solo uno, tra i preferiti e cioè l’azzurro, mentre ad esempio ora se vedo una cosa arancione sono attratta come una gazza con gli specchietti che luccicano. Mboh.

Ovvero…senza nemmeno pensare di poter minimamente eguagliare quell’icona meravigliosa di Audrey Hepburn, tenendo in considerazione degna Virna Lisi e dimenticando completamente altre onorevoli signore, io mi attesterei mica malvolentieri sul modello ‘Keaton’, neh?

…e voi? So’ curiosa.

https://i1.wp.com/images.businessweek.com/ss/07/09/0906_attire_women/image/5-woman-white-shirt.jpg

Annunci

22 commenti

Archiviato in "ma ci dica qualcosa di lei", Cinema, mi salta in mente, Società e costume

‘i missionari’

Senti ‘mpo’, Tom. Senti a me….va bene mission impossibòll, no? Però a voi attori che vi trovate ad interpretare certe scene no..ma vi danno l’indennizzo previsto, che prevede 6 mesi di actor’s studio aggratis accompagnati dal terapista, quando gli sceneggiatori e il regista decidono di piazzarvi su suolo straniero e decidono pure di pennellare lo schermo con gli stereotipi di codesta terra non U.S.A. in cui il vostro personaggio si trova a muoversi? (punto e ripigliare fiato)

Ovvero: ieri sera, filmetto sopra citato. Tra una forchettata e l’altra di insalata di riso, ecco palesarsi la scena in cui il prode Tom, alias agente supersegretissimo, decide di recarsi nientepopodimeno che in Vaticano. Luogo notoriamente aperto a tutti e per niente sorvegliato. Ma qui si tratta di una missione impossibile, lo dice pure il titolo, mica stamo dar pizzicarolo.

L’esilarante scena si apre con lui+collega che, vestiti da corrieri, fingono che gli si fermi er camioncino. Ovviamente lungo le mura vaticane, in un posto che già di suo, per chi non è di Roma, è un budello ed è un casino. In più spesso, per motivi imperscrutabili, ci sono sovente dei lavori in corso. Vabbè. Ma andiamo avanti. La simpatica coppia scende dal camioncino inscenando un’italica querelle nella quale gesticolano agitando i braccini come pale di ventilatore. Nel mentre, un lui+unalei scendono e si mettono a parlare una cosa che sembrava il dialetto romano imitato da Massimo Boldi e incitano i due a “dasse ‘na mossa”….Fumi finti dal cofano, armeggiamenti, Cruise che si defila tipo omo-ragno in su pe’ er muro vaticano e il collega agentesupersegreto pure lui, che sorride alla coppia capitolina che attendeva di poter passare e che, nella migliore tradizione Italiani, pizza mandulino, ridono sempre e cantano e so’ tutti amici, risolvono il tutto a cuor leggero e sfoderando sorrisoni e “ciao cumpa’, buona giornata”.

UAHUAHAUAHAHAHAAA!!! 😀 Che? De che? MA DOVEEEE??? Fate pure la prova, se avete coraggio, fatela, forza! Provate a fermarvi all’ora di punta in una qualsiasi strada romana ostruendo il passaggio e poi altro che ‘ciao cumpa’. Come minimo arrivano 3 energumeni, Evaristo, Lello e Spartaco e ve pijano de peso e ve mettono nel cassonetto.

Ma andiamo ancora avanti alla fantascienza fatta film o fatta licenza poetica, se vogliamo.

Arriva il momento dell’infiltrazione der socio de Tom dentro al Vaticano. Chiaramente Tom ha sincronizzato gli orologi ed è riuscito a cambiare quattro travestimenti in 6 nanosecondi, passando anche per una gustosa versione di Don Abbondio col breviario. Il patto tra i due è “troviamoci tra 5 minuti e 15 secondi nel punto ics”…e qui arriva la cosa gran-dio-sa.

Il socio sta dentro i musei vaticani ed è entrato SUBITO! Senza incontrare NESSUNO!!!

UAHUAHAUAHAHAHAHHAA!!!!!!

Bene. Tanto per dare un’idea…se avete deciso di venire a Roma per visitare i suddetti musei,  potete sedervi comodamente sulla vostra poltrona, a Forlì. La fila, comincia da lì.

29 commenti

Archiviato in Cinema, Scemitudine, Senza Categoria

a star was born

Signori.

Qui si dimentica una cosa.

Una delle cantanti INDUBITABILMENTE più brave, talentuose, carismatiche del mondo, nasceva oggi, 24 Aprile del 1942.

E’ lei, la miTTTTica Barbra Streisand.

” … With one person
One very special person
A feeling deep in your soul
Says you are half now youre whole
No more hunger and thirst
But first be a person who needs people
People, people who need people
Are the luckiest people in the world
“.

 

23 commenti

Archiviato in Attualità, Cinema, mi salta in mente, Musica