più tempo libero nel week end?

E allora mettetevi ai fornelli. Tanto è previsto pure un peggioramento sui cieli di varie regioni italiane… cali di temperatura…per la prova costume c’è tempo…e quindi? Quindi:

CARNE IN UMIDO CON LE PATATE.

Ingredienti: un bel pezzettone di polpa di manzo; (sulla confezione, se lo prendete al supermercato, troverete presumibilmente le indicazioni di cottura “per bollito-in umido”, altrimenti chiedete al macellaio di fiducia); burro (non mi fate i timidi/salutisti e mettetene con generosità…no, non ho detto di strafare, ferrrmiii!!), un barattolo di pomodoro a pezzettoni, olio, uno spicchio d’aglio, una carota, sedano, una cipolla bionda abbastanza grande, mezzo bicchiere di vino bianco secco, sale, pepe, una foglia di alloro, patate (il numero dipende dalle dimensioni. Io ne ho messe 4 di media grandezza), acqua bollente. Facoltativi: mezzo dado da brodo, lardo. (qui non li ho messi)

Preparazione: tagliate a bocconcini (tipo spezzatino) la polpa, privandola di eventuali filamenti di grasso, fate sciogliere il burro in casseruola indi unite la carne, l’aglio e la foglia di alloro facendola rosolare da tutte le parti a fuoco medio. Quando avrà preso colore, togliete l’aglio e aggiustate di sale e pepe e versate il vino. La carne dovrà cuocere un po’ (almeno una ventina di minuti), perchè nel frattempo perderà liquidi e il vino dovrà sfumare. Indi toglietela dalla casseruola, col suo sughino che sarà comunque rimasto, e tenetela in caldo. Sempre nella stessa pentola mettete un filo d’olio (o una sottilissima fetta di lardo) e fate disfare a fuoco lentissimo il trito di cipolla, sedano e carota tagliati finissimamente: via via potete aggiungere acqua calda per far si che non si brucino. Fatto ciò, ri-mettete la carne in pentola, mescolate e, col coperchio, fate andare per altri 10 minuti.

A questo punto potete aggiungere la polpa di pomodoro, altro sale q.b. (o il dado), le patate tagliate a tocchetti e dell’acqua bollente, che dovrà coprire il tutto. Lasciate cuocere a fuoco basso per almeno 1 ora (o quando vedete la consistenza diventare più “cremosa”) mescolando di tanto in tanto.

Lasciar riposare e indi gioire del sapore che ha ‘sto piatto sopraffino e della tenerezza dei bocconcini, che vi si squaglieranno letteralmente in bocca!

michelinastreghina: carne in umido con le patate

michelinastreghina: carne in umido con le patate

(Dalla foto potrebbe sembrare “Ciappi”, ma posso assicurare che per accaparrarsi gli avanzi volavano, minacciose, le forchette)

15 commenti

Archiviato in c'è post in cucina?

15 risposte a “più tempo libero nel week end?

  1. Sembra buono!
    Ciappi lo fa solo mia sorella eh – è un polpettone multiuso, che lo puoi mangiare se disponi di motosega, oppure lo puoi tenere vicino alla porta di ingresso se vengono i ladri o i testimoni de geova.

  2. Ma no, sembra buonissimo e poi… copiato la ricetta e in settimana la provo.

    Compliment!!!

    Buona serata e buon fine settimana!

  3. Oh sì, sembra proprio buonissimo!
    L’unico suggerimento “tecnico” che mi sento di dare è di modificare leggermente la fase iniziale della ricetta: invece far imbrunire la carne nel burro o olio, faccio rosolare la carne a fuoco alto in una padella senza alcun condimento per fare in modo di innescare la cosiddetta “reazione di Maillard” responsabile della produzione di gustose sostanze che danno un buon sapore alla carne cotta (bastano pochi minuti per far formare la crosticina bruna). Nel frattempo preparo il soffritto nel tegame ed appena è rosolato ci metto la carne rosolata e proseguo la cottura per un paio d’ore avendo cura di mantenere però la temperatura a più di 75° e meno di 100° (sennò la carne rimane dura e troppo asciutta).

    —Alex

  4. Zaub, prima o poi riuscirò ad invitarvi a cena…e il prossimo anno li facciamo pure gioca’, li pargoli! (magari non col polpettone di tua sorella, che si fanno male, eh!)😉

    Arthur, prova prova…poi vieni a dirmi se non è gustosissima!

    Alex…uhm…ssssì…pppeeerò…quella che tu dici è…un’altra ricetta!😛

  5. verypipuffa

    Non c’azzecca nulla con questa ricetta, ma…
    mi ritrovo con un sacchettino di fave fresche ma non so cosa farne, nè come cuocerle. Ho sempre sentito parlare dei romani che mangiano pecorino con le fave, io ne ho addentata una e faceva schifo. Mi viene il dubbio che vadano cotte.
    Michelì HELP mi consigli qualcosa?

  6. PIPU’, la tradizione la vorrebbe in sempiterna accoppiata con i pecorino fresco…ovviamente, tutto a crudo.
    C’è chi le mangia in purea (olio, cipolla, farle cuocere lentiSSSSSSime e indi ridurle, appunto in purea) e spesso le accoppia con la cicoria, oppure le si rinforza con della pancetta rosolata.
    Guarda a questo link il risottino: http://lamercantedispezie.blogspot.com/2009/03/pecorino-e-fave.html

    P.S. mia suocera le mescola anche con i carciofi ed in effetti viene un mix bbbòòòno!

  7. ah ah,
    stavolta arrivo a stomaco pieno e non soffro i morsi della fame che ogni tanto mi vengono leggendoti…
    buona settimana Michelina,
    la ricetta sembra buona!!!

  8. se tutti i ciappi fossero così GNAMMMMMA

  9. pilotino

    questo week end poco tempo libero tra mare sole spiaggia e immersioni, ho giusto avuto il tempo di andare a cena fuori la sera🙂 :-)…

    Alhoa

  10. io che è una settimana circa che mi arrabbato con avanzi e rimasugli di alimenti non proprio freschissimi, per lo più tonno in scatola e pomodori secchi (non amo cucinare solo per me), potrei morire. sbigati a postare qualcos’altro perché tutte le volte che vedo il chappy, mi si scatenano i succhi gastrici.

  11. Anche il mio babbo lo prepara così…ed è buonisssssimo…

  12. Barbie, mi toccherà ri-provare a prendervi a tradimento!😀

    Fra: io non amo molto la carne, ma questo piatto…. slurpazz!

    Pilotì, e so’ proBBBlemi, so’! 😀

    Crauto: zitta vah, che mi devo mettere in testa di perdere ‘sti ultimi 4 chili e nun jaa fo’.

  13. sofficina, è anche un modo in cui una persona in ‘stato interessante’ può mangiare la carne…è cottissimissima!😉

  14. Pingback: riferimenti incrociati « in buona sostanza

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...