ora la mia esistenza può dirsi compiuta

“che dici, dove andiamo a fare la passeggiata?”

“mah, guarda… andrei a cola di rienzo, così passo per il negozio di Ann Gigli e provo quel cappottino di velluto”

“Ok”

Non sapevo che la mia VITA sarebbe cambiata per sempre. Ignoravo la folgore che m’avrebbe colpito, la visione, l’emozione, il senso di pienezza, di compiutezza.

Egli era là. Preceduto da una fatalona bionda con nessun dettaglio fuori posto, da un bodyguard che camminava a gambero, da un ciambellone ambidestro di assistenti e personal-walkers e da flash. Continui, incessanti, illuminazioni del Divino.

Lui e il suo serpentone di gente, di telefonini alzati per riprenderne le Sacre Fattezze, di gomiti impazienti, di eccitati “è lui! E’ lui!”.

Il Berlusca. Nostro Signore del Lucido da Scarpe. Nostro Papa in pectore, The Master of the Universe, He-Man e anche un po’ She-Ra, IL SEMPITERNO NANO MALEFICO.

,,,,E io non avevo nemmeno una bomba al napalm nella borsetta.

Ma siamo precisi: non sono riuscita a vederlo proprio tutto-tutto…in primis perchè è talmente basso che come se fa, in secundis perchè chi l’aveva capito che fosse lui l’oggetto del desiderio e non la suddetta biondazza? E quindi diciamola tutta: ho visto la sua schiena, la giacca scura e delle orrende chiazze rossicce e posticce sul cranio. Avete presente due gatti quando si azzuffano?? MEEEOW MEEEOWW FFFFFFFFFFF FFFFFFFFSSSSSSFFFFFFFFFF!! E via! Ciuffi di pelo staccati che volano.

Un uomo con la rogna, insomma.

vignetta di Vauro

vignetta di Vauro

28 commenti

Archiviato in Senza Categoria

28 risposte a “ora la mia esistenza può dirsi compiuta

  1. Michelina, sei sempre la migliore.

  2. Sentire parlare così del Berlusca, in un modo così irriverente, mi ha fatto venire le lacrime agli occhi e comunque, bellissima la descrizione del “nostro” SEMPITERNO NANO MALEFICO…🙂

    *continuo il giro!

  3. Michela cara, quando ho iniziato a leggere ho pensato che quasi quasi si trattasse di quel trucido di Mickey Rourke, chissá perché. Poi ho letto Berlusca e ringrazio di aver giá digerito la colazione di latte e savoiardi perché se no mi usciva dalle orecchie!

  4. Anch’io feci questa esperienza tremenderrima, tempo fa… Brrrrrrr!!!
    Impressionommi talmente tanto il suo spesso strato di fondotinta, dalla meravigliosa nuance “cozza cotta”, il capello tatuato con l’hennè, il tacco 15 e il ghigno “miconsenta”, che ne feci una vignetta-concorso nel mio blogghino:
    http://newbrixblog.wordpress.com/2008/04/18/indovina-blog/

  5. (a Miché, ma sto nummero de telefono der tuo amico immobiliarista?!)

    (me serveeeeee!!!)
    😀

  6. ommarò. non ho altre parole.

  7. Oddioooooooooo, se morivo strozzata mi avresti avuto sulla coscienza😀
    Stavo mangiando il mio paninaccio quando sono venuta da te a leggere😀
    “Un uomo con la rogna” – troooooooooppo bella!
    Bacetto a te e streghettina.

  8. Manulea…con cotanta ispirazione, chevvuòi….

    Arthur, secondo me di notte si mette sotto formalina.

    Tinuccia:. bbòni i savoiardi! Sarebbe stato un peccato sprecarli per ‘sto bamboccione.

    Brix: cozza cotta rende benissimo! Una cozza cotta con la rogna…perfetto! (ti ho mandato tutto via mail all’indirizzo che mi avevi segnalato qualche post fa)

    Zdora: eh…la Maruonn’ purtroppo non intercede con le sfere celesti….

    Raspa, sgratt sgratt. (io me so’ pappata una piadina coi semini di papavero, il brie e lo speck che era la fine del mondo …e mo’, passeggiata, tiè!)

  9. Accazu.. anche io ho avuto questo privilegio…
    Ma è stato qualche anno fa e lo vidi dall’alto… E non perchè ascesi nel vederlo ma perchè lui, che si trovava a Sassari per la penultima campagna elettorale, andò a cena in un ristorante famoso-issimo. La mia fortuna volle che una mia collega abitasse proprio nello stesso edificio del suddetto ristorante e… insomma mi autoinvitai a casa sua!
    E solo per togliermi uno sfizio. Anche quello di un’esistenza che fino a quel momento non aveva avuto senso alcuno.
    E mentre Silviolo scendeva dalla macchina e si appropinquava verso il ristorante una voce si sentì dall’alto… Ed egli poteva anche scambiarla per la voce divina… Ma “coglione” fu quello che gli urlò.
    Ed ebbe certezza… Dio ha voce di uomo, non di donna sarda incazzata!

    So’ soddisfazioni, però…

  10. Vedi la fortuna di non abitare a Roma?
    Io questo tipo di “incontri ravvicinati” per di più all’ora di pranzo non li posso fare (al massimo a Strasburgo una volta sono entrato nel ristorante dell’albergo e mi sono trovato davanti una visione rivoltante: Mastella).

    Comunque non ti potrò mai perdonare per il fatto che tu non avessi in borsetta (ma come! Le donne, perdipiù mamme, hanno sempre tutto!) non dico una bomba al napalm ma almeno un treppiede, un uovo marcio, un calzino della palestra di tuo marito, un pannolino usato da Rachele!
    😦

    Mi deludi….😉

    —Alex

  11. sofficipensieri

    Noooooo!!! Lo psiconano nooooooo!! Io ho visto l’onore di vedere Brunetta, l’anno scorso…. Oddio, vedere… un nugolo di giornalisti a quattro zampe che tentavano di tenere il microfono ad un’altezza consona per registrare le dichiarazioni… e in mezzo un puffo in giacca e cravatta…
    P.S. da questo momento Lorella Tapparella è diventata il mio personale mito!! Un’occasione che tutte noi avremmo voluto avere e che lei ha sfruttato alla grande!

  12. NightNurse

    sempre sempre tenere un molotov in borsetta!!!.o comunque tutto l’occorrente per costruirla in pochi secondi,può sempre servire!!!🙂

  13. bitunicode

    povera rogna!!!

  14. E comunque veramente, Accazu… Mai lasciare le bombette a casa… Servono sempre nei momenti più impensabili!

  15. Infatti… io non giro mai senza qualche arma contundente in borza: che so, un treppiedi… qualcosa…
    Domani vado a Roma pure io, un controllino medico di routine: chissà se avrò la fortuna di fare qualche incontro ravvicinato del secondo tipo?

  16. leucosia

    ah perdere un’occasione così per accopparlo!
    ma veramente l’altro giorno vedevo il servizio in tv del solito tg-lacchè e mi chiedevo…possibile che nessuno dico nessuno che si trovi lì per caso o per shopping non agisca di conseguenza?

  17. ora sei veramente una donna completa! che altro vuoi dalla vita?
    come ti invido..

  18. animapunk

    mi associo al coro di chi lamenta la tua scarsa prontezza, cacchio, almeno un pannolino della streghina ce l’avevi, no?
    ma capisco che la nausea ti abbia sopraffatto, non sono visioni che ti lasciano indifferente…..

  19. arya

    Michelina mittica sei!😀
    …ah cosa pagherei per assistere al backstage che precede le sue uscite trionfali…!🙂
    Alex: splendida idea il pannolino usato di Rachele! …sperando che la cacca sia DAVVERO ” brutta”…e tanta.

  20. Omio Dio!
    E che gioia eh, che bellezza qeui ciuffini posticci sparsi:)))
    La vignetta pure è notevole.

  21. al massimo, quando esco per una passeggiata, trovo il signore che fa le pulizie nel giardino dell’asilo qua vicino, che differenza con le tue passeggiate !

  22. Mi sono fatta arrivare da Londra, la borsa senza fondo
    di Mary Poppins.
    Dentro ho:
    -una giornata intera di pannolini di Rachelina
    -polverina urticante di carnevale
    -un pupazzo con l’effigie di Napolitano
    -una bomba al Napalm
    -una mazzafionda chiodata
    -sassi di vario genere et spessore
    -un sacco con la sabbia sporca dei gatti
    -sei catus
    -pomodori marci
    un vecchio paio di scarpe puzzolenti del marito
    -un paio mie, fuori moda si, ma con tacchi appuntitissimi
    – un treppiede (FA TRADIZIONE)
    -‘il libro rosso’, dell’aglio e un paletto di frassino
    -Obama.

  23. Accazu… Secondo me i pannolini di Rachele vanno benissimo… Però anche la sabbietta dei puzzi la vedo un’ottima alternativa… E… le scarpe di cui parli… saranno mica i miTTici stivali alla Sobrino???? Non dirmi che vuoi liberarti di loro!!!!!

  24. ma sei in zona? cioè vicino via cola di rienzo?

  25. Brava, hai seguito il mio consiglio del treppiede.
    Bisogna rispettare le tradizioni!!
    E insegnare ai nostri figli a farlo…😀

  26. Lolò: MA LO SAI CHE MI SA CHE L’HO BUTTATI VIA? (e come sara’, mi chiedo?)😀

    Marica: decisamente non abito in centro, bensì in zona roma nord-cassia. Là ci siamo andati per una passeggiata e per…comprarmi il cappottino! ^__^

    Gattuzz’: eh si, come Natale e la Festa della Mamma!!!😉

  27. hehehehehe troppo bello questo post, mi ha davvero messa di buon umore…grazie🙂

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...