nonne, du du du, in cerca di guai.

Preparatevi, che questo post è lungo un week end.

Nonna V e Nonna C al momento sono le nostre baby-sitter ‘a turni’. La prima, essendo già pimpante come una di quelle caramelle frizzanti al momento della loro rottura tra lingua e palato già dalle 05,00 del mattino, viene da noi fino alle 12,30. La seconda, che non va a dormire la sera prima delle 03,00/04,00 (possibilmente dopo autoroncolata alla nuca), non riemerge dal sonno prima di un’ora degna del miglior teen-ager in fase post “feste-dopocene-discoteca-e-cornetto-all’alba”. Quindi sono perfettamente assortite alla bisogna.

Guardate, me lo dico da sola: “come siamo fortunati ad avere le nonne che ci possono coprire questo periodo!”. Ecco, fatto il dovuto, passiamo alla parte succosa.

Cosa? Ma l’altra faccia della medaglia, ovviamente! Perchè -oh future mamme o anche mamme al momento ancora in simbiosi col fruttino del proprio grembo- sappiate bene che, per quanto il fondamento di ogni azione possa essere la buona fede, non c’è cosa che sfranga di più gli zebedei delle intrusioni non richieste da parte delle nostre, di madri.

Ecco di seguito alcuni esempi. Per ciascuno sento già l’indistinto vocìo: “eeeh ma capirai, robetta da nulla e poi sono così carine a venire a darvi una mano”. ALT. Non andate avanti in codeste peregrinazioni della mente. Vi esorto, orsù, a formulare una piccola addizione. Perchè tutto ciò che leggerete di norma avviene in contemporanea e, sempre di norma, ce lo sorbiamo noi donnine (uh, che novità) e mica i paparini santi.

Nonna V. dovrebbe arrivare intorno alle 07,45. Lo ha fatto UNA volta. Per il resto accade che, mentre ancora sto col piede penzoloni fuori dal letto, riprendendo coscienza della fisionomia del mondo, suoni il campanello. Ore 07,20. Voi CAPITE cosa siano 20-25 minuti in meno di pace-sonno-sbadigli in libertà-coccole mattutine col marito? Soprattutto quando, disserrata la porta blindata, non ci sia più modo di serrare le mandibole di nonna V, dalle quali sgorgano vocaboli a zampillo continuo, il tutto, secondo lei, sussurrando. Bene, è l’UNICA persona al mondo di mia conoscenza, che facendo pissi pissi bau bau riesca a fa’ più casino di quando parla normalmente. Lo sa che mi dà ai nervi. Ogni mattina si ripete, identica.

L’ altra nonna, non lo pensavo possibile, la batte di varie lunghezze. Noi diciamo che ha “la respirazione circolare”, forse inspira dalle orecchie o direttamente dai pori, perchè se qualche incauto pensa di potersi intromettere nei suoi discorsi durante una sua pausa pe’ ripija’ aria, si sbaglia di grosso. Ella, espira parole, ma non inspira di rimando. Credo che l’inquinamento acustico prodotto sia stato menzionato nel protocollo di Kyoto a suo tempo e che leda qualche decina di articoli della carta dei diritti dell’uomo. Quando C. inizia un discorso, non c’è cacca santa che tenga, non c’è ora del pisolino, non c’è momento della pappa o semplice necessità di sbaciucchiarsi la propria figlia di ritorno dal lavoro: ti DEVE formulare per intero il suo pensiero, ma cio’ significherebbe doverla ascoltare fino alla maggiore età della piccola. L’unica salvezza -e non è un’esasperazione di cio’ che avviene- è la FUGA, possibilmente chiudendo la porta alle tue spalle (la sentirai comunque continuare).

Inoltre: la prima (V.) ha un metodo subdolo per chiedere le cose. E non ne chiede una solamente. No. Starebbe là per permetterti di uscire a andare a lavuràr, MA…se incautamente non le lasci TUT-TO ciò di cui potrebbe avere bisogno e in bella vista, lei si perde. Non è in grado di aprire un cassetto, da sola. E anche qui, sono agli antipodi dell’esagerazione. Insomma. Non è che preceda con un semplicissimo “Dove sta il golfino di Rachele?”. Eh no. Dice piuttosto un lamentoso: “…eh povera bambina…uuuh ma che manine fredde…mah questa magliettina forse è troppo leggera…eeeeeeeh quando la nonna si potrà alzare ti prenderà un giacchino…eeeeeeehhh POVERA RACHELE”. E tu devi pigliare il suddetto giacchino che sta, appunto, appeso accanto al lettino della bimba, porgendolo alla nonna-cara.

L’altra su questo è gagliarda e irrompe in tutte le credenze, i cassetti, le ante degli armadi, con la grazia di una corazzata sul nemico. Il risultato è garantito, la modalità, certo, prevede che OH! Purtroppo possano esserci morti e feriti tra le suppellettili, i cardini e i nervi sfranti dal continuo BENG CRASH SDENG BADABABOM. Sempre quest’ultima, è giusto un tintinicchio ansiosa. Anche l’altra per carità, ma l’altra è pigra a tal punto che, in vecchiaia, preoccparsi=troppa fatica. Ergo grazie alla prima ho già totalizzato:

  • oggi Rachele ha fatto la cacca brutta (brutta??)/troppa cacca/poca cacca (ovviamente senza sincerarsi di quale sia stato il PIL di mia figlia in mattinata)
  • PAPPA#1 Perchè le mettete le zucchine nel brodo vegetale? Danno allergia. (eh? Ma se è la prima e l’unica cosa che tutti i pediatri infilano dentro alla brodaglia!) Salvo poi aggiungere un “mio figlio mangiava LE COSTOLETTE D’ABBACCHIO…”
  • PAPPA#2: La pentola nel quale fate il brodo è indecente, fa schifo. Ne ho comprata un’altra. E io “…quella pentola è stata già buttata e …qui (gliela prendo) c’era già quella nuova”.
  • PAPPA#3, un EVERGREEN: questa bambina non mangia a sufficienza. (dopo la pesata delle vacche dal pediatra, ha dovuto capitolare dicendo che forse-forsino la bambina stava bene così)
  • questo giacchino è troppo piccolo. -gliene compri uno più grande- ma non lo vedi che questo le dà fastidio? Eh, devi arrotolare le maniche! (mi dica chi non ha mai arrotolato le maniche ad un vestitino da bimbo)
  • perchè la bambina non dorme? (e secondo te perchè? La stai sballottando e quando lei frigna, nel lettino, anzichè calmarla le copri la voce con la tua, urlando di più…) ah, ci vuoi provare tu…Ma tanto non dorme mica.. (tempo due minuti e dorme.)
  • il ciuccio con la forma del palato non va bene. (e aveva ragione, gliele prendi uno “a ciliegia” che Rachele ciuccia beata. Lei però che fa? Arriva con un ciuccio nuovo, esattamente identico a quello che ti aveva detto che non andava bene e per dimostrare che ha comunque ragione fa smaniare la bambina due giorni -perchè lo risputa- prima di arrendersi all’evidenza…cioè che LEI aveva ragione…cioè…è una che riesce a far da bastian contrario a sè stessa!!! Applausi).

Che sia chiara una cosa però: sull’altra non si può dire altrettanto perchè non fa altrettanto…stamattina, dopo i primi 5 minuti, già c’era la Tv accesa sui cartoni.

Poi uno si chiede come mai io guardassi tanta TV

Che parta pure il coro “come siamo fortunati ad avere le nonne che ci possono coprire questo periodo!”

… e Buon week end…pure a loro. E di conseguenza, a me!)

20 commenti

Archiviato in "ma ci dica qualcosa di lei", de gravidantia... & poi, Quotidianità?

20 risposte a “nonne, du du du, in cerca di guai.

  1. hm. quindi io deduco che
    1.dai del lei alla suocera
    2.almeno quella che arriva presto la mattina è tua mamma, almeno ti fai meno problemi
    e 3. fra poco urlerai e ti sentirò pure io, da bologna s’intende.
    comunque (e lo dico solo per tirarti un po’ su perchè ciò che sto per scrivere mi deprime assajje) io non ho mamme vicine (una a 1000 e l’altra a 250 km), quindi se succederà avrò tanto tanto da spaccarmi in due. e, cosa peggiore, magari me le ritroverò ospiti in casa un po’ a turno. ma te lo immagini? mi vengono già i brividi.

  2. Meravigliosa Michelina!!!
    Avevo dimenticato quanta simpatia e VERITA’ metti nei tuoi post!!!
    Mi sto ancora sganasciando dalle risate!
    Amabili nonnine….🙂

  3. Zdora: si, averle vicine è comunque una manna. Però asilo-santo-subito da settembre. Credimi, i compromessi so’ tanti (no, non le do più del lei)🙂

    Cielo: UHAUHAUAUAZZ…. e io ti dico che sei saGGiSSimo a dore “vai di lettino accanto al lettone” a Pittrice!

  4. Any

    signoregesù!
    ma che tritapalle! O________O

  5. Rob

    Eppoi tutti a chiedersi com’è che in Italia ci sono solo figli unici.
    E’ che dopo aver capito di cosa sono capaci le nonne, ecco, te passa la voja…

  6. Mi sono scompisciata…
    anche se non ti posso capire in quanto:
    -mia mamma non ce l’ho più
    -mio papà lavora
    -i miei suoceri abitano a 70 km di distanza.
    E non siamo mai contenti eh?😛

  7. ahahah!!😀😀😀
    come godo (non ti offendere..tanto è goduria momentanea)..perchè tanto ho già capito che mia “suocera” è come nonna V. e nonna C. messe insieme: UNA TRAGEDIA.
    Già mi accoglie di primo mattino con discorsi(sempre gli stessi tra l’altro) inutili formulati alla velocità della luce e con punte decibel che hanno disinfestato la zona dai pipistrelli..mentre io cercando un caffè sibilo un “sìì” e un borbotto un “mm” a ripetizione.
    Ma sai qual è la cosa più grave: ho 26 anni, sto ancora finendo gli studi, non so dove andrò a fare la precaria e già lei mi dice: “io al MIO nipotino gli faccio la magliettina interna di cotonino dentro lanina fuori e poi gli do’ da mangiare le cosine buone e poi gli insegno tutto …” E PPOOOI???
    Non è ancora nemmeno in progetto sto bimbo che già mi ha terrorizzato con i suoi discorsi..
    Inzomma, un po’ ti capisco anch’io.
    Sigh!😉

  8. mi è venuta un po’ di ansia …

  9. sofficipensieri

    Arrrghhh! Non oso immaginare cosa diventeranno mia madre e mia suocera quando scoccherà la loro ora di sfoderare le migliori arti nonnesche!! Non mancherà niente di quello che hai descritto, già lo so…
    Brivido freddo lungo la schiena, nonostante la prima giornata caldina dell’anno…

  10. arya

    terrò presente, quando sarà ora di fare la nonna.
    per adesso rido…michelina sei straordinaria!
    😀
    io ho avuto 10 baby-sitter, portavo loro fortuna evidentemente, dopo qualche tempo tutte o vincevano un concorso o trovavano comunque un lavoro più interessante. tranne due, sono state tutte esperienze positive.
    ricordo che la prima (vicina di pianerottolo), il sabato e la domenica veniva a controllare se poteva fidarsi di lasciare la bambina a ME! ero anche un pò gelosa…ma rassicurata.
    le nonne le ho USATE solo per i mesi estivi, quando tutte le b.s. andavano in vacanza rigorosamente in date diverse dalle mie.
    ma lasciavo io le bimbe a casa loro…(case intercambiabili e vicine) al paesello vicino al mare, lontano 70 km da casa mia.
    risultato:
    le bimbe stavano benissimo, nonni e zie erano contenti ed io ero lontana…
    quindi tutto bene. 😉

  11. uhmmm, il giorno e la notte proprio, eh? Non ti fai mancare proprio nessun modo di farti rompere le scatoline, eh? vuoi per te quella silnziosa e quella ciarliera, quella che rompe e quella che invece è un po’ più apatica, insomma, vuoi provare la gioia di farti scassare in due modi diversi! ingorda!!!🙂
    no seriamente, io ti capisco. la maTre santa del mio uomo è già in grado di scassare a manetta adesso che siamo sprovvisti di prole, figurati quando sarà (il più tardi possibile) il momento. Mi a madre è invece così complmentosa e riservata da risulatare eccessiva nell’altro senso. Nonvoglio pensare a quando sarà nonna e dirà ad un eventuale nipotuccio di pochi mesi: “scusa, che posso disturbarti un momento per cambirti il pannolino?” teribbile!!! Asili santi subito!

  12. Any: ecco. E so’ pure femmina. Mi sono cresciute perchè mi venissero triturate.

    Rob: e le ho pure già “arginate”, sennò l’andazzo era mOOOOlto peggio di così.

    Gatto: mi dispiace per tua mamma…anche io e mio marito non abbiamo più da offrire i “nonni” alla piccola Rachele. SOLO DUE NONNE CHE VALGONO PER 4!!!😀

    Aureolina, ma a 26 anni mi prenderei il lusso di mandare a —biiiip— ogni tentativo di induzione alla maternità!!!

    La Vale: …e com’è?? NON CAPISCO!! 😉

    Sofficina: fai dei luuuuunghi respiri…ùn, dùe, ùùùn, dùe!

    Arya, GRAZIE! Forse sarebbe sufficiente non profondersi in consigli a getto continuo. Mica per altro, se sei stata mamma tra i 25 e i 35 anni fa, è ASSSSAAAAI probabile che qualche cosuccia sia cambiata, nevvero?? heheheee….Per la baby sitter tra un po’ anche io mi getterò alla ricerca disperata di una giusta…che quella seratina romantica ogni tanto, me la vorrei concedere, col maritozzo!🙂

    Crauto: Mai mancare niente, nonnò. Senti mmmaaa… tu maTre, con la T maiuscola, ce la chiami tu?? Nel senso: mi piace notare le somiglianze e una cosa che faccio sempre è, appunto, chiamare mia madre “la maTre”.

  13. Posso dire che conosco i personaggi?
    E che sono davvero capaci di sfrungugliare le palle anche a chi ha tanta ma tanta pazienza?
    Se poi prima erano in versione mamma/suocera era un conto, ma averle in versione mamma-suocera/nonne è davvero improponibile.
    Accazu… hai tutta la mia comprensione.
    Baciuzzi!

  14. AAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA
    AAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA
    AAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA
    AAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA
    AAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA
    HHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHH
    HHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHH
    HHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHH
    HHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHH
    !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  15. polena

    michelì, io le ho lontane.. e sono felice così! adoro mia madre, molto meno mia suocera, ma non ce la potrei mai fare.. mi piacerebbe averle più vicine, ma sempre a distanza di sicurezza del genere “non puoi tenermela tutti i giorni ma in caso di bisogno sì!”. In ogni caso, quando trascorrono più di 3 giorni a casa nostra, pago i 620 eurI di nido col sorriso sulle labbra!

  16. Fantastico… un pezzo bellissimo, sei di una ironia unica…

  17. ahahahah letto tutto d’un fiato, sante subito!! … ma che hai capito? Tu e Rachele!😉 Bacioni.

  18. Polenuccia…620?? Ma le scale dell’asilo so’ d’oro, almeno?

    Arthur: EGGRAZZZZIE!

    Francesca: mi prude l’aureola!😀

  19. ciao michelì..perfortuna quando c’erano le grandi piccine c’erano pure i soldi per la baby-sitter e quando è nata la terza sono stata a casa io (delirante..)

    però mia madre ancora adesso mi telefona per dirmi che ha visto una delle bambine :)) con la pancia di fuori e tu che sei la madre potresti dirle qualcosa eppperchè fa ancora freddo eppppoi mica andavate voi (io e le mie sorelle) in giro con la pancia di fuori evvvabbbè che sei tu la madre peròòòòòò è giusto che tu lo sappia che le tue figlie vanno in giro con la pancia di fuori.

    lo so mamma.

    ah.

  20. alè alè futura nonna minnie alèèèèèèèèèè

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...