Jobs. (anche col tempo indeterminato, credete, siamo silurabili tutti)

Mentre divento campionessa galattica di sorrisi in PVC già dalle ore 09.10 del mattino ricevendo altresì lo scettro di Miss cloruro in polivinile 2009, mi aggiro per i lidi internèttici come fossi un fumatore che s’è fatto un voletto transoceanico senza poter aspirare dosi.

Il tutto perchè, my darlingS, nel contesto ufficiesco nel quale mi muovo attualmente, (ma già muoversi indicherebbe forse una certa attività implicando anche la possibilità di un qualche interesse, cosa che invece non accade) leggerVi, googleare (leggi “gugolàre”) con parole a casaccio, controllare e scrivere posta, aggiornare lo status su facebook e robine similari, rappresenta l’unico valido appiglio che psicologicamente mi salva dall’aBBrutimento completo. Poi vai a capì, magari stanno monitornado in mio navigare sì da inventare altri motivi da licenziamento per giusta causa: “durante le ore di lavoro utilizza il mezzo telematico per i suoi scopi personali” (sè, solo io secondo te….). Peccato che sarei ben più volentieri rimasta nel mio settore di appartenenza dove il lavoro c’è ECCOME, se solo non fossi stata dirottata (...deportata?) verso un altro, anzi, per amor di precisione, in quello che -senza tanti premboli- puzza di morto …etichettato dalla capa del personale come “quello che con più difficoltà arriverà al nuovo anno“.

Ma che ci si può fare…eh… io ero fuori in maternità e mica potevo pensare di rientrare con le mie mansioni, no?? Ci sta già una pletora di sfruttati, sottopagati, in alcuni casi inesperti giovani ragassuòli con contratti a tempo. Quelli si che vanno tutelati e poi mandati a casa e poi ripresi e poi ributtati ecc ecc ecc… Io in fondo che pretendo? Sono giusto 5 anni e passa che faccio questo lavoro, ho un mutuo ed ora una bambina…Affari miei che azzardo a procreare ed a svenarmi ogni mese per poter lasciare a Rachele una casa sua e non un contratto d’affitto. Affari miei, che non mi sono messa dal primo giorno in ispettorato, vivendo così la mia panzitudo in maniera casalinga, andando anzi a lavuràr -coi mezzi- fino all’incipit del nono mese, cazzarola! Ma guarda te che pretese.

Interessante, nevvero? E sono in ottima compagnia, lo so. E sono anche più “fortunata” di altri/e, che non avendo un contratto a tempo indeterminato, non sono nemmeno tutelati fino all’anno della prole.

Resta anche il fatto che tutte le parti più ironicamente divertenti manco le posso ancora scrivere. Ma lo farò. (poi ne faccio un libretto di memorie, poi me lo pubblicano, poi lo traducono in 16 lingue diverse, poi mi comprano i diritti e ne fanno un film che viene visto all around the world, da là un sacco di merchandising e gadget con le paillettes, poi divento ricchissima e scicchissima da avere nei salotti bene a mangiare cioccolatini e sorseggiare té. …E visto che ci siamo Babbo Natale esiste.)

Da Giugno (dal 1° per l’esattezza), sicuramente, avrò tutto il tempo…

Ma dovreste vedermi…ah se solo mi vedeste… serafica come un cherubino, carina e coccolosa come avrebbero detto i pinguini di Madagascar, tranquillina come un serial killer tra un omicidio e l’altro, insomma.


…Più asce per tutti e buon martedì!

https://i0.wp.com/www.activemax.com/wp/wp-content/uploads/2009/01/madagascar_pinguini.gif

45 commenti

Archiviato in Lavoro, Leggi e diritto, Popoli e politiche, Quotidianità?, Solidarietà, un'accettata

45 risposte a “Jobs. (anche col tempo indeterminato, credete, siamo silurabili tutti)

  1. animapunk

    dire che schifo è dire poco. ma lo sai che amnesty international, proprio il segretariato internazionale, non la sezione italiana, ha messo l’italia tra i posti da tenere d’occhio per la quantità di violazioni dei diritti umani che si verificano e si farà una campagna su questo? cioè, il mondo guarda a noi come ad un paese dove i diritti umani vengono calpestati tutti i giorni.
    guarda come va e denunciali per mobbing, se continua, almeno questa soddisfazione. ev fammi sapere che un po’ di esperienza in questo campo ce l’ho….

  2. Beh, il mobbing è un reato…
    Documenta tutto, perchè se ne hai voglia gli puoi fare un culo così.

    In bocca al lupo!

    —Alex

  3. sofficipensieri

    Ma perché non si è trovata la madre di certi datori di lavoro a dover scegliere tra famiglia e lavoro??? Forse il mondo sarebbe un posto migliore…

  4. GC

    Scusa, che significa che dal 1 giugno avrai tanto tempo? E’ preoccupante, visto il contesto…

  5. Rob

    Scusa, facendo due più due deduco che dal primo giugno ridurrai i tuoi datori di lavoro allo stadio di sushi?

  6. Anima e Ad: purtroppo siamo anche tutti consci di quanto si debba fare per dimostrare un mobbing. Nonostante cio’, di certo ci sono parecchi estremi per dimostrare che c’è stato…come dire? Un certo accanimento, acuitosi vieppiù, dopo l’annuncio della maternità…bel paese che siamo!

    Sofficina: qui ci sono delle donne, a capo, che hanno lasciato i loro figli al terzo mese di vita per correre in ufficio per mantenere il loro potere. Vedi, i risultati tutto sommato danno ragione a loro…
    (non potrei mai, non avrei potuto e non avrei voluto. Se diventi madre ti prendi una responsabilità e se puoi scegliere -non tutte possono- di stare un po’ di più accanto a chi hai generato, fallo. Che caspita.)

    GC: hai capito bene…e non sai con che magheggi in progress. Ne parlerò, quando potrò.

  7. GC

    O che, fra titolo del post e accresciuto tempo libero, dobbiamo dedurre che ti hanno dato il preavviso e che dobbiamo marciare sul tuo ufficio per metterlo a ferro e a fuoco?

  8. …Rob…mi sfugge al momento il significato…mi sa che necessito di caffè…ma poi divento cattiva!😉
    (comunque in buona sostanza Rachele il 1° fa un anno…e quindi la sua mamma non è più ‘tutelata’…)

  9. eehhhh…e pensi che io non mi sia ancora levata il pigiama?!?! lllibera come una farfalla (ma forse è meglio così)

  10. leucosia

    michè, mi dispiace un sacco.
    io sono stata mobbizzata col mio primissimo lavoro, e con l’ultimo demansionata fino a dovermene andare…

  11. Che rabbia, mamma mia…
    Comunque, a proposito del controllare internet: una volta mi ritrovai nel mio computer un file immagine dove il mio capo aveva salvato la schermata del pc, con la pagina di internet e la cronologia.
    Mi ricordo che nella cronologia c’era Michelinastreghina🙂
    Chissà che avrà pensato andando a sbirciare nella mia cronologia e trovando i blog che andavo puntualmente a sbirciare…
    Lo so, furba io che non cancellavo ogni giorno la cronologia.
    Alla fine comunque sono contenta di starmene a casa ora: niente giramento di palle, nessuna irritazione dovuta al mobbing che subivo al lavoro, e mi godo il mio pargolo che gattonando gattonando esplora casa.

  12. Tanta solidarietà… io a progetto nel sociale e lui a spasso da fine marzo… ALLEGRIAAAAAAA!

  13. Non avevo dubbi che fossimo in una situazione, per quanto riguarda la tutela dei diritti, da terzomondo (senza offesa per il terzomondo, of course)…
    Anch’io ho un’esperienza “piacevole” fra i miei ricordi… Quando aspettavo Agnese, il mio angioletto, andai all’INPS e scoprii che per me che sono un fotografo, quindi un artigiano, non esiste la gravidanza a rischio. Quindi se sei in pericolo tu o il feto, puoi solo startene a casa senza lavoro e senza sussidio. Il sussidio lo danno solo alle contadine o alle minatrici (!).
    Mi dissero che avrei avuto diritto, però, a un tot di rimborso in caso di aborto o di morte del bambino. Carini vero? Si son presi un vaffa grande come un grattacielo.
    (Ovviamente quando Agnese, nata prematura, è morta, mi sono guardata bene dal mercificare il mio dolore)
    (all’INPS saranno stati contenti, via)

  14. Brix…allora, innanzitutto bentornata. E poi…ecco, non avevo realizzato la tua dolorosissima perdita.
    Sono schifata dalla mancanza di umanità …di tutti…di tutto. Un mondo nel quale non mi riconosco e nel quale non vorrei dovesse crescere mia figlia…sto avendo sempre più spesso pensieri del tipo “vado In Finlandia”…
    Un abbraccio forte.

  15. Zdora, flàp.

    Leuco: demansionata è la parola corretta. Così, tanto per iniziare.

    Gattonero: sono luuuusingata! Chissà, dai…magari da Giugno “chattiamo” da casa a casa!😉

    Arruffata: bri-git-te bardò bardòòò…Arruffa’, daje col trenino!

  16. animapunk

    tu raccogli tutto, lettere, richiami, prendi nota di tutto, non si sa mai. e cancella la cronologia, al massimo fagli trovare link a siti che parlano di mobbing, di denunce, di tribunali, di cause vinte con risarcimento danni…..’sti stronzi, possibile che la gravidanza debba essere una colpa, un passo falso, per loro? finlandia, sì.

  17. ti faccio un in bocca al lupo per tutto!!!!
    a proposito della “menzogna”…poco creativa…pochissimo….

  18. lagiraffa

    Però, visto che hai un contratto a tempo indeterminato, per silurarti devono fornirti una spiegazione molto, molto convincente, intendo dire molto convincente anche per un giudice! Comunque, dopo aver fatto la fame nello studio di un avvocato per qualche anno, e dopo qualche lavoretto “a termine”, sto provando ad “inventarmi” un lavoro, se ci riesco, lo brevetto..e guai a chi lo copia😉

  19. Micheluzza, ma che ti stanno facendo??!? Non voglio scrivere oltre, … però che schifo😦

  20. valeria

    al posto tuo io un culo cosi’, come dice alex, glielo farei volentieri.

  21. Michela, cara, posso scrivere la prefazione del tuo libro se hai bisogno…
    (co.co.co dal 2001, senza nessuna tutela, senza prospettive, meno male che la figlia l’avevo già fatta quando ho iniziato, perchè al secondo/a non ci abbiamo neanche potuto pensare…) Ti abbraccio forte, tieni duro!

  22. Anima: un caro amico parte proprio domani per la sua residenza finlandese…in questo paese non ci si riconosce più da tempo. Eh, lo si capisce, no?

    Giu: crepi! (per la ‘creatività’…cercavo un lato positivo! hehee)

    Giraffuzz’: eh…si, teoricamente. Poi purtroppo scopri che magheggi stanno facendo per far risultare la tua presenza “accessoria” e ti viene il conato pensando al deretano quadro che ti sei fatta per anni… Inoltre, ahinoi, sotto i 15 dipendenti A) non c’è obbligo di reintegro; B) al massimo hai dalle due alle sei al max mensilità lavorative…se vinci. E nel frattempo tu paghi avvocati e mangi bile. Fabuloso!!🙂

    Francesca….SE TORNI SU SUOLO PATRIO SE VEDEMUUUU …ma tu sempre in giro te ne vai!!!!!! ^_^

    Valeria: a pedate, ecco cosa. Con lo stivale con la punta di ferro, ecco CHE!

    Mari: ti chiamerò prontamente e farai parte dei proventi. …Con Babbo Natale ci parli tu?
    (Rachele ringrazia ballando “you are my sunshine-my only sunshine”)

  23. leucosia

    fui demansionata perchè commisi la correttezza di raccontare al capo il mio stato di salute…del resto per il lavoro che svolgevo, annualmente era prevista una visita medica di controllo, prima o poi mi avrebbero sgamato…cmq fu una bastardata coi fiocchi!
    ho letto gli altri commenti e allora: non è necessario andare in finlandia, credimi! anche in italia ci sono isole felici e ieri sera a ballarò hanno fatto vedere cosa combinano in valle d’aosta: asili modello, libri gratis fino alle superiori, pari opportunità garantite, lavoro anche per gli invalidi, e via discorrendo. ho dovuto cambiare canale per placare la mia invidia! baci e buon mercoledì!

  24. Rabbia rabbia rabbia e impotenza.
    Io con il secondo ho avuto minacce di parto prematuro tra il quinto e il sesto mese.
    Ero dipendente di una mia amica, consulenti del lavoro. Di maternità ne vedevo tante e sapevo tutto.
    Però mi misi in ferie, era estate e non mi andava di fare tutta la briga all’Ispettorato, poi, per un’amica…
    Volevo tornare e fare il part time, ma mi hanno fatto capire che ero stata serenamente sostituita da una giovane apprendista sottopagata e di un part time non se ne facevano nulla. Io mi sono licenziata. E loro non hanno certo insistito per trattenermi. L’unica soddisfazione è che nessuno sapeva fare le paghe come me, i clienti affezionati poco a poco cambiarono studio e io avevo la fila dei consulenti che mi conoscevano che volevano lavorassi per loro.
    Adesso purtroppo non sarebbe così, fra cocopro, cococo, cocodè, i datori di lavoro si arricchiscono e i dipendenti spariscono.
    Si dovrà pur cambiare qualcosa prima o poi!

  25. Leuco…ecco vedi? In fondo io sono fortunata.

    Lavì-Silviè, altro che cambiare la cOsa, io cambio la cAsa. Tutti in Valle D’Aosta.

  26. per la creatività…lo so che cercavi il lato positivo…è che in realtà il lato positivo non c’è… mi sono solo costruita un mondo di giustificazioni e ora sono fuori dalla realtà….

  27. Sì, anche Alto Adige per me…

  28. arya

    è vero, michela il mobbing è difficilissimo da dimostrare, anche i sindacati cercano in genere di scoraggiare eventuali denunce, per quanto ne so.
    cerca solo eventualmente di scappare prima di perdere l’autostima e la consapevolezza delle tue effettive capacità e competenze.
    il vero pericolo è perdere la spinta a riproporsi con convinzione.
    ma può darsi che vogliano solo punirti un pò per avere giustamente goduto dei tuoi diritti, sei una VERGINE, e sarai sicuramente molto brava e lucida sul lavoro.🙂
    tu comme la veedi???
    la risposta è dentro di te.
    …epperò è SBAGLIATA!(quindi coraggio)
    quelo-dixit

  29. noto che siamo tutti messi bene… che bella l’Italia!

  30. fra una disconnessione e l’altra Tiscali ti odio)… Grazie Michelina per la solidarietà, un bacio.
    Sono d’accordo con chi ti consiglia di annotare tutto, documentare il più possibile, per poi fargliela pagare con gli interessi, ecchecavolo!!!
    Anch’io mi vado sempre più convincendo che tornare a vivere in Canada non sarebbe poi un’idea così malvagia…

  31. Sono dispiaciuta e arrabbiata Miche’, fatti un bel fascicolo e, se ci riesci, spaccagli il culo.
    La vedo bigia in questo momento, chi lavora oggi in Italia non ha più diritti. “loro” invece hanno tutto il potere, lecito e illecito.
    Un bacio.
    R.

  32. polena

    u marò.. sta succedendo pure a te?!
    cherabbiacherabbiacherabbiacherabbia

    io sono stata deportata già in gravidanza, “momentaneamente” dicevano, da coordinatrice di 125 imprese a… centralino! wow!
    il momento più lungo della storia.

    io non ho consigli da dare a te, solo un abbraccio forte forte!

  33. (Polena, ma tu, riaprire il blog???…eddaaaaaaai)

  34. polena

    effettivamente avrei tempo da dedicargli (8 ore!)..
    onestamente? adesso no, sono troppo divisa tra amore e rabbia.
    nel frattempo sto mandando IO momentaneamente affanbush il lavoro, che tra un mese prendo la nana e raggiungo il suo papà per qualche tempo dall’altro capo del mondo.

  35. oh mamma..
    che è successo??
    rientro ora dopo du mesi di studio e lavoro (a nero)..ho capito, faccio il conto a rovescio per gli esami che mancano alla laurea e già so che sarò una precaria se tutto va bene..
    E’ indegno quello che ti stanno facendo, e il bello è che sta succedendo lo stesso ad una mia amica qui (il suo bimbo ha 4 mesi) che non è nemmeno rientrata al lavoro ancora e già sa che la stanno facendo fuori lentamente..😦
    mi spiace, ma ti ammiro, hai una grinta straordinaria perdinci!! Fagliela vedere!!!!
    GRRR!

  36. e tutti in coro (anche co’ la collega di Aureolina):
    AFFANBUSH-AFFANBUSSSSHH!

  37. La maternità in questo paese è quasi un lusso, altro che politiche per la famiglia, bonus e altre cosette ridicole. Io sono super-precaria e non so come farò quando deciderò di avere un pargolo, ma conosco tante storie come la tua… certamente ci sono casi fortunati… che non dovrebbero essere eccezioni.

  38. Simona….(a parte che la mitica coppia Tracy-Hepburn è tra le mie preferite, complimenti alla scelta per il tuo blog) in effetti siamo un folto drappello. E come dicevo mi posso anche ritenere “fortunata” perchè avendo il contratto almeno fino all’anno della bimba non possono fare nulla…

  39. Comunque, se pensavi di non lasciare tua figlia unica, io proporrei una nuova maternità. Un concepimento entro fine aprile, maggio e una maternità obbligatoria completa a casa più tutta la facoltativa. Magari intanto passa la crisi… magari…

  40. Lavinia….non ti nego d’averci pensato e di essere combattuta. Certo, lo volevo un secondo, ma non così presto…però chiaro che la cosa non sarebbe peregrina…

  41. animapunk

    sì, come ti dicevo ieri su fb….è un’idea!
    io direi:
    1- raccolta di prove di mobbing 2- messa in cantiere di altra streghina/o, che comunque un fratello/sorella nella vita ci vuole 3-intanto se la pigliano in quel posto per un anno e mezzo 4-durante la gravidanza pianificazione di fuga, altra ditta o altra città o stato, in questi posti del cavolo non bisogna mai rimanere perchè ti distruggi e basta, anche se riuscissi ad averla vinta 5- al ritorno, se ricominciano con il mobbing, denuncia(che pure se non vinci la causa fastidio glielo dai comunque)

  42. Animina, ora ti dico una cosa da donna. Dopo mesi passati col pancione, dopo altrettanti trascorsi -ancora adesso, ovviamente- con la panzetta, il male alla schiena lancinante, i vestiti che non ti entrano, ad allattare prima, a “esserci sempre e casalinga” poi…beh, il pensiero di rimettermi in queste condizioni subito subito non è che accolga prooooprio i miei favori.
    Però ti dico anche che…l’altra notte ho sognato che partorivo un maschietto (e manco facevano in tempo a farmi l’epidurale…ahia)

  43. animapunk

    eh, se ti capisco…. è la strategicità della cosa in questo momento lavorativo, che fa venire in mente l’opzione streghino….

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...