fiumi di inchiostro…

…. immagino verranno spesi da chi, come me e più di me, si indigna d’essere ORA un cittadino italiano. Che paese dello stivale, sul serio, che siamo diventati.

Ma io davvero non riesco ad esimermi dall’esprimere il mio più totale SCHIFO verso la ridda ignobile di leggi, emendamenti, tiri di pietre e lapidazioni su pubblica piazza, sull’indecenza, l’incoerenza, la mancanza di memoria storica e della più elementare pietà.

Ma COSA_DIAVOLO vuol dire la schedatura dei clochard? Cosa la tassa sul permesso di soggiorno, cosa l’autorizzare associazioni di cittadini che facciano letteralmente delle ronde “non armate” per segnalare eventuali situazioni di pericolo (perchè, ora io non avrei il sacrosanto diritto di denunciare tali situazioni alle autorità?? Ah no??) COSA, ancora e per di più, la possibilità di rendersi delatore d’un immigrato che si rechi ad un pronto soccorso per farsi curare??? Cosa vogliamo fare, quindi? Raccogliere cadaveri di poveracci che per una ferita sono andati in setticemia? Di donne che partoriscono sotto un cavalcavia? Ma dove è finita la costituzione, dove la carta dei diritti dell’uomo, di quelli del bambino, dove le pagine di storia nelle quali siamo stati NOI i primi immigrati in altri paesi?…E’ finita nel bagno del Berlusca? In quello della sede della Lega Nord? Ci si puliscono il culo, santo dio?

Ma voglio concludere con una chicca su toni decisamente più stupidini ma che a mio parere va ad ingrossare le fila degli articoletti classificabili come IDIOTI. Vado a citare:

Art. 7.

(Disposizioni concernenti il reato di deturpamento e imbrattamento di cose altrui)

1-bis. Chiunque vende bombolette spray contenenti vernici non biodegradabili ai minori di 18 anni, è punito con la sanzione amministrativa fino a 1.000 euro.

…ah ecco…a posto. Io cartolaio, se viene uno studente di belle arti oppure un ragazzino che vòle ridipinge aa bicicletta, beh, io nun je la vendo, la vernice, che poi me imbratta aa città mmia.

Perchè il problema deve essere del cartolaio, del medico, dell’agente di polizia senza mezzi e sottopagato, dell’immigrato che a stento è sopravvissuto a un viaggio della speranza, mica di un paese che oltre a far uscire leggi come fossero diarrea, si occupi anche attivamente di farle rispettare, di far davvero pagare la giusta pena, di iniziare da chi getta la carta per terra e finire con chi è stato condannato e si siede in parlamento.

Ma si, dai,  che si continuino a sprecare fiumi di inchiostro.

https://i1.wp.com/blog.wired.com/underwire/images/2007/11/30/erez_2.jpg

14 commenti

Archiviato in Attualità, Leggi e diritto, per bocca d'altri, Popoli e politiche, Quotidianità?, Solidarietà, un'accettata

14 risposte a “fiumi di inchiostro…

  1. sofficipensieri

    A me il clima che si respira in questo paese fa davvero paura… si va verso una deriva da giustiziere della notte, da-mi-faccio-giustizia-da-sé-che-tanto-chi-di-dovere-non-ci-pensa che mi spaventa da morire…
    è proprio vero che nei momenti di crisi, scatta subito la ricerca di un capro espiatorio… pane e circo… da brividi…

  2. verypipuffa

    hai ragione. punto.

  3. Pam McEaster

    sempre a proposito della nostra bella italia, posso segnalarvi questa pagina? leggetela presto, che ad ogni aggiornamento scompare il post precedente.

    http://www.robertoeclaudia.com/diario.htm

    ps: l’autore non è un pericoloso eversivo, ma un qualunque cittadino, che è anche un ottimo maestro di tango.

  4. lineadombre

    condivido tutto.

  5. missminnie

    non dovrebbero vendere neanche gli alcolici, il vino e le sigarette ai minori di anni 16.
    eppure le vendono.
    michelì, siamo messi male. ma proprio male.

    beviamoci su :))) (per me poco ehhh)

  6. Che tragedia. Non so più che altro dire. Indignarsi non serve a nulla. Chi dovrebbe rappresentare il nostro sdegno è a livello di puro spirito ormai.
    Siamo soli in questa tragedia.

  7. Anche io non ho parole.
    Comunque più che prendersela con il nano dovremmo prendercela con chi l’ha votato… (che non son pochi).

    —Alex

  8. Rob

    Ogni giorno ce ne riserva una nuova.
    Oggi non riesco a trovare appigli di alcun genere per l’ottimismo.

  9. Aggiungo solo una cosa Michy:
    questo è il paese del silenzio, dell’omertà, del gregge di pecore a testa bassa.
    Ma sulle cose su cui si dovrebbe tacere, fare gran rispettoso silenzio, si aprono dibattiti, si strumentalizza, si alza la voce, si alzano i toni.
    Quello a cui sta assistendo oggi Beppino Englaro è vergognoso, incivile, disumano.
    Ecco, sono veramente, veramente amareggiata.

  10. D’accordissimo con te, Michela (ci fosse più gente che parla così in tv, invece di imbecilli che sbraitano senza cognizione di causa) e con aureolina: si fanno leggi alla cavolo, si tace su tutto ciò che sarebbe veramente importante dire e si sbraita sulle uniche cose che dovrebbero restare private, intime, su tragedie che sono già tali senza tutto il circo mediatico e pseudo-moralistico che vi si fa attorno.
    Schifezza.

  11. vedete, proprio poco fa, a pranzo con mia sorella e suo marito (e io loro due figli più la mia puzzoletta-Rachele) si parlava proprio delle mete possibili.
    Dove scappare.
    perchè stiamo ingrossando due fila-di-massima:
    1- i guerrafondai e novelli che guevarini
    1- coloro che non possono combattere o nun je la fanno a pensare ad una “guerra”…e fuggono.
    E io? Io ho due mani, una ha la valigia, l’altra un’accetta.

  12. Bravissima Michela.
    Sono molto molto preoccupata. Anche perchè sento questo stato d’animo condiviso – l’ascia di qui la vlaigia di la e nel mezzo non si riescw a fare una sega. E intanto quello organizza allegro lotte civili ed epidemie di colera (perchè eh nun ce vole Rita Levi Montalcini a capire che se te, non decidi di offrire assistenza medica e civile malattie e sozzure producono danni anche alla tua casetta di Lambrate) e io non riesco a trovare attorno a me e probabilmente dentro di me, uno spirito di associazione e lotta sociale. Ecco.

  13. animapunk

    c’è poco da aggiungere o da commentare. e sottolineo che li hanno votati, è anche questo che preoccupa. vanno avanti come uno schiacciasassi, tutti i giorni una.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...