rieducational channel and very-very rieducational programmessss

Non avendo fondamentalmente nulla da dire, mi dilungherò inutilmente su un qualcosa attorno cui, in effetti, non si dovrebbe sprecare una parola.

 

Il fatto è che, questa roba, mi ha ormai dato così ripetutamente fastidio, da dover essere espulsa come un calcolo renale, come un pezzo di spinacio fra i denti, come un tocco di mascara finito all’angolino dell’occhio, come una mutanda tra la chiappa destra e la sinistra…insomma: FASTIDIO.

Situazione: negli unici momenti in cui mi stravacco sul divano facendo zapping convulso, orario vuole che becchi l’uno o l’altro programma su MTV oppure, se davvero mi ha detto sfiga, entrambi. Trattasi di formatSS educativi e veritieri come le tette della Ventura, cioè “Next” ma SOPRATTUTTO “My Sweet 16”. Direi di soffermarmi, quindi, sul secondo. Esso consta di codesti ingredienti transgenici:

  • uno stato USA
  • un ragazzino o una ragazzina che stanno per compiere i fatidici 16 anni, che là stanno come i nostri 18, perchè possono piglia’ aa patente
  • le loro case da 50 stanze + le loro famiglie che si puliscono normalmente il culo con bigliettoni da 6 fantastilioni di dollari
  • un gregge di di-loro amici e vagamente conoscenti i quali, come nei migliori serial stile college importati qui da noi, farebbero carte false per essere invitati al mega party
  • una location per il party il cui costo azzererebbe il debito nel terzo mondo
  • un super ospite di solito conosciutissimo in quel dato stato aMMeRRecano
  • il gran finale dove al cretinetto viene regalata una macchina che di norma va dall’ultimo modello di mercedes fino a, che so, Jaguar o Bentley o magari Ferrarine d’importanziòn.

Il copione si snoda più o meno nello stesso modo. Prendiamo il caso di una ragazzina, perchè le femmine, bisogna ammetterlo, toccano vette insuperate di imbecillità: si inizia con la cheerleader, o aspirante tale, di turno. La soggetta semovente nei meandri del suddetto scenario, è usualmente una portatrice insana di dieci chili di troppo, ma per tacere del buon gusto, va in queste boutiqucce e decide di prendere cosine del genere “tamarra Versace gran soiree”, che tradotto si estrinseca in un discretissimo completo maculato fucsia, scaldaspalle di latex e stivali di pelo di topo muschiato. L’effetto finale è da vera pretty-woman, ma PRIMA di incontrare Richard Gere.

Si continua scegliendo la location del festone e stravaganti modi per –> 1) invitare amici e gente appena intravista a scuola -ma FARE NUMERO serve eccome- 2) far pesare il più possibile agli esclusi la mancata entrata ed il divertimento epocale che ne conseguirà. La scelta vestito e la scelta locale, di solito sono costellati da interventi paterni, dove il genitore risulta essere un totale deficiente che la figlia si rigira semplicemente snocciolando un sorrisetto con lucidalabbra alla ciliegia ed un “ai love iu deddi!” miagolato a testa reclinata, sbraccicando un peluche sul letto (a 4 piazze che hanno nella “cameretta”).

E arriva il grande momento. La tipa ha più boccoli di Shirley Temple, c’è più servizio d’ordine che ad un concerto dei Rolling Stones e più coreografi e party-planners, con tanto di auricolare, che nel film in cui J Lo faceva l’organizzatrice di matrimoni… La sala è gremita, orde di adolescenti si agitano sulla pista e mi preme specificare che, a quanto pare, là le ragazze trovino fico ballare quasi esclusivamente dimenando il culo e mimando lap-dancer. Teneri virgulti.  

Sono due i momenti clou che mancano all’appello–> 1) l’entrata della festeggiata (c’è la doppia opzione: o ‘vintage’ dove scende da uno scalone tipo Rossella O’ Hara o scosciandosi da limousine glitterate), 2) la consegna della vettura, che avviene a fine serata, tra fari che illuminano a giorno e bave dei meno fortunati i quali vengono mantenuti dietro a cordoni di sicurezza da energumeni che mantengono i plebei lontani dal tappeto d’oro.

Qui e là richeggiano i “sooo coooool!” – “this is the best party ever!”…cui fa eco la festeggiata di turno…nell’ultima puntata vista, ha esclamato una cosa traducibile con un “E VOI UNA COSA COSI’ VE LA SOGNATE, STRONZI”.

Stronzo chi guarda.

Annunci

20 commenti

Archiviato in Attualità, Scemitudine, Televisione, un'accettata

20 risposte a “rieducational channel and very-very rieducational programmessss

  1. Del resto, visto il livello medio di MTV, questo mi sembra uno dei programmi migliori.

    Diciamolo chiaramente, MTV è come la “corrazzata Potiomkin” di Fantozzi… 🙂

    —Alex

  2. bitunicode

    poi c’è il sequel..cose tipo girlicouse…brrrrrrrrrrrrrrrrrr

  3. certo, è per incoraggiare l’emigrazione verso gli States fin dalla giovin età dei 16 anni!

  4. leucosia

    anche a me è capitato di vederlo …ha qualcosa di comico, specialmente quando le ragazzuole devono scegliere l’abito della festa! 😀

  5. Sono lieta di avere abolito MTV dai canali selezionabili col telecomando.

  6. mary6921

    Ma perchè non farne una versione sarda, magari trasmessa su Videolina (emittente più vista qui in Sardegna). Prendiamo una ragazzina di sedici anni di Putifigari, grande videata sulla sua casa al pian terreno nella via centrale del paese, con la nonna affacciata alla finestra, fazzoletto nero in testa, che urla ai giovani virgulti putifighiresi – bae innoramala, bae- (una sorta di vaffan… alla sarda). Arriva il mega premio, una moto ape con cassone dietro per il trasporto libero di pecore oppure di qualche forma di formaggio da vendere al paese vicino…. Boh… mi sembra più realistica questa.
    Comunque, appena la cuccioletta tua prende possesso permanente del telecomando, vedrai che il tuo fastidio sarà solo un ricordo lontano!!!!! 😉
    Ciao!!!

  7. Uh che me perdo.
    Che io oltre li canali nazionali nun vo’. Ma deve essere l’effeto Paris Hilton che li rincoglioniti tutti.

  8. si, è piuttosto inquietante. mi innervosisco da matti. mi inquietano allo stesso modo
    1-quel programma dove chiamano due ex, li fanno stare a tretto contatto per due giorni, e i rispettivi fidanzati stanno a spiarli da una stanza (spero, SPERO sia tutta finzione)
    2-quello dei genitori che fanno uscire il figlio/la figlia con altri due patnersvs perchè l’attuale non va bene (idem come sopra)
    3-tila techila. agghiacciante.

  9. deus! Non conosco nè il primo nè il terzo! Ma sono su MTV??
    (e comunque per il secondo: spero che davvero non siano tutti così volgari e maleducati coi genitori dei rispettivi partner, ‘sti teens ammerrecani, signoreggesù!)

  10. he he…si si sono su emtivì entrambi…ma il titolo del primo non lo so. se su gugol inveciue cerchi tilatechila (tila tequila, e non lo faccio più) ti vengono tutte le informazioni. super-agghiaccescion

  11. Pure io l’ho visto questo delle feste di compleanno dei sedicenni. Al-lu-ci-nan-te!!!!!
    E come Zdora, pure io ho sbirciato Tila Techila: mi mancano le parole per descriverlo, dovresti vederlo per capire che cos’é……

  12. confermo quanto ti dice zdora:esistono tutti e 3!! Il primo è terribile…ne ho vista una puntata …i due ex riavvicinati tradiscono i rispettivi…i quali…essendone a conoscenza ci danno dentro pure loro ma questo è niente!!!perchè poi quando il giorno dopo si trovano a scegliere se tornare con l’ex o stare con l’attuale…scelgono l’attuale!!!!!!!!!!!
    Rimpiango i tempi in cui Mtv era un canale di musica…. ormai è raro riuscire a vedere un video!!!

  13. sempre divertentissime le tue descrizioni! 😀

    E il bello è che mentre noi vedevamo Mtv per sentire le canzoni e vedere i video, adesso i nostri teenager crescono co’ ‘sta roba…

    Poi magari fanno anche qualche tristissima imitazione all’italiana, tipo quel programma dove risistemavano i motorini scassati, sulla falsa riga di Pimp-my-ride, dove meccanici superspecializzati rimettevano in sesto veri e propri cassoni da sfasciacarrozze mettendoci dentro inutili accessori da coattone, tipo tv al plasma, stereo da 5000W e, ovviamente spitturando con l’aerografo di tutto di più.

  14. animapunk

    brrrr……mai visti questi, ma conosco il genere…ma sarà vero? mio figlio a natale porta a casa la sua ragazza, che è di miami, e devo dire che sono un po’ in pensiero per il mio modesto appartamento….

  15. Zdora e Arianna, dovrò colmare queste mie imperdonabili lacune!! 😀

    Giugiu, in effetti la percentuale di buona musica si è di molto, ma di molto, ma di molto ridotta. Sigh, non ci sono più certezze…

    Michelangelo, graSSie! …ma io da piccola MTV non sapevo cosa fosse…invece c’era VIDEOMUSIC! (la cosa dei motorini era di una tristezza inverosimile, mentre PIMP MY RIDE liberava il lato PULP che c’è in me heheheee)

    AP: uddio l’angelo biondo de Miami! In bocca al lupo, che mi sa che ci vuole… 😉

  16. animapunk

    bruna con occhi verdi, la puoi vedere sul mio faccialibro, ma un po’ di timore c’è….altre case e altre macchine, tempo (oddio, anch’io ho una CHEVROLET, ma è una matiz con lo sportello anteriore sfondato… :(( )

  17. animapunk

    temo, non tempo

  18. è anche vero che, però, mica se la passano bene pure loro, adesso… Chissà se è una che ha votato Bush…PAURA!

  19. animapunk

    no no quello no, anzi ha fatto pure la campagna per obama, e la festa ad amsterdam dopo le elezioni, ecc, ci mancherebbe!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...