La penna.

Solo per dire che ci sono persone che non scrivono semplicemente, ma ‘semplicemente, scrivono’. Pensano, e tracciano solchi che a loro piaccia o meno.

Queste sono le persone per cui mi metto in fila, per le quali sono solo un numero, una visita, raramente un commento. Guardo alla loro capacità di sintesi, al loro incidere, ai loro incipit e alle chiusure fulminanti che illuminano tutto daccapo con una luce nuova. Sono mani spesso gentili, menti spesso sofferenti e sorrisi grandi e occhi acuti. Lo so. Sono loro che mi fanno sentir voglia di fuggire da posti come questo, perchè non sarò mai come loro. E sempre loro che mi costringono ad aver voglia di provare ancora a comunicare, in qualche modo, qualcosa. Provo a capire con cosa cucinino le parole, quali siano le spezie segrete, gli ingredienti, le mescolanze. Quali esperienze mi manchino, quali sensibilità o magari, chissà, quale sagace schiettezza, impervia bellezza, amara crudezza.

Solo per dire opperbacco, perlamiseria, santapace. Per dirle io, le cose stupidine, anche se loro le direbbero molto meglio.

Annunci

32 commenti

Archiviato in Senza Categoria

32 risposte a “La penna.

  1. e tu saresti una persona che non sa scrivere o che prova a scrivere? Tu sei una grande penna… almeno per il mio modesto pensiero.. complimenti

  2. si, infatti. sottoscrivo. giusto elen.

  3. ciao, ti ho trovata sul blog gattaro, mi ha fatto ridere il titolo del tuo blog e, poi quando ho leto che ti chiami michela e sei una strega ho pensato che forse il titolo era azzeccato…infatti anch’io mi chiamo Michela e sono una piccola streghetta (data la stazza più che altro la maga magò:))) felice di averti incontrato, a rileggerci presto.
    zia lella

  4. enzo serafin

    Nello scrivere la tua mano è gentile,spero che la mente non sia sofferente e che il tempo della tua vita sia lieve e gentile…….continua a scrivere…..
    un saluto e grazie…….enzo serafin(sono un amico
    di peperita ).

  5. helen, Zia Lella (o maga magò!) e Enzo, come prima cosa benvenuti. Vi ringrazio tanto, davvero. Avrei dapprima voluto disabilitare i commenti, perchè mi sono resa conto che poteva sembrare un bieco modo per attirare dei “mannòòòò, cheddiiici” ma ora in fondo ammetto che sono contenta di non averlo fatto. In verità ieri m’ero intristita. Mi succede così quando vedo cose belle. La commozione. Grazie di nuovo, spero torniate. Verrò a trovarvi (Enzo, qual è il tuo blog?)

    Zdora, tenchiù, tu mi fai sempre divertire moltissimo con il tuo blog. E’ merito di verduzzella catarì se TI SCOPERSI! (oddio suona promiscuo, eh?)

  6. enzo serafin

    Non ho un blog.Sono un insegnante che si occupa
    di disabili cognitivi a tempo pieno.
    Il mio indirizzo e-mail è:
    enzo.serafin@engim.it

    Ciao e auguri di ogni bene

  7. arya

    i post belli non mi intristiscono, cerco di godermeli e di riuscire a non commentare, per non aggiungere banalità…
    quindi capisco quello che vuoi dire, streghina.
    a volte mi nascondo per giorni dopo aver lasciato un commento inadeguato (a notte inoltrata cadono le inibizioni) che vorrei riuscire a cancellare.
    proprio non visito i blog amici perchè mi vergogno, anche se sono invisibile.
    poi torno…mi mancano troppo.
    tu, michela, mi hai regalato tanti sorrisi e risate, e qua torno… sempre, perchè mi piace quello che trovo, e so che posso fare anche commenti leggeri.

    … sono una strega anch’io…è rimasto libero solo il ruolo di nocciola, pare…oppure potrei interpretare grimilde (la mia preferita).
    amelia non va bene, è troppo GOTICA & DARK…e di questi tempi…potrebbe essere pericoloso!
    😉
    bacini alle streghette

  8. Michelina, ma che dici?
    Leggerti è un piacere!
    Le tue parole scorrono vivaci e perfette.
    Mai piantato lì un tuo scritto.
    …E grazie per averci lasciato la possibilità di commentare

  9. bitunicode

    stavolta ho pure capito…..fai tu!!!

  10. Pam McEaster

    insomma, dillo che – come me – vorresti essere anche solo la decima parte di storici personaggi tritoneschi, tipo
    A******, oppure, duole dirlo, il supremo capo A*** o anche, a limite, il miglior C******.
    la sensazione è che, per quanto ti riguarda, la distanza si faccia di giorno in giorno minore 😉
    io invece sono ormai perduta tra vanghe, vacche e altre amenità!

  11. Tu Michela hai un dono particolare.
    Forse te l’avranno detto mille volte.
    Ma è stata la prima cosa che mi ha colpito quando sono arrivata sul tuo blog.
    L’ironia, leggera e pungente allo stesso tempo.
    e non è da tutti.
    Tanti vorrebbero avercela e inutilmente ci tentano.
    Su col morale, un abbraccio

  12. Cara Streghina!
    Non ti mancano né esperienza, né sensibilità, né schiettezza.
    Sono d’accordo con mel, sai essere brillante e ironica, mai fuori luogo. Dote rara, credimi.
    Personalmente non apprezzo chi scimmiotta finta ironia o chi cede a discussioni inutili su come si fa ad far asciugare lo smalto sulle unghie colorandolo di simpatia..non mi interessano queste cose.
    Mi piace quello che scrivi e come lo scrivi.
    E siamo qui..qualcosa vorrà dire no?
    Sei l’unica che mi fa sorridere in biblioteca la mattina: il tuo post viene sempre a colazione col caffè. E mi dà il via alla giornata.
    Ecco tutto.
    🙂

  13. e arriviamo a rileggerci 🙂

  14. Rob

    Michelì, mi associo a Melania.
    E poi sugli occhi acuti, ‘nZomma, non vorrei aggiungere banalità.
    Non ti manca niente.

  15. tu scrivi cose piene di sorrisi, mi ricordo certi tuoi post in cui ho riso da sola mentre li leggevo..sei preziosa, michela, come sono preziose le risate che ci regali. giocare con le parole è allenamento : l’importante è che dietro ci sia dello spessore, se no applaudi, passi e vai, ma in mano non ti è rimasto nulla.
    da te dietro c’è un mondo. e questo è bello.

    cristina

  16. SIETE TUTTI DEI PUNTI ESCLAMATIVI!
    io c’ho una lacrimuccia in fuorigioco, davvero.
    Queste pacche sulle spalle arrivano al momento giusto e riceverle è un dono incredibile.
    Avete scritto delle cose così belle che non ho parole.

  17. Quoto tardivamente Melania.
    Io credo che bisogna giudicare i bloggeur per delle loro diversificate capacità. Ci sono blogger per esempio che con 4 parole te sintetizzano un mondo mentale un mondo possibile. Io vado li guardo e dico anvedi. Sono blog bellissimi. Però io penso che ci sono anche blog belli nella loro coerente leggerezza, nella capacità di essere leggeri in maniera elegante. Ironici senza volgarità. Un po’ come i comici ecco. Michela a essere pesanti e profondi so bboni tutti, molto di più che a essere leggeri e soavi et non imbecilli.
    Riconosciti la tua eleganza.

  18. leucosia

    io so solo che quando ti leggo, mi strappi sempre un sorriso comunicandomi emozioni…

  19. pipuffa

    Diciamo pure tutta la verità a Michelina: scrivi da far schifo!
    .
    .
    .
    .
    .
    .
    .
    .
    .
    .
    .
    .
    .
    .
    .
    Però ti vogliamo bene lo stesso!!!
    .
    .
    .
    .
    .
    .
    .
    .
    .
    Si capisce che scherzavo, vero? E se non avete capito siete tutti imbecilli, perchè la mia era solo una carineria!!!!
    ha ha ha ha
    Pipuffa-deve-cambiare-spacciatore

  20. e dopo i punti esclamativi, quoto i punti-e-basta di Pipuffa!
    Anche tutti gli altri so’ punti fermi.
    Buffa la vita del virtuale, eh? Bello che faccia anche questo.
    Ri-grazie, signore et signori. SuR serio.

  21. NightNurse

    ognuno ci riesce a suo modo
    e tu ci riesci assai bene,sai?
    e soprattutto con sorrisi appresso che è importante eh!!?!?!?!?
    🙂

  22. Volevo solo dirti (avrei dovuto dirtelo già il giorno che l’ho pensato) che ci sono state delle volte in cui io ho pensato a te esattamente come hai scritto nel post.
    Si tende ad amare ciò che scrivono gli altri forse perché ci si stupisce di leggere le cose che tante volte abbiamo pensato anche noi ma non abbiamo mai esternato.
    Esternare dei pensieri forti non è facile, quindi quando altri lo fanno per noi, si resta incantati.

  23. Ciao. Io è la prima volta che ti lascio un commento, eppure da due mesi in qua capito spesso. Ti ho incontrata per caso, per una tag in comune in un post credo. Ricordo che certe casualità negli argomenti, in quello che per me era un periodo particolare, mi hanno spinto a leggere in qua e in là. In particolare capisco benissimo quello che dici in questo post. Ci penso spesso. Credo dipenda tutto da quello che uno vuole comunicare e da ciò che l’altro vuole leggere. Di te mi piace la leggerezza con cui parli delle cose semplici di ogni giorno e che è una delle cose più difficili da fare…che ci vuole purezza negli occhi per riuscirci. Spero che il tuo attimo no sia passato ed in ogni caso so che, se ami scrivere, non potrai decidere di smettere mai. Ciao!

  24. LaVale

    ti leggo da un sacco di tempo e sopratutto ti ho cercata per un sacco di tempo quando hai cambiato piattaforma, sarà mica che trovo bello il tuo modo di comunicare?!
    continuerò a leggerti, probabilmente non sempre a commentare, perchè a volte credo che non ci siano parole da aggiungere!
    v

  25. Chi passa a trovarti continua a rimanere ammaliato dalla bellezza delle tue parole.
    Quindi un inchino ed una rosa (simbolica) oltre che un saluto

  26. mary6921

    … io però sto aspettando un’altro tuo post, adesso.
    Ajò, son già 6 giorni…….

    😉

  27. Martina mi hai detto delle cose bellissime e non sai quanto ti sia grata.

    Mimosa benvenuta! Una fetta di cheese cake per te e un té, che fa freddino! 🙂

    Vale…ma non è che linkeresti il tuo blog al tuo nome, eeeeh? 😀 -graSSie di tutto e della tua presenza-

    Scipione! Ma ciao!!!! Allora tiè ‘sto vasetto di cristallo, che la tua rosellina va trattata con tutti i riguardi.

    mary…ECCOMIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII

  28. LaVale

    ohibo’ .. pensavo fosse già linkato e non so come inserirlo se non qui : http://radiovale.wordpress.com/
    ciauzz

  29. Il risultato di una comunicazione dipende spesso dala bontá del collegamento tra il trasmettitore e il ricevitore.
    Per dire che certi scritti possono essere nulla per chi legge ed altri moltissimo.
    Certo é che i tuoi tracciano a fondo.

  30. ri-sbaciucchio a destra e a manca.
    😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...