Favola della Vigilia

Sono in ufficio. Il bello è che nessuno sa perchè. Vedete, tanto per farvi capire in che situazioni kafkiane mi trovi, vi voglio narrare questa favola di Natale.

Era un venerdì che precedeva il lunedì che sarebbe stato di Vigilia. Gente varia e colorata di rosso si scambiava doni, parlava delle vacanze, delle ferie, del cenone. “E tu? Ci sei il 27 e 28??” …. “veramente mi sa che ci sto anche il 24…” … “CHEEE??” diceva il coro dei colleghi festanti. Così la streghina cominciò a provare a capire che utilità avesse la sua presenza nella landa desolata che sarebbe divenuta l’ufficio la settimana seguente. E chiese alla fatina bionda delle partenze impellenti: “Fatina, tu che sei stata insignita del potere dal sommo Mago, dimmi alfìn la mia sorte”. Ma ella rigirava tra le mani il bloc-notes delle formule magiche e sillabava sommessamente il rito propiziatorio del “facciamo il punto e poi vi dico…”.

Le ore passavano, nessuno favellava e la sera tingeva di blu le arcate celesti. Di quando in quando un collega festante lasciava l’ufficio in una nuvola di porporina dorata scomparendo alla vista al grido di “ci si rivede giovedìììì”.

Arrivo’ la fatina bionda, che disse che nulla era in suo potere perchè il figlio del gran Mago come al solito non aveva sfornato oracoli pur essendo il referente putativo di quella parte del clan magico (si vocifera avesse perso la sua bacchetta mooolto tempo addietro e che il bastoncino che si trastullava tra le dita, altro non fosse che uno stecco di gelato di due estati prima).

Insomma: si doveva chiedere alla Fattucchiera Superiore dei Soldi ed altri Emolumenti, la quale, all’alba delle 17. 25, mandò un messaggio a michelinastreghina che diceva anch’esso: “Ma tu ci sarai il 27 e il 28?”… e michelina si domandò quando mai avesse richiesto ferie. Mai. Ecco quindi che le rispose (qui la versione non edulcorata) col quesito che tentava di sciogliere dalla mattina: “Certo, ci sarò, ma il 24, CHE DOBBIAMO DA FA’???”… Non paga, 5 minuti dopo, ascese al piano superiore, per recarsi nell’antro della fattucchiera e vederla de visu, ma…MAGIA!!! Era scomparsa anch’essa prima del tempo e nella sua caverna regnava il buio et il silenzio….

Così, morale della favola, la panciuta streghina si ritrovo’ il lunedì, a calcare le strade del Regno deserto, ad aprire l’ufficio altrettanto deserto ed a fare l’incontro con il Gran Mago il quale, con grossa ironia, ebbe a chiederle: “…Ma tu che ci fai qui? Dovevi essere qui, tu? Non eri in ferie? …uhm…evidentemente no…”

E tutti gli altri vissero felici e contenti.

P.S. ma la streghina verso le 12.00 farà un incantesimo e prenderà delle fiabesche ore di permesso, chiudendo mentalmente la testa a questo dannatissimo posto fino a che non si sia digerito cenone e pranzone e santostefanone.

Annunci

16 commenti

Archiviato in "ma ci dica qualcosa di lei", Lavoro, Quotidianità?

16 risposte a “Favola della Vigilia

  1. Uh allora non son sola.
    Che qui vige la regola che almeno un referente per ufficio ci deve stare, nella vigilia delle feste comandate, che il Servizio deve rimanere aperto perchè chissà mai cosa potrebbe succedere. E per stavolta mi sono immolata sull’altare della Santa Vigilia invece che di S. Silvestro.
    E fu così che stamattina, oltre a me porella si è materializzato in ufficio anche un altro losco individuo, che aveva preso ferie ma a cui rimordeva la coscienza ahimeè assai in ritardo.
    Dirlo prima, no, eh? che stavo a casa a cucinare l’arrosto alla senape e sesamo.
    Buon Natale, Michelina, a te e Panza e marito e Tabata e Serafino.

  2. verypipuffa

    Sono qui anch’io… in qualità di ultima arrivata, mi tocca la mattina della vigilia, pazienza…
    Buon Natale Michelina, a te e alla tua panza!

  3. mi accodo a farti compagnia, dalla mia postazione, anelando le 13.30 quando anche io mi smaterializzerò, per farmi coccolare da mani esperte per una profonda e mi auguro rilassante pulizia del viso, da sfoggiare questa sera vicino l’albero. Passa una bella vigilia e un sereno Natale. Tanti baci e tanti auguri!

  4. Manulea: che bei momenti!! …ma stasera via alle abbuffate… (pieno spirito natalizio, eh? Gesù bimbino mi fulminerà!)
    😛

    Pipuffa: fàmose coraggio! Un bacione e Buon Natale (quello di tutte quelle parti per cui lo ami)

    Francesca: …ed è anche uscito il sole! Non sai quante cose devo cucinare, Francescuzza….domani mi toccano gli antipasti e una insalata elaborata. E lo sai che mica compro le cose già fatte, eh!
    😉

  5. leucosia

    ma guarda che coincidenza! anch’io ho scritto sul blog una favola natalizia!
    Auguri Michelina, di tutto cuore!!!

  6. evacontroeva

    Io lavoro fino alle 17…….una martellata sui…..
    auguri Michy….

  7. ma ciao Michelina!
    benvenuta nel mondo dei fattucchieri della vigilia!
    mi aspettano a ore di macchina per la cena ed ancora non so quando uscirò dall’ufficio.
    poi qui c’è un nebbione da paura, quindi non so proprio se arrivo, diciamo.
    un augurio di serenità.

  8. ehi!!!
    la streghina delle feste è bellissima!!!
    Tanti auguri Michelina,
    buona scorpacciata, di parenti, ma soprattutto di delizie!
    😉

  9. Io sono in ufficio ed essendo vicina la fine d’anno e le chiusure contabili c’è tanto da lavorare….
    buon natale a te e alla creaturaaaaa

  10. d

    questa volta non lavoro, la vigilia.
    però cucino e mi diverto.
    auguri strega!

  11. Frà

    Ci sono pure ioooooo…
    😦
    Dopo 15 giorni trascorsi a letto per far riposare la mini-vita nella mia pancia, mi sono presa l’influenza la settimana scorsa… Ragion per cui per 3 settimane non sono venuta al lavoro.
    Il mio capo deve aver pensato che mi ero già abbastanza “divertita e riposata” e che oggi potevo tornare al lavoro, per del fantomatico “lavoro urgente da ultimare”.
    …..
    mah!

  12. Buon Natale! con affetto e serenità-

  13. Rob

    Michelì, auguri… ce se risente dopo santostefanone, che fa rima con panettone, torrone, e pure panzone.

  14. Be’ Auguri comunque!!
    A te e alla creaturina 😉

  15. Auguri a tutti voi che siete passati qui, grazie!

  16. Mi auguro che tu ti sia fatta rigorosamente i cazzi tuoi 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...