Archivi del giorno: dicembre 5, 2007

Silvia rimembri ancòr

Sarà perché me sto a casa, sarà che sto meditando su quello che voglio da un rapporto di amicizia e qual è il limite oltre il quale ci si sente stanchi di perdonare e di accontentarsi, sarà pure che facendo qualche passeggiata vicino casa ho rivisto dei luoghi del liceo… fatto sta che sono due giorni che mi frulla in testa una persona.

Silvia è stata una mia intelligente avversaria. Di quelle con cui sei in competizione perenne. Rarissimo caso dove se perdi non ti senti poi malaccissimo perché cacchio, lasciare il primo posto ad una così, vuol dire che mica ti sei battuta col primo che passava, vuol dire che la stima che nutri comunque per lei e lei per te si alimenta del reciproco agonismo e gode in ugual misura dei propri successi e di quelli dell’altro. Mica spirito francescano, eh? Che eravamo già piuttosto critiche entrambe durante l’ora di religione (quando non si ripassava qualcosa per le ore a venire, chiaro!), non si scordava mica che si era in battaglia. Ma le amazzoni hanno un loro codice e noi avevamo il nostro.

E allora mi sono ricordata di quando saltammo la scuola, con un manipolo di amiche ed andammo tutte a casa sua. Una mattinata di patate al forno fatte in team (teneri virgulti…hanno fame e che se fanno? ‘Na teglia de patate arrosto…), vhs di 9 settimane e mezzo e turni al bagno per usare tutti i trucchi della trousse della madre di Silvia. Era buffo essere conscia di essere stata insignita de “lo scettro in seconda”: lei padrona di casa, io bis-capetto della questione.E ancora ricordo quando ci arrivavano i compiti in classe di inglese corretti…una gara a chi pigliava di più (sé…io giusto in quello, che nel resto voglia di studia’ saltami addosso, mentre ammettiamolo: lei era una cima in tutte le materie).

E la mia vittoria più clamorosa: alle elezioni da capoclasse la batto di pochissimo.….poi ho capito che erano solo rogne e col cavolo che mi so’ più riproposta….

Chissà lei che fa, adesso. Secondo me si è meritata una laurea con la L, ha relazioni tormentate e fa ottime patate al forno. 

Oppure è fuggita su un cargo battente bandiera liberiana.

29 commenti

Archiviato in "ma ci dica qualcosa di lei"