magnate, suocere, castagne e pigrizia sul divano.

 

Non che il lunedì mattina non si abbia un alibi ormai consolidato che permetta d’andare un po’ a rilento…. ma oggi mi sembro la moviola di me stessa. 🙂  (poco male: il pc qui in ufficio è letargico più di me)

I quattro giorni di libertà vigilata si sono consumati in tentativi di beatificazione. Vo’ spiegando. Il primo di Novembre abbiamo optato per un po’ di sano autolesionismo, invitando a pranzo ENTRAMBE le madri-suocere. Già la mia genitrice vanta una notevole propensione all’inquinamento acustico, ma quella di mio marito ha…uhm… per così dire…una ventilazione CIRCOLARE che non richiede pause durante l’esternazione di qualsivoglia concetto. Anche dei più reiterati e noiosi. Evviva! Acclamerebbe Pippo Baudo.

Insomma: evitando simpatici siparietti che richiederebbero una lunghezza approssimativa di questo post pari a 269 righe e mezza,  arriviamo a metterci a tavola e la suocera -mia- si scorda abbastanza presto di fare quella che si sente tanto male e la suocera -del maritozzo, ovvero mia maTre- si scorda presto di fare le scene di quella che è uscita di casa “così com’era e oddio oddio avrei dovuto cambiarmi”. Ciò depone a favore del menù approntato, perchè si sa, a tavola se si sta bene, si scordano gli acciacchi e si mette su off la modalità “in punta di culo all day long”. E quindi via all’assaggio di formaggi pugliesi con miele e composte di frutta, per continuare con garganelli all’uovo, paglia e fieno, agli spinaci, scalogno e panna. Abbiamo continuato con il filetto di maialino alla crema di latte e marroni (profumato all’alloro) tralasciando l’insalata mista che tuttavia era pronta in frigo per concludere con coppette di pesche sciroppate, con panna montata e scagliette di cioccolata fondente.  Come sempre la suocera -mia- ha detto che non avrebbe mangiato. Come sempre, ha fatto il bis. 😀

Di pomeriggio, NON PAGHI, ci siamo scarrozzati la mia di madre, a IKEA e Leroy-Merlin. Ma che oriGGGinaloni!!! TUTTA ROMA E DINTORNI stava là, verso le ore 17.30. Nun ce provate, c’eravate pure voi, v’ho visto, che ve credete? Il risultato è stato parco e lungimirante: una pianta da mettere sul pianerottolo, un portavaso, un dispenser nuovo per il bagno che il vecchio s’è rotto e una teglia per muffin…che signora mia ce facevo l’ammooore da mesi, eh!! (quindi tra poco ve beccate er post culinario a tema).

La sera è il momento dell’accascio. Senza possibilità di scampo mi spennacchio come una gerbera che piega il gambo e si spètala e cado addormentata fino a che un -per me innaturale- istinto a fare la pipì mi riporta ai miei doveri da gestante.

Mi è venuto in mente che sull’ars oratoria di mia suocera potrei fare un post a parte…. anzi, direi che è quasi un dovere morale.

Sul resto del week end magari mi dilungherò poi, che mo’ mi vado ad assumere la mia dose di caffeina quotidiana concessa.

Voi tutto bene, siiii?

Annunci

32 commenti

Archiviato in Senza Categoria

32 risposte a “magnate, suocere, castagne e pigrizia sul divano.

  1. verypipuffa

    L’immagine della gerbera che si spetala è stupenda…
    Mi raccomando, Streghì, poco caffè!

  2. Cavoli, ma ora sei in nomination per la beatificazione? Perchè il pomeriggio festivo all’Ikea aggiunge tanti punti all’incrocio di suocere.

  3. NightNurse

    domenica intensa!!!!!quasi come la mia..roma/milano in mattinata/mostra di LaChapelle nel pomeriggio/piatta sul divano la sera..

  4. Todo bien..
    ankio fine settimana intenso: sono svenuta finalmente la domenica.
    :)buon lunedì.

  5. Pipuffen: only one x day! (‘na fatica…)

    Perla: c’era il bonus: non solo da IKEA nei festivi…ma con la MAMMA….

    NN: ecco. E non ci si è viste… 😦

    Aureolina: stesso svenimento. Bisogna santificarle, le feste! 😉

  6. baskerville

    mamma-suocera-ikea. sembra il triangolo delle bermuda. (la beatificazione, peraltro, mi sembra fuori luogo. che se hai scelto autonomamente tutto ciò è l’interdizione quella che ti spetta, altroché!) 🙂

  7. Una domenica un po’ meno macabra della mia, che non ho fatto altro che veder cipressi e croci.

  8. certo che non ti fai mancare nulla! tutto bene anche da queste parti… 😉

  9. Tutto bene un corno. Suocera… ommaigod. Sono piuttosto sensibile all’argomento questo lunedì. Mi vengono i fumi solo a pensarci. grrrrr.
    Ma attendo trepidante la ricetta per muffin che, si sa, hanno un enorme potere rilassante. Fai presto, Michelì.

  10. io…all’ikea non sono andata…..mi piacerebbe andarci ma avendo una casa….senza casa è un tantino frustrante! Io fatico a reggere mamma e faticavo con la “suocera”…figurarsele insieme…sarei schiattata!!! Comunque eliminando il moroso-convivente ho eliminato anche lei!!! 😉 almeno una cosa positiva c’è!!! Il mio ditozzo non sta malissimo…a parte che sembro sepre chiedere l’autostop!!!

  11. Bask: triangolo delle bermuda si…ma non era quello delle sparizioni?? Loro so’ rimaste, altro che!!

    Eternauta: se ti dico che a me i cimiteri -soprattutto in autunno- piacciono tantissimo, che replichi? 😀

    Super….eeeeh ce lo so che ti fai li uinchendini cheek to cheek!! E bene fai!!

    Manulea: che c’hai scritto un post?? AAAH mo’ vengo a vedere, eh??

    Ciugiu…però da ikea ci sono una quantità di cose belline assa’, per mici…… come sta il RE ormai IMPERATORE??

  12. anch’io attendo la muffin-ricetta!

  13. No, niente post. Ma riassumo qui:
    1. C’è la casa in montagna a 90 minuti di strada, noi vorremmo andare su un paio di giorni per il ponte, voi venite? Nooooooo nemmeno per sogno, stiamo qui. partiamo giovedì e facciamo i romantici per 24 ore. Quindi lui venerdì chiama la mammina per risolvere un problemuccio che lei ha creato con la casa nuova (fumo n. 1) e si sente dire “stiamo partendo”. Fumo n. 2. In un quarto d’ora ributtiamo tutto in valigia, saliamo in macchina e li troviamo a 300 metri da casa. Fumo n. 3. Da randellare a sangue per la felice improvvisata. Inutile dire che il pomeriggio del sabato erano tornati giù anche loro.
    2. la primavera scorsa l’amore mio, causa poco spazio a casa, caccia i maglioni in uno scatolone e li porta a casa di sua mamma. Domenica mattina la chiama: tira fuori tutto che qua non ho niente. Il grande genio invece cos’aveva fatto? Portato tutto nella casa in montagna e occultato non nell’armadio (dove li avremmo ben visti) bensì nel sottoscala. Quindi il maritino ora ha 2, dico 2 maglioni per svernare finchè qualcuno non tornerà lassù a prenderli. E sicuramente non saremo noi. Fumo n. 4.
    L’imbecillità non ha confini.
    Ecco, lasciamo perdere, và.

  14. Minchia ma tutte quelle leccornie che hai enunciato le hai fatte con le tue manucce sante? Hai capito la sora Michela.
    Posso dirti con assoluta certezza che a me non m’hai visto nei luoghi che hai citato. Forse all’Ikea pure pure mi ci lascio trascinare ogni paio d’anni, ma a Leroy Merlin, specie se col marito, non ci vado manco se mi minacciano con una colt alla tempia!
    L’ultima volta è stato in beata contemplazione di viti e vitarelle, martelli, scalpelli, tubi per annaffiare, per non parlare del reparto luce…brodo di giuggiole di fronte alle ultime novità in fatto di lampadine a basso consumo…io nel frattempo mi ero fatta un nodo scorsoio con una funicella trovata li e mi stavo impiccando a uno dei tralicci portanti della struttura. Ma che semo matti!!!
    Ieri pomeriggio ero sola a casa, io e il cane…fancazzismo assoluto, ‘na pacchia!
    Poco caffe’ tu eh!!!
    R.

  15. anch’io c’ho le transaminasi alquanto alterate: sabato abbiamo fatto la cenona-Thanksgiving.
    Tisana e carotina?

  16. Ammazza che menu! Posso venire pure io travestito da suocera?

  17. non vedo l’ora di leggere il post sulla suocera. Tu però devi esser sincera fino in fondo, tanto al maritozzo non glielo diciamo 😉
    noi invece domenica al nuovo centro commerciale Da Vinci, che naturalemnte sta vicino al parco Leonardo. Simpatici i tipi che inventano i nomi è? 😀

  18. Leuco: sarete accontentati! 🙂

    Manulea…. che prurito alle maaaani!! Che voglia di pigliare il mattarelloooo! Che poi non si dica che noi nuore non siamo vbrave massaie, no?? ahahaha!!!

    Raspa: maccccerto! Tutto con le manine mie!!! Addirittura la suocera ha dovuto ammettere che so cucina’ alla grande, tiè! 😉
    -per i mariti in trance davanti alle vitarelle ho come la sensazione che siano modificiati geneticamente-

    Cope: per digerire un pranzo di mia zia (di cui qui non ho parlato) mi ci vogliono di media 15 gg lavorativi!

    Off: ne basta una, peccarità!

    Francesca: in verità in verità ti dico… che quest’aneddoto che narrerò è ormai di dominio pubblico, perchè troooooooooppo da film di Verdone….

  19. ciao Michela, lo sai che pure mia madre e mia suocera sono ben “accordate” come le tue? ma saranno anime in parallelo pure loro? 🙂
    ti saluto e ti abbraccio più del solito oggi, perchè so che puoi capire che “tipo di stress” (ci lega e ci imbavaglia) ancora di più…
    Mayra 😉

  20. fiak

    Gira e rigira in questo blog si finisce quasi sempre a tavola!

  21. Grazie della comprensione, Mayra!

    Fiak… e mo’ che lo sai…vedi tu!

  22. il duca-conte birillo, imperatore dell’universo, passa le sue giornate al calduccio alternando le seguenti attività:
    magnare
    ronfare
    giocare
    (oltre ad espletare le altre funzioni fisiologiche)
    in pratica sta mooooooooooolto meglio di me!!!

  23. ciao michelì….alla fine ti hanno rimesso tutti i peccati, passati presenti e futuri..vai in pace, bambina..che dopo un giovedi così pure ruini t’avrebbe benedetto :)))

  24. laura

    non tanto ,grazie.

  25. laura

    quelle coppette di pesca, panna ecioccolato sono davvero interessanti

  26. eh ma miche’ io sto buonina come suocera però

  27. Urge pure la ricetta del “filetto di maialino alla crema di latte e marroni profumato all’alloro” (che io so fare solo la vile lonza al latte con carotine)

  28. innamoratacruda

    Magari fai un bel riassuntino e mi mandi tutte le ricette eh?
    Mi hai fatto venire una famina….
    (complimenti per la sopravvivenza ad Ikea e suocer on the same day!)
    baci
    S

  29. precaria

    io l’ho trascorso a leggere…prima però anche io sono andata dalla mia di madre…mi sono scansata ikea!

  30. io nun zo se te l’hanno chiesta perchè so settantacinque commenti, ma necessito primariamente della ricetta degli sgargarozzi, con gli spinaci, lo scalogno la panna, tu cuggino, etc:)

  31. Mihcela…tutto a posto?…non è che ti ho fatto incazzare troppo l’altro giorno vero? 🙂

  32. nataconlavaligia

    Attendo in ardente trepidazione post su suocera.
    E-si-la-ran-te!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...