BLOODY HELL!

 (immagine presa da un altro blog, questo.)

Alle medie c’è stato un momento in cui la mia specialità consisteva del dare soprannomi ai compagni di scuola ed alle cose. I neologismi che coniavamo con mia sorella, poi, sono forse stati il momento più alto del nostro comune estro cretivo (penZampo’ come se semo ridotte….). No wonder, quindi, che sentissi un impellente bisogno di trovare un sinonimo al termine “Mestruazioni”. Non andai molto oltre ad una pura constatazione amichevole della cosa, optando per un termine che ne indicasse il tratto saliente, la caratteristica principale….

Perchè:

…già devi passare attraverso le bandierine del granpavese che madri, nonne, zie (dal primo al quinto grado), conoscenti tutte, sventolano dalle loro finestre acclamando con quanto fiato hanno in gola:“è diventata signoriiiina”, (reiterando h-24 il tutto dopo, che so, opportuno acquisto di un paginone sul Messaggero, no?)

…già ti ritrovavi l’assorbente Lines, all’epoca non ancora alato e dello spessore di un pacco intonso di cotone idrofilo, no?

…Che oltre tutto c’avevi tutta una serie di acciacchi che includevano parti del tuo corpo di cui non avevi ‘sto gran sentore prima di allora….

…Che se hai un cane, di media, quello ti si piazza col naso davanti alle terga e non schioda nemmeno se gli soffi come un gatto bagnato….

Insomma. Dico solo che per i primi 5 mesi il ciclo mi venne nelle seguenti occasioni:

  • prima lezione di nuoto (e avete presente cosa la mente può ipotizzare in caso di fuoriuscite moleste, si? Siete stati anche voi martirizzati da piccoli dalla frase “se fai la pipì si vede perchè c’è una sostanza nell’acqua che si colora??”...ecco.)
  • partenza per l’unica settimana al mare a casa di mia zia
  • primo giorno di scuola
  • uscita -pomeridiana- co’ quello caruccissimo al quale stai facendo flàp flàp con le ciglione da qualche mese
  • la quinta volta delle prime 5 arrivarono di notte, provocandomi dei dolori lancinanti ai quali non potevo porre rimedio perchè la mi SANTA MADRE non includeva la possibilità dell’uso di antidolorifici per attutire il tutto. (ma aveva una ferma convinzione nello spedirmi a scuola il giorno successivo: bianco e grigio i colorini che avevo in volto)

E quindi come potevo chiamarle altro che le  SIMPATICONE?????

Annunci

37 commenti

Archiviato in "ma ci dica qualcosa di lei"

37 risposte a “BLOODY HELL!

  1. baskerville

    dilaga la moda delle mestruazioni. una marea rossa pronta a travolgerci. che sia colpa mia? 🙂 http://baskerville.wordpress.com/2007/10/04/in-fondo-e-sempre-un-questione-di-regole-ed-umore/

  2. eh.eh.eh. (guarda il ditino) sempre co’ ‘ste manie di protagonismo, suocerì!
    Adesso perchè hai trovato quell’edu-video disneyano spet-ta-co-la-re ti vorresti una menzione d’onore….

    e sia! 😉

  3. Non mi ricordo esattamente perchè, ma una mia compagna di scuola, alle medie, una volta riferendosi alle mestruazioni disse “devono arrivarmi le cugine dalla russia”..e, per quanto strano, nel giro di pochissimo tempo, tutta la scuola le chiamava così..
    mah..
    lo avevo rimosso..
    ogni interpretazione psicanalitica e non è gradita.

  4. arya

    si,
    direi che è sicuramente colpa di bask, l’ho pensato subito, è sempre lui che scatena i pollai…:-D

    …io inizialmente ero convinta che l’arrivo della prima mestruazione si potesse decidere in prima persona, perciò ero oltremodo scandalizzata che qualche amica le avesse già alle elementari !!!

    a proposito di scuola e mestruazioni:
    “un-due-trrèèè
    la Beppina fà il caffè,
    fa il caffè una volta al mese
    con le pezze del marchese”

    (amena filastrocca cantata sogghignando dai miei puerili compagni maschi delle SUPERIORI alle FEMMINE della classe considerate in fase SPM, cioè quasi sempre)

  5. Per me e la mia migliore amica, nonchè compagna di banco alle medie, sono tuttora…posso dirlo?….non ridete però…Zio Tom…ecco, ho confessato!

  6. Aureolina: ma è una GRAANDE definizione!

    Arya: ecco…sarebbe stato da sperimentare sulle loro nocche le prime scarpe col tacco. SPM o meno! 😉

    AC: zio Tom??!!!! Ah ma qui la cosa si fa interessante!! 😀

    Bit: eh si, anche tua mamma. ihihihiiiii….

  7. mapy1969

    Io quel pannolone là che descrivi, prima dell’obbligo all’utilizzo forzato ogni mese, lo usavo per fare da “materasso” al letto della “mezza-camera” della mia barbie!
    😉

  8. Io non ricordo come le chiamassimo, con le amiche. Ricordo solo mia sorella più piccola sbandierare la cosa ai quattro venti ai miei cugini maschi (e me, timida come un bruco, imbestialirmi in silenzio …). (quanto al post sotto) ho trovato la provocazione un po’ forte (anche se divertente), ma soprattutto sopra le righe le reazioni di alcune al post sul Graziablog …
    Bacio 🙂

  9. Ci avevo n’amica mezza sudamericana. viveva con il padre la madre stava in Cile.

    arriva in Cile e trova na festa in maschera all’aereoporto.

    J’erano venute.

    Tutto r monno è paese eh
    :))

  10. nightnurse

    ..che nervoso la mamma che lo disse al papà che lo disse alla nonna che lo disse alla zia e ai cugini!!!e io imbarazzatissima con questo impedimento mensile e un lines scomodissimo da dover utilizzare!!
    Poi son cresciuta,ho scoperto i tampax (benedetti loro!!), ho scoperto l’ibuprofene (altrimenti piangerei dal dolore!) e via, son pronta a lanciarmi col paracadute!!!!!…..però non ho mai chiamato il mestruo con nomi strani..per me è sempre stato “il mestruo”…mi ricordo in terza media un’amica mi disse -non vengo in piscina,c’ho i “parenti”..- e io -..e non li puoi vedere dopo la piscina?!?!-
    ..inutile dire la risposta dell’amica (e la conseguente mia faccia..)

  11. Impossibile non sorridere….
    😀

  12. Mapy: cosa può l’inventiva bambinesca!

    Lao: si, anche io le ho trovate sopra le righe. Diciamo acide. Diciamo ACIDISSIME! (ahò, mica saranno state “in quei giorni?” uahauhauahahaa!)

    Zaube: tara ta zùm, tù zùm, tà zùm, eeeh? (ti dico che Viterbo mi sa che poco differiva…..)

    NN: hhihiiii… ” i parenti”!!!!

    Cielo: sorridi pure quando vengono a tua moglie, ninnì?? 😉

  13. SIMPATICONE????!!!!!
    uhhahahhahahahahhaha
    viste le ricorrenze l’avrei chiamato più ROMPIPALLE!

  14. Mimhe… è un po’ come quando mi viene da chiamare “mammina” mia madre…e visto che sto per citare un film, chi meglio di te con “mammina cara”??
    😉

  15. Touchè!
    Ma sei tu che riesci a farci fare un sorriso, acidella!

  16. cielo: sono peggio dello yomo al limone, a volte. E il bello è che mi riesce esattamente quando l’intenziione non è quella!

  17. certo che sono un bello strazio….necessarie ma comunque ‘no strazzzzio!!! ma come è andato ha trovare un’idea del genere??? ce ne vo’ eh?

  18. Scusa tu…. ultimamente non mi riesce di farne una giusta, o quasi.

  19. “C’ho le cose mie” sentivo dire spesso dalle grandi, e avevano sempre un’aria scocciata e sofferente.
    “Mbe’ ma pure io c’ho tante cose mie, ma mica me fanno st’effetto..” pensavo io ignara.
    T’ho già raccontato de ‘na cugina che sviluppò a 9 anni, era la mia angustia. Alta bionda e co’ le tette. Io piiiiiiccola, seccardina, nera come un tizzo e piatta come ‘na tavolozza. Poi mamma vedendo il mio tormento mi spiegò e io iniziai ad aspettare. A quasi 13 anni alla fine il miracolo si compì. Ricordo che lo zio mi regalò 10.000 lire, un capitale all’epoca! Ricordo pure con meno nostalgia, che da quel giorno finirono i miei giorni di libertà assoluta ed iniziò un periodo di “libertà vigilata” direttamente proporzionale al lievitare delle mie tette 😀
    R.

  20. NYker: uno strazio si…non avrete MAI idea. Vorrei fosse obbligatoria una pillolazza almeno UNA volta nella vostra vita che vi facesse capire A COSA siamo soggette OGNI SANTO MESEEEEEEE!
    😉

    Cielo: tu pensa a star meglio e a ripigliare in mano le cose che non vanno.

    Raspè, ma non funzionava che chi prima sviluppava meno cresceva? 😀 Io guardavo con invidia la sorella di una mia amica che a 16 anni ancora nulla ed era una watussa! (pure io piccola e nera)

  21. come al solito chi non prova non se ne rende conto, ma le vostre vicissitudini ricordano un po’ i racconti de “i tempi del militare”. Del tipo:- mi ricordo quello stronzone del capitano …
    solo che a voi durano una vita … ed a noi al massimo (duravano … giuventu’ bruciata) 15 mesi 😉
    che dirvi … si diceva a militare .. e dopo si aggiungeva .. 😉

  22. saltato il parentesato .. metto errata corrige ..
    si diceva al militare:- forza e coraggio !
    e poi si aggiungeva:- e quando te passa? MAI! 😉

  23. barbie

    il mio nome in codice…quello che si può dire…le amiche fritz!!!
    😉

  24. Anch’io voglio fare il post all’emoglobina! Ma adesso non ho tempo: vale anche domani?

  25. Anfatti! La cugina è restata gnappa col capoccione, solo che io allora, da povero brutto anatroccolo, la vedevo come la pubblicità della Rocchetta: “aaalta, beeella”. Abbiamo la stessa età, l’ultima volta che l’ho vista porella, pareva mi’ nonna…ma constatarlo mi ha dato tristezza.
    R.

  26. prima volta: il giorno degli esami…vado da mamma e le dico “mi sento un po’ strana!” e lei “è normale….gli esami!!!” e io “no no mamma vieni in bagno a vedere!” Fortuna che mi ero abituata vedendo già due donne in casa….perchè a me …mica mi aveva detto niente…(un po’ in tante cose col fatto ero la seconda figlia…si dava un po’ tutto per scontato!!) Io li chiamo “i giorni in cui sono autorizzata a…. “(a seconda del contesto)…piangere…essere depressa…mangiare come un bue…

  27. ……………….ma perchè non è vero che se faccio la pipì lì..poi…ah….no?? stasera provo.
    🙂

  28. EFFETTIVAMENTE NEANCHE PER ME SONO STATE UNA COSA CARINA DA SOPPORTARE…UNA COSA…A ME SONO VENUTE UNA VOLTA MENTRE ERO IN PARTITA DI PALLAVOLO DI CAMPIONATO C1…TUTINE BIANCHE…TI LASCIO IMMAGINARE…:)

  29. Kijio: vera questa cosa del militare…. sono aneddoti che vi legano tutti un po’. Noi “all’alba” avoja ancora… (e poi pare che ci aspetti un altro periodino niente male, con la menopausa. Insomma: siamo nate pe’ soffrì)

    Barbie: LE AMICHE FRITZZZZZ AAAARGGGH!!

    Lavinia: ma ceRRRRto!

    Raspa: azz….

    Giugiu: ecco! Facciamo valere ‘sta croce del destino che c’è piombata in testa per qualche utile fine lucroso! 🙂

    Misia: attendo il riscontro domani, chiaro! 😉

    Precaria: da dire come il conte di “mai dire lunedì”: “nooooooooooo, i pantaloncini bianchi, nnnOOOOOOOOO!”

  30. baskerville

    non il conte, michè. in questo caso è il marchese 😉

  31. andychimico

    M’hai fatto sganasciare dalle risate… 🙂

    Le mie amiche dicevano che, visto che avevano il marchese, in quei giorni erano nobili. Oppure che hanno i lavori in corso.

    …ed io sono felice di essere maschio 😛

  32. Bask: ecco, quello è il nome che odio di più dopo il cacofonico mestruazioni!!

    Andy: 😀 vedi come siamo comiche noi donnine? Avoja a lavori in corso, ancora!!

  33. …per me sono semplicemente i MOSTRI!!! 🙂

  34. sono piegata in due dalle risate! miii che ricordi le prime “mestulazioni” (lo dicevano tutti talmente in fretta che io avevo capito si chiamassero così)…alle superiori le abbiamo cominciate a chiamare “la festa delle ovaie”, io personalmente ora le chiamo “quei 5 giorni in cui una donna si sente particolarmente osservata”(dalla pubblicità con la tipa che saliva sull’albero credo a prendere un aquilone). e si, anch’io avevo paura della scia rossa in piscina…

  35. Adina: i mostri!!?? E stanno sotto il letto la notte?

    Zdora: aaarghh. Quella pubblicità eraun incubus!

  36. mayra

    ciao mi chiamo mayra roca e nn riesco proprio a trovare un bel soprannome xqst ti lascio nome e cognome e spero ke tu mi riesca a dare una mano ti lascio pure la mia e-mail ciao ciao….
    mr-91-@hotmail.it

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...