Archivi del giorno: agosto 6, 2007

*Cheese-cake*

cheesecake-16noni.jpg

La ricetta l’ho cercata su internet e ne ho trovate, manco a dirlo, cinquecentosettantatrè.

Essendo un dolce che mi parla, per quanto io ne sappia, anglofono, mi sono basata principalmente su “tuttoamerica.it”. Però… io non ce la faccio proprio, ho un mio bug di sistema che non mi permette di lasciare una ricetta così com’è (in più quella del sito aveva delle quantità assurde!). Quindi prima l’ho provata ed essendo venuta BBona assa’, ve la riporto senza indugio alcùn!

INGREDIENTI:

  • 560 gr di formaggio spalmabile Philadelphia (è vero che è la cosa migliore, non vi fate tentare da altri)
  • 300 gr di zucchero bianco
  • 1 cucchiaino di fecola di patate (facoltativo)
  • 1 fialetta di essenza alla vaniglia
  • 1 pizzico di sale
  • 2 uova di media grandezza
  • 3 tuorli d’uovo
  • 100 ml di panna fresca non montata
  • un dito di latte (come misura prendete un bicchiere da acqua)
  • 2 o 3 cucchiaini di succo di limone
  • 1 pacco da 250 gr di biscotti Digestive della Mc Vitie’s (pure qui…niente marche diverse, se proprio vi “scappa” usate gli Oro Saiwa)
  • 80 gr di burro.

Passare al mixer i biscotti riducendoli in polvere, unire il burro fuso e mescolare finchè il composto risulti omogeneo. Versarlo in uno stampo tondo imburrato anch’esso e premere bene con un cucchiaio creando una base compatta. (se volete, potete prima foderare lo stampo con carta da forno. Io in questo caso non l’ho usata). Mettere in frigorifero per 1 ora. Mescolare il Philadelphia fino a farlo ammorbidire, senza che formi grumi. Aggiungere lo zucchero, la fecola, la vaniglia, il sale e mescolare. Quindi aggiungere le uova intere e poi i tuorli, uno alla volta. Gradualmente versare nel composto la panna, il latte e il succo di limone. Stendere il composto (che sarà molto liquido) nella tortiera con il fondo di biscotti e infornare a 200° per una decina di minuti, quindi abbassare la temperatura a 150°-160° e completare la cottura per circa 45 minuti. Far raffreddare completamente e conservare in frigo.

Il (o la) Cheese-cake è ottima servita con sciroppo di fragole o frutti di bosco e se ne trovano di già pronti, nei negozi e nei supermercati. In mancanza di questi o per usare la frutta fresca, lavare e tagliare delle fragole fresche per poi frullarle con un poco di zucchero e del limone. Io ho preferito lasciarle a tocchettini. 

…finita!

finita.jpg

21 commenti

Archiviato in c'è post in cucina?

Until the ocean covers every mountain high

Did you know that true love asks for nothing
Her acceptance is the way we pay
Did you know that life has given love a guarantee
To last through forever and another day

6 commenti

Archiviato in Musica

Meno 5!

Mi muovo appena, in questa settimana, faccio poco rumore, tento di scivolare come sciroppo d’acero. Faccio finta di non sentire i doloretti articolari e di non aver avuto la sorpresona, questa mattina, del maritozzo che, alle 07.40 si fregiava di un ottimo 38 e 3 di febbre. Porello.

Qualche notiziòla sparsa:

  • la foto qui sopra è “home-made”: si tratta infatti di una bellissima composizione floreale che mi regalò er conZorte un paio di anni fa e, così per la cronaca, fa da sfondo al pc di casa.
  • l’orzo in tazza grande con il latte bello schiumoso mica è male, eh?
  • è arrivata a casa, la macchina da cucire della nonna…avete presente quelle con il mobile, il pedalone, tutte di ghisa? Adesso giusto il tempo di eliminare 5 strati geologici di zozzeria accumulata in 30 anni e poi….
  • il week end è stato abbastanza piatto, tranne un paio di coincidenze davvero buffe….incredibile -forse?- come certe cose si notino solo quando le “si vuole notare”

Adesso mi sento “Hey Eugene” dei Pink Martini (uno dei 3 cd recentemente acquistati!) e tento di focalizzarmi sul fatto che, essendo in ufficio, qualcosetta la dovrei davvero fare.

13 commenti

Archiviato in Quotidianità?