riflessioni postali

Arrivata prestissimo in ufficio, (che Roma si è svuotata, ‘sto week-end) decido di andare a pagare una bolletta per una chiusura utenze della vecchia casa, trovata nella cassetta SABATO, con scadenza OGGI. (quando si dice "dare il tempo di"). La sede delle Poste di Piazza San Silvestro è una di quelle "centrali" ed è tra le altre cose, bellissima, visti gli affreschi ed i tocchi di reperti vari sparsi ora di qui, ora di là. A parte ciò, è anche enorme. Prendo il numeretto, mi siedo ed attendo. Arriva il mio turno, ovviamente dall’altro capo del lunghiiiiissimo corridoio. Non faccio in tempo ad arrivare allo sportello che scatta il numero successivo. Ho dovuto quindi attendere che la persona dopo di me, avesse concluso l’operazione. Al mio sorridente "eh…veramente avevo il C102" non ottengo altro che uno sguardo di commiserazione. Quindi, se andate in quella filiale, abbiate cura di:

  • non mettere i tacchi
  • se vecchietto, quantomeno essere arzillo e deambulante come un ventenne
  • capire subito che i due corridoi non sono comunicanti e che se quindi arrivi in fondo a uno non arrivi poi anche all’altro e ti devi rifare tutto il giro
  • non aspettarvi nè buongiorno quando arrivate, nè di sentire il buongiorno in risposta quando ve ne andateRollerskates.

Ed erano solo le 08.45.    **BUONA GIORNATA!**

Annunci

20 commenti

Archiviato in Quotidianità?

20 risposte a “riflessioni postali

  1. Accazu quella sede è bellissima…
    E’ grandissima e ne so qualcosa attraverso i racconti di Marius che ci ha lavorato durante la ristrutturazione…
    Vedi? dalle Poste a casa tua! 😉
    Buon lunedì!

  2. pluma

    diciamo che alla volta delle 10,45 le cose non vanno certo meglio.
    Michelina ha incontrato ben due volte (a piano terra e al rientro nel suo bel ufficetto, con la collega tanto, tanto simpatica) il corriere che conosce quasi come fosse suo fratello e questo, immerso nel suo autismo, ha continuato a seguire il suo filo invisibile senza degnarla nemmeno di uno sguardo.

    Michelina: BUONA GIORNATA dal resto del mondo

  3. Lolò: eccome se ricordo i racconti estasiati di Marius!!

    Pluma: altro che FILO invisibile! Mi sa che quella invisibile oggi so’ IO!!

  4. ci sono reperti esposti?!?
    che bello!
    se penso all’ufficio postale della mia zona, mi vien da piangere… ci sono stata una volta sola: fila doppia e lunghissima, fin fuori l’ingresso, che riempiva tutto lo spazio disponibile e formata da vecchietti a passo di lumaca, sedie a disposizione zero (ero con le gambe temporaneamente in vacacanza) impiegati sgrabatissimi…ci misi tre quarti d’ora per uscire da quell’inferno!!!

  5. Non esiste più la galanteria e l’educazione….. ma forse avevi gli occhiali scuri…
    😉

  6. Leuco, verissimo…gli uffici postali di media sono così come li descrivi. Un insulto alla civiltà.

    Cielo: hehehe, caruuuuuuuuuccio!

  7. ..queste regole valgono anche per la posta del comune dove lavoro qui in brianza…su 15 sportelli di solito quelli aperti son 2, devi farti una coda impossibile e quando è il tuo turno l’impiegato/a ti sbuffa in faccia come se fosse lì a farti un piacere!!!…come se fosse divertente fare code x pagare la bolletta!!!!

  8. Non ci credete, ma al mio ufficio postale (a napoli) la mattina apre alle 8:15 e nel giro di 20-30 min max mi sbrigo sempre…

  9. okkei, quando partiamo per napoli?

  10. Ciuff ciuff.. in carrozza……

  11. io quell’ufficio postale lo evito da quando ho beccato un matrimonio nipponico nella chiesa accanto…ho dovuto fare la fila per entrare perchè c’erano giapponesi che fotografano altri giapponesi(invitati quest’ultimi) che fotografavano gli sposi(giapponesi)!!!

    ehm..mi rendo conto che sono stato chiaro come una illetterato ignorante..sarà il caldo :))

  12. (Napoli è bellissima!)

    Bituncode, mi verrebbe da risponderti… UUUUUUUUU!

  13. Le poste italiane sono famose anche per questo.

  14. Meravigliosi ed indispensabili pattini!

  15. Io per anni ho lavorato a uno sportello (Motorizzazione) e a ogni persona dicevo “buongiorno” e sorridevo e cercavo di essere gentile e disponibile. Provavo insomma a comportarmi così come avrei voluto si comportasse con me l’impiegato allo sportello se l’utente fossi stato io. Però mi rendo conto che la norma non è questa.

  16. Scipione, vero. Ma vorrei davvero si giudicasse anche questo, in ambito lavorativo. Soprattutto chi ha a che fare con i clienti. Capisco lo stress… un po’ meno se già dalle 08.45 della mattina hai già rinunciato a dire “buongiorno”. Mi fa pure un po’ tristezza.

    Lavy-Lou: adoravo andarci…mi sarebbero serviti anche ieri! ;->

    Luciano: merce rara, il sorriso. Bravo, per quando l’hai regalato a chi veniva allo sportello con le sue magagne già nello zainetto!
    ^__^

  17. Io ci ho la posta di via marmorata, non è così bella, pure se MIster C dice che l’ha fattta un architetto fico e un po’ si vede. Ma ci ha le seggiolette sottttttttissimo r nummeretto e io sto in guardia e scatto come una contrada ar palio de Siena eh!

  18. arya

    per un caso strano della vita ho lavorato 2 anni in un ufficio aperto al pubblico ( un odiato ufficio tributi!) non allo sportello ma ad una scrivania.
    Niente di più lontano da me e dalla mia storia professionale, il mio ruolo era provvisorio, più di “filtro” che esecutivo, ma ho cercato di svolgerlo nel migliore dei modi.
    Sorridente e gentile nei limiti del possibile, questo spiazzava gli utenti, che 99 volte su cento arrivavano già disposti al litigio.
    Ricordo con piacere quel periodo, e incontro ogni tanto qualcuno che si ricorda del vasetto di fiori freschi che tenevo sulla scrivania, e del mio profumo.
    Ah, l’ufficio postale che frequento funziona benissimo, anche se situato in un orrendo prefabbricato con porte di plastica!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...