dimore, magioni (seconda parte)

Tre tavoli, dicevamo. Come le tre classi che c’erano un tempo sui treni: prima, seconda e terza.

Rimaniamo fermi là, come statue di sale, attendendo che qualcuno ci dica dove sederci oppure che qualcun altro, temerario, prenda l’iniziativa e scelga da solo dove piazzarsi. Arriva la padrona di casa, mentre il marito (che mi ostino a figurarmi vestito in giacca da camera damascata e pipa, ma non è così) ha già preso posto con un paio di amici al tavolo in fondo. Ed accade quanto segue: i "vertici" della mia azienda ed un giornalista più anziano (un tesoro, una persona meravigliosa, un amico) si siedono al tavolo con LUI; gli autori e consorti, i registi and Co. si siedono al tavolo con LEI, che sta bene attenta a deviarli, qualora si stessero per sedere all’ultimo tavolo…il nostro…quello riservato a: segretarie, montatori, tecnici, e figure varie di produzione-tv (io, il grafico ecc ecc)… Insomma, cominciate a chiamarmi Jack Dawson, solo che spero di non affondare col Titanic, come un topo nella terza classe. Ovviamente la nostra posizione era quella più esposta al vento, quindi narro e chiudo subito il simpatico siparietto che -a cena inoltrata- ha visto arrivare la padrona di casa con degli scialle, prontamente presi sia da me che dall’unico regista seduto al nostro tavolo (non a caso il più trucidone). Per mancanza di un posto nel tavolo di LEI, ovviamente… Insomma, metto ‘sta stola, sottilissima, la quale adagiandosi fa questo suono "PFUFFFF" e nell’arco di tre nanosecondi ha profuso più calore di una stufetta a gas. Semplice, siori et siore: cachemire purissimo.

Cosa attendete da una cena "apparecchiata" così? Caviale? Astice? Tagliolini al cedro libanese e frutti di mare freschissimi? Money_by_irfan_fatboy_2Eh no. Acqua. Il primo si componeva di ravioli con un ripieno di ricotta e spinaci …credo…perchè per trovarlo dovevi penare assai… il secondo un arrosto che se mi assumono là come cuoca gliene preparo io uno degno di questo nome, delle verdure  (patate e zucchine) molto buone e saporite ad accompagnare la carne, quindi due torte diverse: una al cioccolato che non ho assaggiato ed un’altra, ottima, alla ricotta, quindi ananas e per finire gelato (io ho preso solo la crema. anche quella devo dire eccezionale). La cosa curiosa è stata il servizio. Di norma, se ci sono i camerieri che arrivano con i piatti da portata al tavolo dei commensali, gli stessi si aspettano di venire serviti…invece no! Loro porgevano, tu ti servivi da te. (MAH!??). C’è da dire che l’essere il tavolo-plebaglia ha fatto si che non ci sentissimo con dei manici di scopa piantati nelle terga e che quindi la cena sia filata via liscia, tutto sommato.

La questione bagni. Come anticipato in un commento ieri, la "toilette disponibile" (bella, eh? Algidissima, Sembrava di stare in Hotel) era 1. Il che vuol dire che abbiamo, se non altro, fraternizzato tra donne, facendo la fila…

Breve, sul dopo cena: siamo risaliti al terrazzo sovrastante quello dove s’era mangiato, per poi scoprire che ce n’era un altro e…poi un altro ancora. Una sorta di torretta d’avvistamento che andava dagli appennini alle ande. DJ di lato e "musica della festa di terza media" dice impietoso lo stesso Regista che aveva invocato la luce di un bengala agli antipasti. Il tempo di buttare giù un "Genepi", di far passare un altro quarto d’ora senza avere la tentazione di ridere a crepapelle per gli sculettamenti sfrenati di un tipo assurdo al canto di "Bamboleee-O..Bambolee-A" e me ne sono ridiscesa verso terra, Cenerentola de’ noantri, ma tanto contenta di filarmela a letto, in una stanza normale, in una casa normale, col mio marito bello e…due bagni disponibili.

Annunci

11 commenti

Archiviato in Quotidianità?

11 risposte a “dimore, magioni (seconda parte)

  1. ma quante terrazze c’erano?!? Da quello che capisco un numero inversamente proporzionale a quello dei bagni 🙂 La diplomazia in queste cene è l’ingredinte fondamentale. Bellissimi questi 2 post, scritti veramente bene. Brava Cenerentola 😉

  2. Uh come avrei voluto essere una zanzara per gustarmi le espressioni del visetto della streghina…
    ragazzi che esperienze…

  3. …beh, un solo bagno disponibile perchè loro sono poco…bisognosi!!!
    😉

  4. Francesca: ma grazie, querida.

    Manulea: avrei dovuto fare delle foto, eh sissì. (e mica solo alle mie facce)

    Barbie: :-D))))) ah questa è bella!!!

    Sirena: con il Regista avevamo pensato di farlo “accidentalmente” volare giù dalla terrazza, in strada.
    “scusate, ho dimentiocato una cosa in macchina” zàc! Acchiappavi il maltolto e te lo piazzavi nel portabagagli…
    heheee….

  5. bel piano avevate ideato! ma scommetto che la Padrona Di Casa si sarebbe precipitata a riprenderlo
    😉

  6. arya

    bellissimo,

    … già vedo un film – commedia stile misto fra “compagni di scuola” , “la terrazza” e fantozzi alla cena della contessa qualcosa-mazzanti-viendalmare.
    Non mi pronuncio sul casting, anche se qualche idea c’è l’avrei….
    … ti può andar bene per il tuo ruolo, che so……vediamo… vediamo…
    …acc.!

    non c’è nessuna attrice giovane, brava, carina, simpatica e non stupida come te, con gli occhi AZZURRI!
    …. dovrai farlo tu!

    …però un pensierino allo scialle in chachemire……..una vera provocazione….no?

  7. Leuco, con ffare noncurante, quando sono andata via ha detto, agitando la manina nell’aere: “mah…lascialo pure là…o là…o al piano di sotto….” :-S

    Arya, mi ripeterò: davvero sembrava di stare su un set cinematografico!
    La mia amica Lorelluzza dice che secondo lei assomiglio alla Mezzogiorno (boh!!??) faremo fare il provino a lei, va’!
    (era più bello lo scialletto che aveva preso il regista accanto a me!)

  8. arya

    ok,
    può andare…mi piace, anche se la trovo un pò troppo severa per il tuo ruolo.
    …se davvero le assomigli complimenti!
    è bellissima e raffinata.

  9. Due bagni sono necessari.
    Specialmente se in casa si è in tanti.
    Pensa al mattino quando tutti hanno fretta e il bagno è occupato.

  10. missminnie

    mi consola che nella mia casa ikea-scatole-che-tanto-siamo-provvisorie-da-sei
    anni, ci sia un bagno solo..
    mi mancano : le terrazze con vista roma, le tavole rotonde con tovagli rabasta-per-terra,
    i camerieri, i registi, il
    diggggiiieeii…E SOPRATTUTTO
    GLI SCIALLETTI DI CASCIMIR.

    ciao michela, passa un buon week end..grazieadio siamo fatti di un’altra pasta..noantri

    minnie-sorrisino

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...