tirando le fila e filandomela con voi

Dunque. Io non ho ben capito, quando ho accettato di migrare con la famigliola Kataweb, se il mio blog si chiamerà ancora "Saremo mica tutte Anime In Parallelo?" oppure "michelinastreghina".

Uhm….

Fa uguale? V’aspetto là? Preparo le tartine e i cocktails? …

Annunci

22 commenti

Archiviato in mi salta in mente

22 risposte a “tirando le fila e filandomela con voi

  1. Son sicura che farai un qualche maghezzo e ti ritroveremo sicuro.
    Posso portare qualche spiedino di frutta per la festa, che co ‘sto caldo son sempre graditi…

  2. secondo me, resta anime in parallelo, anche se, personalmente, trovo tanto carino michelina streghina

  3. ma io credo di aver capito che se si sceglie di cambiare piattaforma, e mantenere un blog gratuito, l’indirizzo cambia, e pure il nome, mentre se si deci de di abbonarsi a kataweb, si paga l’annualità, e mantieni il nome e l’indirizzo…
    io ancora non ho fatto nulla, ma credo di lasciare tutto come è, tanto l’abbonamento non è tanto, ma sono sicura che mi si trova sempre.
    Bye

  4. L’indirizzo sarà ancora michelinastreghina ma come si chiamerà? boh…

    Io ti ho linkato, quindi la strada per arrivare a te sarà sempre la stessa!

  5. io mi illudo di aver risolto, scrivendo supercri dappertutto…speremm!

  6. perfetto….io ho capito proprio il contrario di barbie…
    :S

  7. laura

    Aiuto!vi troverò ancora?!….

  8. mi sa che dovrai avvertire tutti uno per uno del tuo nuovo indirizzo altrimenti sarai irraggiungibile.

  9. io ho capito che rimane tutto uguale e invece cambia l’indirizzo de quelli che pagheno: questo perchè katawebbw divorzia da tipepadde. quelli che pagheno rimangono co tipepadde, quelli aggratis vanno co katawebbe e l’indirizzo dovrebbe rimanere uguaglio.

    Ma i coloretti della pagina – RIMANGONO UGUAGLI? se mi dipingono di arancione collasso.

  10. GC

    Migrazione? kataweb? Campio di indirizzo?

    Aho?

    Ma se ti perdo per strada, mi mandi un amail con l’indirizzo nuovo?

    Ed, a proposito, ma riusciremo ad incontrarci (consorte compreso, naturalmente, se ti pare) prima che io emigri da Roma per 15 mesi se non di più?

    Ciao,

    G

  11. io al massimo divento melaverde, che brutto non è. ma secondo me sarà molto più semplice di come pensiamo. il problema è …come pensiamo?

  12. VQ

    Succede che Kataweb ha deciso di non usare più la piattaforma Typepad. A quanto pare passerà a WordPress.

    Le nuove iscrizioni servono ai tecnici Kataweb per sapere quali blog migrare dall’uno all’altro sistema (i post, i commenti, la configurazione). Questi continueranno ad avere lo stesso nome e lo stesso indirizzo, che appartiene a Kataweb. E continueranno ad essere gratuiti.

    Chi non volesse lasciare Typepad, dovrà pagarsi il servizio, non più fornito tramite Kataweb. Cambierà anche l’indirizzo (sarà tipo: ‘nomeutente.typepad.com’), e la migrazione dei contenuti avverrà con l’assistenza di Typepad.

  13. missminnie

    anch’io emigro..stò preparando la valigia di cartone, lo spago, gli agnolotti e la fonduta..da qualche parte si andrà..

    minnie-adieu

  14. willyco

    ho voglia di cambiare aria: su splinder non c’è pubblicità e le possibilità sono anche maggiori. E non mi tolgono il nome

  15. Nessuno sarebbe così gentile da mandarmi una mail spiegandomi cosa sta succedendo e cosa dovrei fare del mio blog? Dove devo migrare? Come si fa? Help!!! Non ho tempo per andare a cercare le istruzioni!!!

  16. Io mi sono messa a chiamarmi silviotera per lo stesso motivo.

  17. Quando ti sei iscritta al servizio di blog di katawebbe hai dato obbligatoriamente un indirizzo di posta. Ora, a quell’indirizzo katawebbe ti ha scritto chiedendo di scegliere cosa fare.
    Se decidi di rimanere nella piattaforma di katawebbe si passa da Typepad ad un altro servizio, probabilmente la gestione del blog cambierà un pochino ma steremo sempre in questa piazza. Se rimani con typepad cambi indirizzo (non più katawebbe) e devi pagare, se non lo fai già.
    ciao

  18. Io ho deciso di stare dalla parte di TypePad perchè quelli di Kataweb sono (secondo me) insopportabili. Tra l’altro la piattaforma di TypePad è sostanzialmente la più potente in circolazione (anche se, purtroppo è a pagamento).
    Ho provato WordPress (senza passare da Kataweb) e ho facilmente aperto un blog gratuito di prova (http://dubcer.wordpress.com).
    Vi suggerisco di gestire la migrazione a mano e passando a WordPress (oppure a TypePad, è molto facile) senza aspettare che Kataweb fornisca istruzioni più comprensibili.

    Se volete passare a WordPress (gratuito) fate così:
    (1) andate al sito http://www.wordpress.com;
    (2) registratevi e create un nuovo blog con il nome e l’indirizzo che desiderate;
    (3) quando il nuovo blog è pronto chiudetelo, riaprite il vostro blog attuale su Kataweb ed esportate i vostri post (ci vogliono pochi istanti);
    (4) verrà visualizzata una pagina con una serie di istruzioni XML che descrivono il vostro blog, salvatela da qualche parte in locale in formato testo;
    (5) chiudete il blog di Kataweb e tornate a quello nuovo di WordPress, date il comando di importazione del file in formato testo che avevate creato in locale;
    (6) dopo qualche decina di secondi (il tempo dipende da quanto è grande il vostro blog) l’importazione sarà conclusa e i vecchi post saranno disponibili nel nuovo ambiente;
    (7) durante l’importazione può darsi che vi vengano fatte una o due domande ovvie alle quali dovrete rispondere;
    (8) dopo l’importazione probabilmente dovrete ritoccare qualcosa, in particolare dovrete ripristinare i link alle immagini che avevate caricato nei post;
    (9) quando avrete finito avrete un nuovo blog del quale già conoscerete con certezza l’indirizzo; aprite il blog di Kataweb e create un ultimo post in cui avvisate tutti di quale sia il vostro nuovo indirizzo; in questo modo avrete alcuni giorni per far leggere a tutti dive venire a pescarvi.

    Per chi volesse passare a TypePad (come ho fatto io) il procedimento è analogo. Il blog verrà più bello, ma avrete inizialmente qualche complicazione in più. Se volete info tecniche più precise potete scrivermi all’indirizzo pleiades@katamail.com.

    Esiste infine un’ultima possibilità, forse la più facile. Io ho già creato (anche se ancora è vuoto) il mio nuovo blog e quindi il suo indirizzo è certo. Usatelo per lasciare dei commenti al post che si chiama INDIRIZZI BLOG nei quali scriverete i nuovi indirizzi dei vostri blog e avvisate i vostri lettori con un post apposito. Così per un po’ tutti potranno avere un luogo certo dove andare a pescare il vostro indirizzo.

    L’indirizzo del mio nuovo blog è:

    http://heriold.typepad.com

    Ciao,
    Giorgio

  19. Grazie Giorgio, esaurientissimo!

  20. Spero che queste info possano essere utili a qualcuno anche se ormai il tuo post è stato già letto da molti e forse saranno pochi quelli che andranno a rileggerlo e a pescare la mia risposta.
    Comunque è sempre un piacere lasciare un commento da te … io ho poca dimestichezza com la “magia”, ma ti trovo molto simpatica.
    Ciao,
    Giorgio.

  21. ciao Michela, io, come te e tanti altri naufraghi momentanei, ho scelto la piattaforma di Kataweb. a leggere i commenti mi sa che mi pento ancor prima di migrare, Io amo il mio blog così com’è e non voglio che cambi…:-( Ci ritroveremo, comunque, ne sono sicura!
    a presto
    Mayra G Louis

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...