Archivi del giorno: luglio 2, 2007

xyz

senza volerlo mi sono auto data un paio di definizioni che, per la giornata di oggi, mi calzano come un guanto di crine con cui esfoliarsi un po’:

“sto qui come un disegnino appeso alla bacheca aziendale”

“sono una con preamboli da tutte le parti”

Annunci

8 commenti

Archiviato in mi salta in mente

raccomandazioni campagnole

Questi 3 giorni sono stata nella lavatrice dei colorati. Ci siamo dimenati un po’ qui un po’ là, in sana ipercinesi. Io dando sfogo alla passione culinaria sin dalla sera di mercoledì (continuando poi per le due successive), il marito dando gas alla moto e attraversando il week end su due ruote. Io sto bene, benissimo, per l’iniezione di verde e di iodio: sabato vicino Roma, al mare. Domenica gita, con 3 moto, fin poco dopo i confini del Lazio (ma già in Toscana), ad Ansedonia.

E mentre sfrecciavamo lungo la strada Braccianese, ho ritrovato l’odore del fieno, dell’erba tagliata, l’umido del sottobosco…e mi sono ritrovata a pensare la seguente: chi ha vissuto in campagna o comunque ci andava spesso o ci passava le vacanze estive, si è sentito fare delle raccomandazioni che i ragazzi "di città", se le saranno sorbite mai? E tra me e me ripercorrevo quelle più sentite:

  • "attenta all’oleandro, che ha le foglie velenose! Non giocate con le foglie dell’oleandro!"
  • "Non andate giù nei campi dietro l’orto, che ci sono le vipere!"
  • "non prendete sempre in braccio i gattini piccoli, che gli viene la diarrea!" (???? giuro che mi dicevano sempre così!)
  • "non toccare l’uva di quella pergola, che ha il verderame!"
  • "non camminare scalza, che ci possono essere gli scorpioni!"
  • "prendi i cachi più maturi, che quelli acerbi allappano!Vegetables"

la quiete della campagna? 😉

15 commenti

Archiviato in "ma ci dica qualcosa di lei"