cannabis e mammabis

Il post di Supercri di oggi, mi ha fatto flashare davanti agli occhi un episodio della mia tarda adolescenza. Flashare non rende: mi è tornato in mente come una scossa da pungolo per il bestiame, ma andiamo oltre e descriviamo l’accaduto ("da quando usi il plurale majestatis, Michè?"). Prima una precisazione: io non fumo, non ho mai fumato -provato quel paio di volte, ma grazie al cielo m’ha fatto schifo- ed entrambi i miei genitori sono stati, invece, fumatori. Mio padre sul serio e di brutto, mia madre pe’ posa, faceva ride.

La diciassettenne Michela sta facendo una cosa rarissima: studia nella sua stanza. La posa è quella tipica, illustrabile in un qualsiasi manuale del teen ager, con piccole variazioni a seconda dell’epoca e degli usi e costumi locali:

spetasciata sul letto, possibilmente in posa plastica, capello raccolto a cespo di lattuga riccia, telefono a portata di zampa (non si sa mai chiamsse l’amica del cuore per quelle chiacchiere tra ragazze…che so’, giusto l’indispensabile, le ultime news, rapide eh?? Circa 1 ora di telefonata, via!) piatto con alimenti vari di cui almeno uno decifrabile come "insaccato", libro di testo da un lato e mattonazzo dall’altro. (ce l’avete presente il "Castiglioni-Mariotti", noto ai più come "IL"??). L’ udito ormai compromesso definitivamente dal volume dello stereo, MA, allo stesso tempo, stupefacente capacità nel memorizzare le cose nel mentre si cantavano strofe di gruppi e/o cantanti di concetto quali che so… i BROS, Madonna, I Milly Vanilly e qualche Whitney Houston di passaggio. (grazie al cielo la fase Claudio Baglioni era  stata superata da qualche mese).

In questo delizioso quadretto Topexan, la porta della cameretta è ovviamente chiusa alle ingerenze parentali, ma ad un certo punto si spalanca ed appare la-madre-di-michela con OCCHIO DI BRAGIA, sopracciglio destro arcuato e pugnetto serrato, in evidente gesto dimostrativo che sta a significare "’sta mano po’ essere fero e po’ esse piuma…"

… Considerate le nocche bianche, mi sembrò giusto prestare un minimo di attenzione.

la maTre: "Michela. Stavo per lavare il tuo piumino". -pausa ad effetto-

Io: "…..eh. ‘Mbè?"

la maTre: "CHIARAMENTE prima ho controllato che non ci fosse nulla nelle tasche. Ma HO TROVATO qualcosa……." -altra pausa ad effetto e la mia soglia di attenzione si stava già evidentemente abbassando-

Io: "…..eh. Eqquindi?"

la maTre: " Ed ho trovato questoooo!!!" -segue apertura a cofanetto_a_scatto della mano e propensione del braccio ad altezza mia faccia, tra le patatine e lo stereo. Poi prosegue dicendo "e tu dimmi, un po’ (il tutto sfrugugliando quanto aveva in mano) eh si si, dimmi un po’, cosa sarebbe questo, eeeeEEEeeHH????" …. ….. …..

Io me la guardo, interrogativa, lei mi guarda, alzando anche l’altro sopracciglio. Rimettendomi sulla versione le rispondo "A ma’, è ‘n mozzicone de ‘na Marlboro""E chi te l’avrebbe data?""Ma che ne so, avranno preso il mio piumino a ricreazione" (ricordate l’uso abituale dello scambio delle cose, no?)

altra pausa. La più importante…perchè poi lei se ne esce con l’illuminante: "E IO DOVREI CREDERE CHE QUESTA SIA UNA SIGARETTA??!!????" ….

Michelina17enne ha l’insight de Konrad Lorenz e finalmente, capendo l’arcano, sbotta in una fragorosa risata lanciando pezzi di salame ungherese in tutta la stanza e sovrastando l’ "uuuuhhh, I wanna dance with somebody" dello stereo e indicando impietosa la madre -che ora qualche domandina se la sta facendo- prorompe in un liBBeratorio:Cigarette_butt

A MA’!!!! MA CHE ME FACCIO ‘NA CANNA COR FILTROOOO??????????

P.S. 1 – il piumino era quello della Nay Oleari, rosa, con le macchinine. A ripensarci adesso mi sento male.

P.S. 2 – con mia sorella stamo ancora a ride

P.S. 3 – con pane, salame e pomodorini ci potrei andare avanti una vita

P.S. ultimo – ho odiato profondamente le versioni di latino. Il greco non è mai pervenuto, nonostante mi risulta ci fossero delle ore dedicate a quello, a scuola…

Annunci

29 commenti

Archiviato in "ma ci dica qualcosa di lei"

29 risposte a “cannabis e mammabis

  1. un pezzo da manueale!!!! Fantastico, tutto, ogni parola, ogni riferimento a canzone, indumento, e abitudine. Miticaaaa
    Un bacio grande a prestissimo 🙂

  2. :)…rido…anche la mia maTre una volta è venuta da me, appena rientrata a casa, saranno state le due e mezza di notte, per chiedermi se fumavo…ai tempi ogni tanto mi sparavo una sigaretta in bagno la sera, e lei una volta entrando in bagno ha sentito l’odore, premetto mio padre ha smesso da un giorno all’altro di fumare, lei continua…
    davanti all’evidenza ho ammesso di essere stata io, non ho fratelli, mio padre non poteva essere, ma che la cosa era occasionale e mi lasciavo offrire una volta ogni tanto una sigaretta, ma il culmine della comicità l’ha raggiunto quando mi ha chiesto: “e se poi un giorno qualcuno ti dice di provare una sigaretta di marijuana???”…e io, che su sostanze in genere ci ho fatto la tesi di laurea, “mamma, si chiama canna, ma stai tranquilla!!!”…e lei “e per stasera ce l’hai la sigaretta?”…e io “no, vuoi offrirmela tu?”…
    ovviamente non me l’ha offerta, ma sarebbe stato carino chiudere il discorso con una bella condivisione di tondini bianchi…

  3. …mia mamma pensa che tutte le sigarette fatte manualmente siano canne!!!

  4. Francesca: a prestissimo si! Sto in piena ansia da prestazione ormai. E’ ufficiale!

    Barbie: ma non è buffo che le stesso persone che ti danno il “cattivo esempio” poi facciano da simil carceriere? 😉

    Francy: aaaahahahha!!! E pensa che mio marito le fuma solo così! Tabacco Vannelle, per la precisione. (uuuh signora mia, che direbbero le maTri?)

  5. Il salto nel passato l’hai fatto fare anche a me, insieme a un paio di sane risate.
    Un abbraccio

  6. madri, basta la parola!
    uuuh signur IL castiglioni-mariotti, m’è corso un brivido lungo la schiena, e non è di piacere…

  7. e passi pure la canna. ma i milly vanilly, no!

  8. Emma, quando vuoi!
    ^__^

    Super, come fermaporte però è fenomenale!

    Baskerino… si sa, i peccati di gioventù e le compilation hanno prodotto devastazioni!

  9. wow, quanti ricordi mi hai fatto venire in mente! specialmente sul mitico “IL”!

  10. che ridere ripensare a quei tempi…. quando ero più piccolo e fumavo, uscivo sempre di casa con i campioncini dei profumi, li spruzzavo sulle dite e sui vestiti prima di tornare a casa, e mangiavo sempre un mitico cicles brooklyn…..

  11. Leuco, anche tu una sopravvissuta del “classico”?? ^__^

    Stilnovo…il che vuol dire che ora non fumi più-più, veeero?
    BRAVO!

  12. laura

    bello, Michela vintage

  13. …e se guardo la mia patente, Laura, ancora mi spavento!!
    (ridacchio)

  14. lamaTre

    dunque dunque:

    ebbene sono una MADRE!
    e ci ho messo secoli a capire perchè nelle tasche trovavo sempre dei cartoncini con un rettangolino tagliato via da un angolo.
    ma poi ho capito.
    attente a voi!

  15. sì michela, sono sopravvissuta al classico… ed ero una frana in greco!;)

  16. hihhiiihi!! Io all’inizio non fumavo…odiavo il fatto che mio papà, fumando in casa, aveva impuzzato il divano in modo impressionante!!! Allora la sera tornavo a casa con il pacchetto di sigarette della mia amica che aveva paura delle “perquisizioni” della maTre…tanto sapevo che la mia non avrebbe mai guardato nel mio zaino … lei avrebbe capito se fumavo anche se mi fossi masticata un pacchetto di Brooklyn intero e mi fossi fatta una doccia prima di entrare in casa!!! Infatti quando ho iniziato a fumare mi ha sgamato subito!

  17. @ lamaTre: eh si si … io ho capito cosa fossero tardi quanto te… 😉

    @ Leucosia: qualcuno ha detto “greco”?? ARGH!!! Psoriasi immediata! (però i lirici greci je davano ‘na pista a quell’artri!)

    @ Giugiu: mannaggia mannaggia, quindi alla fine sei passata “dall’altra parte”! …perchè non torni “da noi”?

    ^___^

  18. Quando andavo alle superiori fumavo una Marlboro rossa alle 7.45 del mattino insieme alla mia amica Cinzia su per la salita che ci portava a scuola. Se ci penso ora, che ancora spippetto, mi chiedo ma come cavolo facevamo a non vomitare a metà del cavalcavia?
    Le canne vabbè, quelle sono venute col tempo, c’è stato un periodo in cui io, la mia amica del cuore e i rispettivi boy friend non entravamo al cinema a vedere un film se prima non avevamo diviso una canna in quattro. Risultato? Le percezioni erano allargate. Mi ricordo di una sera che, dopo cinema, dopo pub e dopo un paio di tiri alla solita canna, a notte fonda, la mia suddetta amica del cuore entrò di corsa a casa, in bagno per fare pipì, si sedette sul water e…si scordò di abbassare le mutandine.
    Ancora oggi che siamo pluriMatri di famiglia ci ridiamo come matte. Ai miei figli quasi adolescenti ho spiegato più volte gli effetti di una canna, senza troppo demonizzare, ma anche senza troppo approvare. Secondo me ancora non l’hanno provata anche perchè straodiano il fumo di sigaretta e se ogni tanto ne accendo una borbottano, rompono, se ne vanno in un’altra stanza inorriditi e…con la puzza sotto al naso. Meglio così, ma credo che nessuno, neppure il secchione per antonomasia, sia scevro da aver dato un tiro ad una canna.
    Il mio medico di famiglia ha sempre asserito: meglio una canna che un pacchetto di sigarette al giorno.
    Quando ci vediamo con le amiche storiche, tutte più vicine ai cinquanta che ai quaranta, (anche se mascheriamo bene, specie le magre!) c’è sempre qualcuna che tira fuori una cannetta e diamo un tiro. Sembriamo sceme, trasgressive del sabato sera, un po’patetiche e ancora nessuna – almeno pare – si è dimenticata di tirarsi giù gli slip per fare pipì.

  19. missminnie

    ma che brava michela..sul serioserio..io sono una maTRE, le mie figlie hanno fumato e fumano canne,sometimes..la piccola ancora no, pleeeeaassseeee…..anche la maTRE se c’è fuma una canna, sigarette noooo…il 3 ce ne andiamo a sentire vasco..già ci siamo organizzati con un un pò di robetta.. VUOI MICA CHE QUALCUNO PENSI CHE UNA SIGNORA BONTON ABBIA DEL FUMO NELLE PAPERINE CON GLI STRASSSSS???

    minnie-mai-sentiti-i-milly

  20. Mai fumato in vita mia, spero che altrettanto facciano i mei figliuoli… perquanto, ricordo che quando facevo le elementari sul balcone di casa comparvero delle compromettenti piantagioni, apprezzatissime da mamma, papy e gli amici fricchettoni…

  21. Ma che bel racconto!
    Ah le mamme!

  22. Amo scoperto che Michelina era ricca, stai a capi’! Annava a Marlboro!
    A me mi madre pe’ trovamme il mozzicone de una zozza MS italica se doveva ripassà tutto l’armadio mio 4 stagioni…
    Pe’ comprà uno o due pacchetti de MS me ce voleva de zompà tutte le colazioni della settimana.
    Certe volte a fine settimana nun c’arivavo e andavo a pesca di frodo nel pacchetto de papà che se fumava le Super, in pratica erano come l’asfalto!
    Bei tempi, stereo a palla e porta della cameretta sprangata cò su scritto: Ho detto NO! Mi madre che da dietro la porta ogni tanto me urlava: – Ah cosa, ma stai a studià si?!
    E io: – Ehhhhhhh, si ma’, ‘na cifra!

    R.

  23. Raspetta mia,
    cor cavolo che c’avevo li soRdi…ne farò un post, prima o poi.

    In verità in verità leggi mejo… non fumavo io!! Altri vizi, quanti ne vòi, ma il fumo…NEIN!

    ^__^

  24. Hanno ragione a dire che le canne sono rischiose… prendete me… l’unica che abbia mai provato è stato in gita a londra in 5 superiore sul tetto (piatto e senza parapetto) dell’ostello, dopo aver bevuto un pò (un pò??) di birra… come ho fatto a non finire di sotto ancora me lo chiedo!!! Alcuni amici mi dicono che invece dovrei farmi delle canne, almeno avrei delle scusanti per come sono!!!!!!!!! 😉
    La cosa dei cartoncini senza l’angolo non l’ho mica capita…

  25. che racconto carino!!!devo dire che io avrei potuto fare la stessa mossa di tua mamma, forse…..
    mai stata una secchiona, ma mai fumato, ne sigarette né canne e potrebbero francamente fregarmi sotto al naso, per cui, al fine di non fare la figura della mamma allocca di turno, con ogni probabilità finirei per atteggiarmi a quella scaltra e dimostrarmi completamente oca!!!
    sorrisi, Miki!

  26. non amo commentare, in generale. ancor meno i post pluricommentati.
    ma il tuo racconto è un piccolo capolavoro zia, grande!
    Eppoi mi hai riportato alla mente il mitico “IL”, che avevo rimosso nonostante abbia fatto la maturità meno di un lustro fa…

  27. Benvenuto/a ad inimitabile.
    🙂
    Mi piacerà immaginare altri tuoi passaggi “silenziosi”, allora!
    Baci dalla Zia.

  28. non ti preoccupare….non sono una vera fumatrice (non arrivo a 1 al mese….) rare volte mi viene voglia….mentre parlo con la persona giusta..un bisogno di rilassarsi in più… non dovrei lo so!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...