Archivi del giorno: giugno 21, 2007

Solstizio d’Estate

Da Wikipedia: “Il solstizio d’estate è la data del dì più lungo dell’anno, e di conseguenza della notte più corta. Al momento del solstizio, il Sole raggiunge la sua massima declinazione nel suo movimento apparente rispetto al piano dell’eclittica, ed è allo zenit al tropico del Cancro. Rappresentando l’inizio dell’Estate è sempre stato nella storia occasione di feste”

Da http://www.bethelux.it: E’ uno dei sabba minori chiamato anche Festa di S. Giovanni dalla tradizione cattolica. E’ il periodo della raccolta delle piante e delle erbe da usare nelle operazioni magiche. Nella notte tra il 23 e il 24 giugno si usa bruciare le vecchie erbe nei falò e andare alla raccolta delle nuove oltre che mettere in atto diversi tipi di pratiche per conoscere il futuro perchè, come dice il detto, "San Giovanni non vuole inganni".

Sin dai tempi più remoti il cambio di direzione che il sole compie, tra il 21 e il 22 giugno, è visto come un momento particolare e magico.

Questo giorno, detto solstizio d’estate, è il primo giorno di una nuova stagione e in magia è associato alla festa di San Giovanni Battista, 24 giugno, giorno della sua nascita 6 mesi prima del Cristo ( da quanto affermato dalla chiesa ) perchè in questo breve ma intenso arco di tempo, tutte le piante e le erbe sulla terra vengono influenzate con particolare forza e potere.

•        Si accendono i fuochi dei falò la vigilia del 24. Il fuoco è considerato purificatore come la rugiada. -E’ bene augurale saltare sul fuoco avendo ben chiare le cose che vorremmo veder cambiare nella nostra vita. Più intenso e puro sarà il desiderio espresso mentalmente al momento del salto e più esso avrà ottime possibilità di realizzarsi-.

•        Sotto il guanciale vengono messe le "erbe di San Giovanni", legate in mazzetto in numero di nove compreso l’iperico, per avere dei sogni premonitori.

•        Il giorno di San Giovanni se si compera l’aglio si avrà un anno prospero.

•        A mezzanotte si deve cogliere un ramo di felce e tenerlo in casa per aumentare i propri guadagni.

•        Si raccolgono le noci ancora immature per preparare il "nocino" un liquore corposo da bere gradualmente in futuro per riacquistare le forze nei momenti del bisogno.

•        portare l’iperico all’occhiello nella notte della festa, protegge dalle streghe.

(uhmmmm…..)

Volete fare gli apprendisti stregoni? clikkate qui per sapere come predire il futuro con l’albume dell’uovo .

Annunci

15 commenti

Archiviato in Attualità

vestirsi con gusto

Fragola_e_cappello_3   oggi probabilmente, saprei di vaniglia.

10 commenti

Archiviato in mi salta in mente