diamo un nome alle cose!

Tags_2Nella mia famiglia, abbiamo tutti quanti sempre avuto una peculiare attitudine nel cambiare i nomi delle cose. Il loro verso, il loro uso. Forse comunemente allergici ai libretti di istruzioni, ai foglietti dimostrativi ed ai disegnini all’interno degli ovetti kinder, ciascuno a modo suo, s’è un po’ tutti manifestato il proprio ingegno o una certa vis creativa ora qui, ora là.

In ordine sparso:

Nella casa di campagna, hanno regnato colonie feline da che io ne abbia memoria, ora di ragguardevole numero, ora di pochi sparuti e spelacchiati soggetti. Più o meno a seconda del grado di istinto suicida di quelli finiti sotto le macchine o degli altri andati in cerca di femmine pe’ campi e mai più tornati. Si narra anche di truculente storie di gatti&cani grugno a grugno e forse da qui posso iniziare a spiegare. Ad ogni cucciolata, ovviamente, ciascun gattino veniva battezzato con nomi più o meno degni di essere urlati come richiamo all’ora della pappa… e quindi avevamo una serie di mici che corrispondevano ad altrettanti: Camilla, Fulmine, Stellina ecc ecc ecc….

Poi arrivava mia cugina.

La suddetta "Camilla" fu presto ri-etichettata come "Strunzi" (riprendendo il discorso di sopra: leggende narrano di Strunzi artigliata alla groppa di un cane, sibilante e soffiante che galoppava col suo destriero per tutto il giardino in difesa dei suoi cuccioli), tanto inafferrabile e stranita quanto nera; "Fulmine" diventò "Maiale" , e non poteva essere altrimenti perchè pesava 115 chili senza scarpe e "Stellina" si tramutò in "AlfonZina", ma qui il motivo mi è un po’ oscuro…credo fosse solo dispregiativo perchè la piccina non splendeva per bellezza… per dovere di cronaca dovrei citare una "Rosticcia" di cui non ho mai saputo il nome originario e la mia preferita "Peppinella", il cui vero appellativo ho rimosso subito, capito l’andazzo.

Stessa sorte toccava spesso ai giocattoli: mia sorella aveva delle cucinine…una specie di parete attrezzata con pensili, fuochi, armadietti ecc ecc. Non stavano mai nel loro verso: rivoltate diventavano altro: una casetta con gli armadi, un negozio, altro ancora…

…e le ricette? Mai seguita una così come sta scritta sui libri. E se il nome di un ingrediente non rimandava a nulla di edibile? Lo sostituiva, per assonanza o per simpatia, con qualcos’altro.

Però, di mio, raggiunsi l’acme della mutazione con una imitazione assolutamente NON corrispondente alla realtà che venne affibbiata all’ignaro ex della sorella…trattavasi di straniero-di-Germania, il quale parlava svelto e garbato…. adesso io davvero non ricordo la genesi della cosa, che mi portò ad allungare, un giorno, la cornetta verso mia sorella dicendole "è per te, è J. che ti vuole al telefonoooo"… questo uscì con un tono tra quello che faceva il ventriloquo con la cornacchia "Rockfeller" (ricordate??) e la bambina de "L’Esorcista". Beh, da quel momento in poi, fu la connotazione del tipo…mai più lontana dalla realtà.

Ma poi spesso, della Realtà, ma CHISSENEFREGA?

Annunci

10 commenti

Archiviato in "ma ci dica qualcosa di lei"

10 risposte a “diamo un nome alle cose!

  1. anche qui le cose cambiano destinazione e, a volte, i nomi originari cambiano conoscendo meglio il soggetto, ad esempio, il nome originario di belfagor era snoopy, datagli dal primo padrone ma a conoscerlo meglio è diventato belfagor il demonio amoroso. nella zuccheriera tengo il sale da sempre. mi va bene così ha l’aspertto della saliera (peccato che la mia amica tiziana abbia pensato che contenesse zucchero ed abbia messo il contenuto in una bavarese… colpa sua: doverva assaggiare prima!)

  2. Paola!! Anche mia madre faceva il tranello sale/zucchero!
    …uhmmm…mi sento di dare colpetti sulla spalla della povera Tiziana!!

    Antonio, piacere! ^__^

  3. arya

    che bello!
    …mi ricorda “lessico famigliare”…o familiare?aiutoooo!

    pure io tengo lo zucchero in un barattolo che porta scitto SALE, solo perchè è BELLO!…..
    mi piace tua cugina.

  4. il gatto axl rose, da me ragalato a mia madre e così battezzato perché di pelo rosso, è diventato “mussy”, storpiatura dell’inglese “pussy (cat)”, non so perché! chissene…

  5. a casa mia il sottopentola da mettere sul tavolo si é sempre chiamato “sottovete”, le borse da viaggio sono le “saccóle”, io e mia sorella ci diamo continuamente soprannomi inventati e subito dimenticati (la stessa cosa faccio con i miei figli…)

  6. il bello è stato che quella sera era a cena da noi anch un amico greco, il quale ha assaggato per primo e non ha detto nulla, finchè mio marito ha assaggiato a sua volta ed ha esclamato:- ma ci avete messo il sale!- e giorgio, l’amico greco se ne esce a dire -ah ecco! mi pareva strano, ma pensavo fosse una strana speciaslità italiana!- 😀

  7. Maurizio

    Ti elenco qui di seguito alcuni termini italiani con a fianco la traduzione nel lessico familiare della mia fidanzata.
    Piede = Pesunia
    Gatto = Cleonzia
    Marito = Ragioniere
    Cane = Cagnuflo
    Ecc. ecc. ecc.
    Quando sono arrivato io, per un certo periodo mi sono chiesto dove ca@@o ero capitato, poi ho capito.
    Sembravo un cinese in vacanza a Dubai.
    Complimenti per il post.
    Maury

    http://vitadasupermarket.blog.kataweb.it/vita_da_supermarket/

  8. ahahah bee, vedo che per fortuna non ho solo io una famiglia di “stranieri…”
    Avvolte mio padre sforna dei termini pugliesi di cui non ho la più pallida idea, mia sorella si inveta nomi ed inventa anche il significato,
    mia madre forse è italiana, perchè è abbastanza nella norma, mia nonna è sottotilota, ed io…
    bee lasciamo stare, ho un dizionario tutto mio…

  9. MA SIETE MERAVIGLIOSI, VOI!!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...