Archivi del giorno: marzo 5, 2007

origami

Annunci

5 commenti

Archiviato in Quotidianità?

sciuè sciuè

Si va di corsa, di torna a casa tardi e ancora non si sa bene dove si sono ficcati gli utensili cucineschi. Si guarda con aria torva quello scatolone là all’angolo, dove -ovviamente sul fondo- di sicuro è rimasta quella pentola fon-da-men-ta-le per una cottura piuttostochè un’altra.

E quindi? Quindi ci si inventano piatti unici o quasi, abbinando alla semplicità della preparazione, una godutissima inaugurazione del forno. (ho dovuto riprendere le istruzioni… ci hanno messo i disegnini! Una pizzetta, una torta, un affare a tre strati, una lampadina, un pollo.…)

TIMBALLO DI PASTA ALLE ZUCCHINE, ZAFFERANO E PROVOLA

Ingredienti x 6 persone: 600 grammi di pasta tipo "conchiglie", 5 zucchine di grandezza media, due uova intere, una provoletta affumicata (ahò, lo so, la metto dappertutto, ma A ME MI piace tanto!!) un cipollotto o due scalogni, una bustina di zafferano, un brik e mezzo di panna da cucina, sale pepe olio extravergne d’oliva, parmigiano reggiano (facoltativo: un pizzico d’origano). Lavare accuratamente le zucchine, eliminare le due estremità e tagliarle a rondelle non troppo spesse. Far scaldare 3 cucchiai d’olio in una padella antiaderente, quindi rosolare un po’ zucchine e cipolla, per poi abbassare la fiamma e coprire con un coperchio, così da far stufare il tutto senza bisogno di aggiungere altri grassi. (qualora si asciugasse troppo, aggiungere una tazzina d’acqua). Zucchine_panna_e_zafferano
Dopo circa una decina di minuti, aggiungere la panna, il pepe, il sale e lo zafferano (e l’origano, se vi va), mescolare lasciando cuocere altri 5 minuti circa, poi spegnete. A parte avrete messo sul fuoco l’acqua per la pasta, che salerete al momento del bollore. Le conchiglie andranno cotte 2 minuti in meno rispetto al tempo di cottura riportato sul pacco. Timballo1
Scolate e disponete in una teglia da forno. Aggiungete il condimento, pezzetti di provola e le due uova sbattute. Mescolate bene, spolverate col parmigiano ed infornate a 200 gradi. Dopo qualche minuto accendete il grill e fate rosolare la superficie. Sfornare…lasciar riposare e quindi …PAPPARE!Timballo2

13 commenti

Archiviato in c'è post in cucina?

gli scrittori delle avvertenze per l’uso.

Sabato decido di dedicarmi la mattinata. Cosa rara di questi tempi e quindi ancora più sognata e ricercata. Tra le varie cose che giacevano in attesa di tempi propizi, c’era anche una confezione di "tinta fai da te" (il parrucchiere mi annoia mortalmente). Colta quindi da raptus parrucchieresco, apro la confezione, stacco quei guantini di plastichina leggerina e trasparente e rileggo per la 101esima volta le istruzioni. Che poi so’ sempre uguali, ma io non so perchè, c’ho ‘sto bisogno compulsivo di rileggerle…. E là, mi si apre il mondo di quel povero cristo che per sbarcare il lunario ha sfogato la sua verve creativa sul propedeutico foglietto:

"infilare gli appositi guanti" — uhm, si, già messi…

"aggiungere il contenuto del flacone A al flacone B" — oooccheii, flacone AAA con flacone BBBiii

"agitare energicamente" — agito energicamente…

….

"fatto ciò, strappare IMPERIOSAMENTE il beccuccio dell’applicatore ed iniziare a distribuire uniformemente il prodotto"

Strong_womanSTRAPPARE IMPERIOSAMENTE??????????

6 commenti

Archiviato in mi salta in mente