Archivi del giorno: febbraio 23, 2007

La Favola del dove mi porteresti

Sky_above_the_flower_by_guyfromczechVedi, se ci fosse tempo, se esistesse lo spazio, questo faremmo un giorno.

Ti verrei a prendere vestita di colori chiari ed userei una 500 col tettuccio aperto. Avrei rivestito i sedili con tele colorate, suonerei e tu ti affacceresti alla finestra. Sbucherei io, dal finestrino, i miei occhi ed i miei capelli, a darti il buongiorno.

"no, non fare colazione, vieni qui, dai scendi!" direi tintinnando polsi e bracciali.

E così troveresti la busta con i cornetti alla crema e due bicchieri di cappuccino col cappellino di carta, per lasciarli tiepidi. Le sopracciglia sollevate di stupore, poi qualche frase probabilmente sconnessa tra noi due ed io che per imbarazzo riderei troppo forte, metterei in moto e la schiuma ti decorerebbe la punta del naso.

"Dove stiamo andando?""Lasciati portare"

Dovremmo attraversare la città, libera di code feriali. Guarderesti sfilare i platani vicino casa tua, socchiuderesti gli occhi alla luce e sceglieresti della buona musica. Comincerei io a cantare, "lo sai che non lo faccio mai" e tu ti uniresti ai ritornelli avvicinando la tua voce alla mia. Dietro i sedili il cestino da pic-nic, sulla mia guancia e sul mio collo il tuo sguardo, nel lunotto le immagini della campagna a sfilare, dentro il cuore battiti veloci.

Ti regalo la luce rossa di questo semaforo per parlarci tra pupille grandi, ti regalo la rotellina nera per aprire il finestrino, "vedi? C’è il ciondolino che mi hai dato tu" – "davvero l’hai tenuto?…", ti regalo il non sapere dove andrai.

Ti regalo il sapere cosa farai.

Annunci

8 commenti

Archiviato in mi salta in mente