Castello di Cristallo

rimani cieco rimani muto rimani sordo.

Lascia a me il peso del sentire, lascia a me l’angoscia di vedere. Non coniugare non parafrasare, non apostrofare. Sgrammaticato attore di quart’ordine. Sgattaiola fuori di qui, come l’ultimo dei ladri, lasciando dappertutto impronte che non vanno via, è vero, ma sanno solo di sporco.

Persevera, non farti toccare e non ti avvicinare, rimani fermo. Crediti puro ed indenne, non lo sei. Ciò che non ti sfiora ti sferzi da lontano, come solo gli sguardi di commiserazione possono. E gli stessi occhi ti inducano al silenzio, ti strappino le parole, quelle poche che hai, quelle scarne che sai, quelle che tu rubi e reinterpreti senza alcun talento.

Rimani privo di dubbi, scevro di domande, povero di autocritica.

Ergiti a Re del tuo stupido regno e prega in ginocchio la tua immagine allo specchio di darti, un giorno ancora, il dono dell’idiozia.

Che ti salvi, almenRag_dollo lei, e che ti tenda la compassionevole mano.

Annunci

4 commenti

Archiviato in un'accettata

4 risposte a “Castello di Cristallo

  1. Se è privo de dubbi, scevro di domande epovero de autocritica… MA DA MO’ che l’immagine dello specchio ce l’ha dato er dono dell’idiozia!….

  2. e quanto sia diabolico “perseverare” non se ne rende conto. (certo, è idiota!)

  3. d

    michelì, ma che mi leggi nel pensiero?
    già, dimenticavo che sei una strega…

  4. Ah D.
    Se solo fossi strega abbastanza…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...