Rosa di Radicchio

Questo è stato uno dei piatti fatti durante le vacanze di Natale: “risotto al radicchio trevigiano e stracchino”. Stavolta sarò un po’ più approssimativa sulle dosi… 🙂

2006_1231image0031_1

Preparare del brodo vegetale a parte e lavare e tagliare il radicchio trevigiano (che è quello più  lungo, non quello “a palletta”) a listarelle più o meno sottili lasciando la parte finale da parte + due foglie di grandezza medio-piccola: serviranno per la decorazione. (basterà allargare un po’ con le dita la parte finale del cespo di radicchio –> vedi foto!)

La preparazione, per 4 persone, è quella standard del risotto: far sciogliere del burro a fuoco medio in una casseruola, far imbiondire lo scalogno tritato -o una cipolla piccola- aggiungendo anche parte delle listarelle di radicchio. Aggiungere quindi il riso (calcolare 4 manciate a persona) facendolo tostare e girandolo servendovi di un cucchiaio di legno. Versare due dita di vino bianco e farlo sfumare, sempre mescolando. Continuare poi aggiungendo via via il brodo vegetale, fino quasi a cottura ultimata.

Poco prima di spegnere il fuoco, aggiungete mezzo panetto di stracchino, abbondante parmigiano reggiano ed una manciata di pepe nero. Disponete il riso su un piatto, contornandolo con le listarelle tenute da parte e decorandolo con la “rosa” di radicchio e le due foglie. Servire caldo.

16 commenti

Archiviato in c'è post in cucina?

16 risposte a “Rosa di Radicchio

  1. FULVIA

    OPPURE
    invece dello stracchino,gorgonzola dolce.Uh! che acquolina condita anche da un pizzico di nostalgia…Brava Michelì! FULVIA

  2. buonooooo
    Che brava Micheluzza!
    PS che ti cucino venerdì?😉

  3. FULVIA

    …MI SONO
    domenticata di aggiungere,e con il gatto che ti gira attorno pronto per pappartela subito se svelta non sei a dargliene almeno un pochino nel suo piatto che è solo per lui! Buon appetito! FULVIA

  4. Michelì, ma il segreto per fare un risotto prima e non dover intrattenre gli ospiti girando il mestolo, mi puoi dire qual è? E’ tutto lì il mio freno verso i risotti. Attendo trepida come un trevigiano

  5. Fulvia: hai ragione, anche il gorgonzola (e ci aggiungiamo qualche noce? ;-> ) è un ottimo accostamento. E il gatto…almeno Tabata se lo papperebbe, l’altro è un po’ più difficile sul cibo!

    Perla: fondamentale la scelta del risotto. Io uso il Riso Gallo per Risotti. Anche se rimane là per un po’ non succede nulla di irreparabile. Cque è chiaro che non è un piatto che puoi preparare con ore di anticipo. Un minimo dovrai fare la giocoliera coi mestoli…😉

    Lolò: come sai tutti i piatti a base di verdure sono bene accetti!

  6. uhm uhm che ti trovo! un super risotto goloso assai anche con la rosa sopra (non ci hai detto come si fa!). Ma non ho capito una cosa: il riso lo cuoci per tutto il tempo con il vino? Non usi del brodo vegetale?
    Certo che a quest’ora un risotto di questa portata…la mia pancia sta svenendo!

  7. HAI RAGIONE FRANCESCAAAAAA
    ho corretto.
    Lo sai dove vado oggi??
    eh si si, al giapponese! Sushi lunch arrivoOOOoooOOO!

  8. nooooo0000ooooo!
    non valeeeeeEEEEeeeee
    Buon pranzo carissima🙂

  9. il radicchio è quello della foto? è il trevigiano precoce…se provi con il trevigiano tardivo (quello più sottile …affusolato…che però costicchia di più) viene ancora più buono: la versione più veloce per riuscire a stare in compagnia….è la pasta! A capodanno abbiamo fatto pasta con radicchio tardivo, noci speck e panna…ma la preferita è radicchio gorgonzicchio (come lo chiamiamo io e il mio cucciolo)

  10. Grazie!! Davvero non le sapevo queste differenze… la pasta si, è un’ ottima alternativa, però per i risotti ho un debole..
    Ho anche mangiato una lasagnetta spet-ta-co-la-re con radicchio trevigiano in un ristorante vegetariano della capitale (L’Arancia Blu, quartiere S.Lorenzo).

  11. zazziki

    Nè stracchino, nè gorgonzola
    io tifo per la provola affumicata.
    Oppure al posto del vino: birra scura!
    …Mi sa che anche quest’anno salterò la prova costume…
    P.S.
    Grazie per l’incitamento.
    Come vedi sono tornato… ricco e spietato come il conte di montecristo.

  12. Anche al forno è eccezionale. Cespo tagliato in 4, ciascun pezzo leggermente avvolto con una fetta di pancetta, giusto perchè non si secchi troppo.

  13. laura

    Ah, DOLORE!!!!
    Pensare alla prova costume il 9 gennaio…!!

  14. …Ma lo sapete che mi sono sbagliata?? Io quella sera poi, mica ci ho + messo lo stracchino!
    Ci ho messo pezzetti di caciottina al tartufo!
    (Zazz’, io adoro la provola affumicata)

    Manulea, deve essere gustoso ASSAJE fatto in quel modo. Proverò!

    …e per la prova costume beh…io sto ancora combattendo i miei 3 kg in eccesso. E mica schiodano, eh?

  15. si vede che si trovano bene🙂

  16. bene bene, vedo che ci sono molti estimatori del radicchio trevigiano…
    io a casa, come regalo di mio fratello (che, guarda caso, vive proprio a Treviso) ne ho uno scatolone di barattoloni di quello messo sott’olio…
    e ogni sera “appozzo”…
    comunque opto per lo stracchino, al massimo lo squaquerone, ma NON la provola affumicata che è troppo forte e da bere rigorosamente prosecchino…

    PS: per il radicchio tardivo è un po’ presto…

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...