Ma Che Fortuna Essere Donne!

Una donna media, per sua definizione, fa cose come ne fanno tante.Wonder_woman_2

Le sue giornate sono sempre un carnevale, ha tante mascherine diverse e, per iniziare, magari la prima è quella al melone e papaya vista in tv: "perchè voi valete". Mentre imbocca un pargolo e veste l’altro, butta l’occhio al sugo preparato la sera prima e scongela la carne da freezer, chiude col gomito lo sportello e pulisce la boccuccia dell’infante con l’altra mano. Carica i figli in macchina per i ripettivi asili/scuole perchè deve entrare in ufficio e non può fare nuovamente tardi… La promozione con conseguente scatto di livello e flessibilità d’orario, se l’è giocata rimanendo incinta la seconda volta. Dallo specchietto retrovisore fa capolino la ricrescita dei capelli bianchi <<Mamma mia come sono aumentati!>> e lei, la average-woman, sa che su una Donna "l’effetto George Clooney" non vale un fico secco e che i primissimi dardi infuocati, saranno scoccati da sguardi di rimprovero di altrettante Donne-medie, alle quali -sempre di media- hanno lobotomizzato il senso di appartenenza allo stesso genere femminino, alle quali hanno tolto la capacità di saper fare corpo, azionando un dispositivo che sta accanto al raziocinio, ma che sarebbe naturalmente dotato di quel sesto senso femminile che, vivaddio, esiste eccome. Per inciso questo gruppo di coreute greche sono le stesse che, in caso l’uomo della donna in questione (e che lavora esattamente il suo stesso numero di ore) faccia due o tre cosette a casa tra cui stirare e/o pulire il bagno (ah questo poi!!!), sgraneranno l’occhione, lasceranno cascare la mandibola e sbotteranno in un sospiroso e convinto << come sei fortunaaaaaAAAAaataaaaa !!>>. A questo punto la Donna-come-tante arriva in ufficio, lavora circa 6-9 ore a seconda dei casi, dribblando tentativi di seduzione (ma no! Era solo un gesto simpatico, che si sarà messa in testa quella?), uomini-a-capo che pensano che le donne certe cose non le sanno mica fare o babysitterando altrettanti capi (di media, uomini) ai quali fanno da segretaria e poi ha giusto il tempo di tornare a casa, fare la spesa, dare retta ai figli, far trovare la cena pronta in tavola e poi, tàà tàààààn! mantenere comunque un incarnato spledido splendè (e beh, che se la saranno comprata a fare sennò, la maschera kiwi carota pompelmo rosa?), un baby-doll nel primo cassetto a destra e candele profumate (ah si si, roba da femminucce) perchè sennò poi, e che cavolo, il povero marito mica potrà trovarsi una donna in ciabatte per casa??!!??

Insomma, di media, siamo felici di essere Donne.

Annunci

4 commenti

Archiviato in Quotidianità?

4 risposte a “Ma Che Fortuna Essere Donne!

  1. Dialogo fra Perla e Gangster il giorno che comprarono la lavasciuga.
    Ma sei proprio convinta di volere una lavasciuga?
    No, non è un problema mio, quella che si alza prima la mattina e va via sono io, sei tu quello che rimane e a cui tocca così togliere i panni stesi.
    Ok signora, ci dia la lavasciuga.

  2. 🙂 e chi l’ha detto che Bonnie and Clyde fossero dei criminali? Guarda insieme che soluzioni pacifiche che trovano!

  3. D

    michelina, michelina.
    hai proprio ragione, non farei il cambio mai.
    felice di essere donna!

  4. eeeh D. D.
    (che sta per Donna Donna, no?)

    ‘nooootteeee

    P.S. chissà perchè a questo post pur essendoci -ora- 4 commenti ne risulta solo uno.
    Il Blog ce l’ha con me.
    Ed io ho la febbre.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...