L’invito

Quero_sair____by_antipopmarketOggi ho chiesto di vivere la realtà. L’ho fatto con qualcun altro e lo dicevo nel frattempo un po’ a me stessa. Perchè qui di porte ne apriamo tante e stendiamo tappeti rossi. Per accogliere, per confortare piedi nudi e cuori che lo sono altrettanto. Lo faccio anche io. E così è semplice dimenticare quello di cui stavamo parlando a voce, scusiamo la distrazione degli occhi, quando non leggono. Perchè il bisogno è quello di avere l’opportunità (la scusa?) di far uscire altro, di impersonare altro, di sentirsi capiti. E la "colpa", se questa parola si vuole usare, non è nemmeno solo nostra, concediamolo. Perchè se tanto facilmente ci si distrae parlando, altrettanto facilmente l’ascolto si perde e si mischia con altri rumori, si scolora. E così fanno le nostre parole che allora rivolgiamo ad altri occhi, piuttosto che ad altre orecchie. Ma l’invito è quello di voltare la testa, di osservare la realtà, di circondarsene e di odorarla.  Il profumo, il maleodore della realtà. L’olfatto in fin dei conti, è Il senso che abbiamo più sviluppato quando veniamo al mondo. Come animali istintivi.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Senza Categoria

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...