Archivi del giorno: agosto 24, 2006

e la parola è di pietra

Smania di conoscere. Vorrei essere straniera a casa mia e guardare le cose con l’occhio del forestiero, quello delle favole con il cappello a tesa larga, lo stivale inzaccherato, il cavallo-fido-destriero e la scimmietta sulla spalla salvata in un viaggio in terre lontane.

Kr20

Mannaggia alla miseria mi dico. Voglio canzoni, maledizione, e gente conosciuta per caso e osservare seduta come una turista al tavolino di un bar. Ho necessità di camminare e fischiettare motivetti facili dal sorriso sghembo, dare il tempo con precisi respiri ritmici e passo a percussione.

Ed anche piovesse che male farebbe? La pioggia mi piace e non mi riparerei. Saluti alle goccioline e rispondo all’argento. Lo so, il silenzio è d’oro e valendo di più, me lo abbraccio da adesso.

Annunci

3 commenti

Archiviato in "ma ci dica qualcosa di lei"

fino a dove arriva lo sguardo

"Quali sono i limiti del tuo orizzonte?"

"O – E"

Orizzonti_jpg

Lascia un commento

Archiviato in mi salta in mente