metodi alternativi per soffrire durante la finale

L’altra sera, durante il secondo tempo dei supplementari, mi sono volutamente messa a guardare dalla finestra. Paesaggio ovviamente irreale: la strada vuota, le ombre degli spettatori accaldati in finestra, proiettate sui muri delle case adiacenti. Falene danzanti intorno al lampione, voci e fantasiose imprecazioni dagli appartamenti intorno. Dentro casa tutto nella migliore tradizione: amuleti, gesti scaramantici, unghie rosicchiate, mani nei capelli… I Mondiali sono come il Natale.Ci si ritrova tutti, si fanno le stesse cose, ci si dice "… ah, ma la prossima volta"… eppure siam tutti là, e non ci è dispiaciuto affatto.

Annunci

2 commenti

Archiviato in Senza Categoria

2 risposte a “metodi alternativi per soffrire durante la finale

  1. Forse è per questo che non mi sono appassionato a questa nazionale? Perchè ricorda il natale?

  2. No! perchè una finale non è abitudinaria come il Natale, è una sorpresa che ci fa sognare.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...